giovedì 12 settembre 2019

Review tour: Trilogia delle pietre preziose: Giada - Un amore colpevole di Anna Chillon



In queste settimane vi parlerò della Trilogia Pietre Preziose di Anna Chillon, edizione self publishing. Una serie di romanzi intensi e molto particolari, oggi partiamo con la recensione di Giada, un amore colpevole.

Giada, un amore colpevole - Trilogia delle pietre preziose
Anna Chillon
Self Publishing

Trama
Non ero pronta per lui, ma questo non gli importò.
Entrò come un tornado nella mia vita,
la stravolse spezzandomi il fiato
e mi rese donna,
a dispetto di tutto e tutti.
Il giorno del mio diciottesimo compleanno pensai che la vita stesse per sorridermi, lungi dall’immaginare cosa in realtà stesse per serbarmi. Qualcosa più grande di me mi avrebbe presto travolta, scossa alle fondamenta, gettando il mio corpo e il mio cuore in pasto a una persona con l’animo di un lupo selvatico. Per tutti sarebbe stato uno scandalo e una vergogna: nessuno avrebbe compreso, perché nessuno conosceva le molteplici verità che quel lupo era stato così bravo a celare.
Forse un cuore, seppur logoro, l’aveva anche lui.
E forse, se avessi lottato e ignorato le apparenze, prima o poi lo avrei scoperto.
Romanzo autoconclusivo.

La sensazione, quando si legge un romanzo di Anna Chillon, è quella di non poter smettere di leggere la storia che l’autrice ci sta raccontando.
È una percezione che nasce sin dal prime pagine e non abbandona più il lettore. Le sue storie vanno a scavare negli anfratti più complessi della mente umana, mettendo a nudo tutto ciò che spesso non riusciamo a confessare.
I suoi romanzi parlano di persone alla ricerca di un qualcosa: di una libertà psicologica, di essere sé stesse fino alla fine.
Anche se questo a volte può fare a pugni con la morale comune.
Anche se non tutto il cambiamento è così facile da digerire.
Anche se i personaggi stessi sono vittime di profonde lotte interiori.

Il tempo non è mai perso, in un modo o nell'altro è sempre vissuto. Sta a te decidere in che modo

E quindi lo ammetto: non è stato sempre facile leggere Giada un amore colpevole. Anzi.
Spesso io stessa non ho capito, avrei voluto che la protagonista scegliesse la strada più semplice, sono rimasta turbata.
Eppure...
Eppure ho divorato il romanzo, l’ho letto con il batticuore e con un groviglio di sensazioni contrastanti nella pancia.
Perché un buon libro deve fare anche questo: deve sconvolgere i pensieri.
Ma non per rincorrere il sensazionalismo, non per la volontà di rimescolare i sentimenti del lettore, ma semplicemente per raccontare qualcosa che potremmo non riuscire a capire.
E Anna Chillon è estremamente credibile quando ci accompagna alla scoperta di un amore proibito, una di quelle passioni che fanno storcere il naso.
È credibile perché prende per mano il lettore e gli mostra tutto quello che c’è da vedere, perché fa scavare nei personaggi spogliandoli di ogni barriera.
Viene fuori una storia che parla di relazioni, di sentimenti, di pulsioni.
Una storia che ci racconta Giada. Giovanissima, alla ricerca di un suo spazio e di una sua identità.
E li trova, nel posto apparentemente più sbagliato, ma perfetto per lei. Capito questo il lettore non può più giudicare, ma semplicemente seguirla nel suo cammino di crescita e consapevolezza.

Come in La storia infinita, il nulla avanzava, io mi sgretolavo pezzo a pezzo e non c'era niente che potessi fare per fermarlo. Solo lasciarmi prendere

Che stile che ha Anna Chillon! Ha una dimestichezza totale con la lingua italiana, sa usare le parole nella maniera giusta per dare il via alle emozioni, per stimolare la riflessione.  La sua è una penna intensa, sincera, a tratti cruda e reale, coinvolgente. I tempi narrativi sono perfetti, non eccede mai. Il romanzo scorre alla giusta velocità, quella che inchioda alle pagine, quella che ti fa volere di più.
Naturalmente, proprio per questa ragione, ho letto la trilogia delle Pietre Preziose tutta d'un fiato. E ve ne parlerò anche nelle prossime settimane.
Perché leggerlo → Non è un romanzo per tutti,  e proprio per questo bisogna provarci. Perché se si legge senza giudizio è una storia ricca e profonda.
Buona lettura.

Ecco dove trovate tutte le altre recensioni dedicate a Giada, Un amore colpevole di Anna Chillon.




1 commento:

  1. Che bella recensione! Condivido ogni parola, non è un libro adatto a tutti

    RispondiElimina