venerdì 10 gennaio 2020

Recensione: Crossing Over di Irene Grazzini


Finalmente vi parlo di Crossing Over di Irene Grazzini, terzo volume della serie preceduta da Dominant e Recessive.
Ecco la mia recensione.

Crossing Over
Irene Grazzini
Self Publishing
Trama
Quando Claire ha infranto la legge della City per salvare una Recessiva, mai avrebbe immaginato di lasciare la sua casa e la sicurezza della Cupola termica per esplorare il freddo Mondo di Fuori, e tantomeno di ribellarsi a tutto ciò che i Dominanti le hanno insegnato. Adesso che Swan sa dove trovare i Recessivi, per scagliare il suo attacco decisivo, Claire viaggia tra le città sotterranee della Confederazione Vesuviana in cerca di aiuto, ma il Mastino Myria, sua ex–amica trasformata in un robot letale, l’ha scovata. L’ultima speranza dei Recessivi giace nelle mani dei fantomatici guerrieri Dragoni di Giada e nel coraggio della sorella Eleanor, dentro la quale però si annida adesso un terribile potere che la ragazza non sa controllare, e che rischia di cambiarla per sempre.L’unico modo per uscire da quest’incubo è tornare dove tutto è cominciato.


Irene Grazzini con la trilogia che si chiude (forse?) con Crossing Over ci porta in un mondo estremo, dove si lotta per la sopravvivenza, ma soprattutto dove si deve fuggire dagli obiettivi folli del sindaco della City.
Mi sono lasciata affascinare da questa storia sin dal suo volume di esordio: Dominat (QUI la recensione), seguito da Recessive (QUI la recensione). Ora possiamo finalmente tornare da Eleanor e Claire, due sorelle diversissime che si trovano a combattere contro le disuguaglianze.
Una trilogia distopica che, come spesse accade, ci mostra l'altra faccia del potere e ci fa riflettere sul senso di giustizia e di rivoluzione.
Come i precedenti volumi della serie anche in Crossing Over l'autrice ci regala momenti di alta tensione e colpi di scena, con il risultato che il romanzo è scorrevole, coinvolgente e interessante.
Sin dalle prime pagine si entra nel vivo della battaglia, fino all'inevitabile scontro finale che ci regalerà non poche emozioni.

Non credo che ci sia un modo giusto di essere in questa vita, e comunque non siamo noi a sceglierlo. Capita e basta. Come hai detto tu, possiamo solo andare avanti

Claire in questo volume ha ormai acquisito piena consapevolezza di sé stessa, pur avendo un carattere più morbido rispetto alla sorella, sa cosa vuole e come ottenerlo. Eleanor, invece, ci regala le parti più intense di tutta la storia, frutto anche di quello che ha dovuto sopportare nel volume precedente. Per questo la vediamo ingaggiare anche una battaglia contro il suo io interiore. Entrambe crescono molto, prendono coscienza del loro "posto del mondo", imparano ad apprezzare pregi e difetti delle persone che hanno intorno e misurano ancora una volta il grande coraggio che le contraddistingue.
Ho amato anche gli altri personaggi della storia. Primo fra tutti Chan che ho apprezzato particolarmente per la sua intraprendenza, per il fatto di saper fare squadra e di non abbattersi mai. E po anche Arthur che c'è, che si mette a disposizione, che combatte ogni singola battaglia senza timore. E poi il migliore di tutti: il signor Yan vero protagonista di questa storia, per ragioni che scoprirete leggendo. Così come una menzione d'onore va a Mistral.

Il bene di una società non può prescindere da quello dei singoli individui che la compongono

Crossing Over è una storia che ci insegna che le differenze non devono fare paura o essere percepite come delle barriere, bensì sono un prezioso arricchimento da cui trarre nuova linfa vitale. È una storia sulla famiglia, quella che scopri di avere, quella che non ricordi ma ti segue da lontano, quella che combatte per te con le sole forze rimaste. Ma anche quella famiglia che ti costruisci, piano piano, lungo il cammino della vita.
Con uno stile accattivante, una penna decisa e un ritmo incalzante Irene Grazzini ci accompagna verso la parola fine della sua trilogia.
Perché leggerlo → Per concludere degnamente questa storia che sembra tanto distante da noi, eppure è così vicina.
Buona lettura!



Nessun commento:

Lasciami la tua opinione