martedì 30 aprile 2019

Review party: Le ragazze non possono entrare di E. Lockhart


Oggi vi parlo di un romanzo che mi è piaciuto molto per la storia intrigante e lo stile unico: Le ragazze non possono entrare di E. Lockhart edito in Italia da De Agostini. Le mie compagne di viaggio del review party sono Il regno dei libri, I miei magici mondi, Libri, libretti e libracci, Leggendo Romance e Cronache di lettrici accanite.

Le ragazze non possono entrare
di E. Lockhart
DeAgostini
Link Amazon
Trama
Frankie ha tutto quello che una ragazza potrebbe desiderare. È bella, intelligente, non ha paura di dire quello che pensa e ha tutti i ragazzi ai suoi piedi, compreso Matthew, eccentrico, ricchissimo e irresistibile. Matthew è anche il leader della più antica società segreta del liceo super posh che entrambi frequentano. E Frankie darebbe qualunque cosa per entrarne a far parte. Per la prima volta nella sua vita, però, sembra proprio che debba accettare un "no" come risposta. Perché queste sono le regole. Perché le ragazze non possono entrare. Nel prestigiosissimo Ordine dei Basset Hound le donne non sono ammesse: tutti i membri sono rigorosamente maschi. Ma Frankie non è una studentessa come le altre. E non si ferma solo perché qualcuno le ha detto che per lei non c'è posto. Neanche se questo finisse con lo stravolgere le regole della scuola più antica e rinomata del mondo.


Uno stile narrativo unico nel suo genere, una storia che ci mostra una protagonista molto giovane ma con le idee ben chiare: sto parlando di Le ragazze non possono entrare di E. Lockhart pubblicato in Italia da De Agostini.
Un romanzo  che ha tante caratteristiche che lo hanno reso particolarmente attrattivo per la sottoscritta. A partire dall'ambientazione. Infatti chi mi segue da un po' di tempo sa bene che le storie ambientate in scuole elitarie sono la mia passione. Mi piace immergermi in queste atmosfere particolari, dentro micro mondi che sembrano sfidare le leggi del tempo.
Le scuole sono piccole rappresentazioni della società e la mostrano nei suoi pregi e nei suoi difetti, senza filtri.
Così mi è accaduto anche leggendo Le ragazze non possono entrare dove ho potuto conoscere le regole della Alabaster, i suoi studenti e quella divisione sociale che qui esula dalle classi ma ha a che fare con l'indole e il carattere.

Un altro aspetto che ho apprezzato moltissimo della storia è la sua protagonista: Frankie è una ragazzina, ha solo 15 anni, eppure sa il fatto suo. Trasformata da crisalide in farfalla nel giro di un'estate si ritrova improvvisamente fidanzata con il ragazzo dei suoi sogni. Ma Frankie non è quel tipo di ragazza che sta al suo posto, che crede a mezze verità e che non vuole approfondire quello che c'è sotto.

Una tematica importante quella del ruolo femminile che mi sta molto a cuore, perché va sempre ricordato che le donne possono tutto quello che fanno anche gli uomini. Mi è piaciuto molto questo spirito combattivo della protagonista che non si lascia fermare da vecchie regole e convezioni ma vuole cambiarle.
A fare da sfondo uno stile narrativo che stuzzica il lettore, lo coinvolge in maniera diretta, lo fa entrare come spettatore privilegiato all'interno della storia. 
Perché leggerlo → Perché è il libro che fa per voi se vi piacciono le ambientazioni scolastiche, le società segrete e le protagoniste che sanno il fatto loro.
Buona lettura!


1 commento:

  1. La protagonista mi è piaciuta proprio, sa quello che vuole e devo dire che ci vogliono protagoniste così <3 Come sempre una bellissima recensione che ho adorato <3

    RispondiElimina