Recensione: No strings attached di Laura Rocca


Esce oggi No strings attached: il nuovo romanzo di Laura Rocca. Ecco la mia recensione.
Ringrazio l'autrice per la copia omaggio cartacea del romanzo. 


Titolo: 
No strings attached
Autore: Laura Rocca
Editore: Self Publishing
Link Amazon


TRAMA

Ci sono incontri che ti cambiano la vita, basta un singolo istante e tutto ciò che avverrà dopo sarà condizionato da quell’attimo.
Skylar Allen ha cinque anni quando conosce Jaxon all’orfanotrofio dove vive dalla nascita.
Per la prima volta ha qualcuno a cui voler bene, un amico che la protegge e la incoraggia a realizzare i suoi sogni, almeno fin quando Jaxon non viene adottato.
Se ne va con la promessa di scriverle una lettera ogni giorno, ma dopo un anno Skylar è costretta a rassegnarsi all’evidenza: Jaxon si è dimenticato di lei.
È questo che pensa ancora, dopo diciotto anni, quando se lo ritrova davanti. Lui e i The Blind Spot, la sua band, hanno prenotato una vacanza proprio nell’albergo in cui lavora.
Peccato che le cose non stiano più come prima. Perché Jaxon ha davvero realizzato il sogno di cui parlavano da piccoli, è una rockstar, mentre lei non è riuscita a diventare una campionessa di pattinaggio su ghiaccio come gli aveva promesso. Inoltre, Jaxon non è più il bambino dei suoi ricordi, è un divo arrogante e sfrontato e Skylar è ben contenta che lui non l’abbia riconosciuta né sappia che non si chiama più Jas come in quel tempo lontano.

Jaxon Mitchell ha nove anni quando finisce all’orfanotrofio e incontra per la prima volta la piccola Jas. Proprio come lei, sogna una vita distante da quel posto infelice e, ben presto, farla sorridere si trasforma nel suo scopo principale, il suo affetto riempie il vuoto che ha dentro.
Dopo l’adozione, attende a lungo che la piccola Jas risponda alle sue lettere, ma la cassetta della posta resta sempre vuota ed è costretto a rassegnarsi alle parole di sua madre: Jas, probabilmente, non vuole più avere nulla a che fare con lui.
Solo dopo diciassette anni scopre che i suoi genitori non hanno mai spedito nessuna di quelle lettere e che, sicuramente, la sua amica è convinta lui l’abbia abbandonata.
Per questo, appena ne ha la possibilità, prenota una vacanza in Minnesota, in un albergo di montagna non distante dall’orfanotrofio in cui ha trascorso un anno con lei. Le sue ricerche, però, sono infruttuose, Jas pare scomparsa nel nulla; Jaxon considererebbe l’idea di tornare in breve a New York e ai suoi impegni con la musica non fosse per Skylar, quella ragazza dalla lingua saccente a cui pare non importi nulla che lui sia una star e che, suo malgrado, gli ricorda ogni giorno di più la piccola Jas.
Sa bene che non sono la stessa persona, ma forse lei è l’unica che può renderlo ancora capace di amare qualcuno.

Una promessa, un sogno, un legame che va oltre il tempo e le distanze.




RECENSIONE
  
Una promessa, sogni potenti, la vita che toglie e che poi restituisce in maniera repentina e inaspettata.
E loro due, Jas e Jax quello che erano, Skylar e Jaxon quello che sono. A unirli un ponte invisibile e al tempo stesso a dividerli la distanza che solo la mancanza può creare.
No strings attached di Laura Rocca è emozione e sospiri, momenti unici e fughe, tantissime. Prima per proteggere il proprio cuore, poi per fare la stessa cosa con i sogni dell' altro.
Il nuovo romanzo di Laura esce oggi e io sono orgogliosa e molto onorata di averlo potuto leggere in anteprima.
È un romanzo intenso, perché profonda è la storia dei suoi due protagonisti.
Jas e Jax devono passare tantissime fasi nella loro vita e noi lettori assistiamo a tutte: dall'infanzia a oggi.
Sono uno per l'altra un porto sicuro, famiglia, amicizia e anche amore.
È bello vederli bambini e riscoprirli adulti, diversi ma ugualmente legati.
Dovranno scoprirlo anche loro, dovranno ritrovare il filo rosso che li unisce, ma la strada sarà tortuosa e non priva di ostacoli.

"È una promessa? Ci salveremo a vicenda? Quando io sarò sull'orlo del precipizio penserai tu a me, Jas?", chiede ancora guardandomi come se, anziché un bambino, fosse un adulto
"Lo giuro, ti proteggerò sempre da qualsiasi cosa, Jax. Quando rischierai di cadere io sarò lì pronta a sorreggerti, proprio come fai tu quando pattino e sbaglio

No strings attached non è solo la storia d'amore, ma è anche un libro che parla di passione.
Quella che vibra nel petto quando ci si dedica a qualcosa che si ama. Ed entrambi i protagonisti di questa storia vivono in maniera totalizzante i loro sogni. Jax quello per la musica che lo ha portato a diventare una star di fama internazionale, Jas quello per il pattinaggio che non molla nonostante gli infortuni.
Mi piace sempre trovare personaggi così determinati, perché è un pregio che apprezzo molto anche nella vita reale. E loro due sono quel tipo di persone che magari si fanno abbattere dalle difficoltà, ma che poi si rialzano più combattivi e concentrati di prima.
Del resto si sono promessi che sarebbero diventati qualcuno e non c'è promessa più importante di quelle fatte a qualcuno che si ama.

Certi amori capitano solo una volta nella vita, e molto probabilmente nemmeno a tutti. Credo che solo in pochi siano destinati a qualcosa di simile. Meriti la verità, Jaxon


Skylar (Jas) è una ragazza senza peli sulla lingua, con un difetto: quello di scendere un po' troppo a conclusioni affrettate. Lo fa spesso e ogni volta la me lettrice è stata tentata di andare da lei per farla ragionare. Al tempo stesso si impegna tantissimo in quello che ama e cerca di ricostruire i cocci del suo cuore, spezzatosi ormai quando era una bambina.
Jax apparentemente potrebbe sembrare arrogante e presuntuoso, se ci fermassimo alla prima impressione o credessimo al cliché della star viziata e impossibile, ma in realtà cela nel suo cuore tantissima bellezza.

Ho 27 anni e, probabilmente, prima d'ora non ho mai capito cosa voglia dire desiderare così intensamente qualcuno da pensare di stare male se non l'avrai.
È una sensazione che mi lascia in bocca un gusto strano, sa di resa, sa di ammissione, sa di lussuria mista al desiderio di sentirle invocare ancora il mio nome mentre le sto dentro, e mi ritrovo smarrito perché non ho idea di come rimediare a questo stato di perdizione totale, perché non voglio nessun'altra a parte lei che pare ostinarsi a respingermi in ogni modo possibile

Le scene tra i due sono belle e intense, romantiche e sensuali, profonde e divertenti.
Lo stile di Laura è sempre scorrevole e ironico, una garanzia per chi cerca storie belle e profonde. Il romanzo è alternato e ci viene raccontato il punto di vista di entrambi i protagonisti con qualche incursione nel passato. A me questa tecnica narrativa piace sempre tanto perché mi permette di approfondire al meglio la storia.
Questa volta mi ha emozionata con lo scenario straordinario che ha scelto per questa storia: il Montana, con le cime innevate e la magia della neve ad ammantare tutto. 
No strings attached di Laura Rocca è la storia di un'amicizia che si ritrova amore, di due bambini soli che si sentono  - uno per l'altra  - famiglia, di un sogno nel cassetto da trasformare in realtà, di una fiducia perduta che però può essere ritrovata.
Perché leggerlo → Perché è una bellissima storia d'amore e di speranza







Posta un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Contenuti © Virginia Leoni - Le Recensioni della Libraia

© Le recensioni della libraia. Designed by Digital Butterfly