giovedì 19 dicembre 2019

Recensione: Affari d'amore di Melanie Moreland


Siete pronte a innamorarvi di un personaggio irriverente e indimenticabile? Ecco la mia recensione di Affari d'amore di Melanie Moreland, Always Publishing, che ringrazio per la copia digitale del romanzo.

Affari d'amore
Melanie Moreland
Always Publishing

Trama
Tiranno di giorno, playboy di notte, Richard VanRyan potrebbe essere preso a modello come stereotipo del bastardo donnaiolo.
Pubblicitario di grido in una delle agenzie più importanti del paese, sul lavoro è un arrogante e uno scaltro presuntuoso, e con le donne non si comporta in modo tanto diverso. Richard non è abituato a sentirsi dire di no, così quando un collega gli strappa da sotto il naso la promozione a socio che era certo di ottenere, decide di abbandonare lo studio e offrirsi alla concorrenza.
Ma la concorrenza è uno studio a conduzione familiare, sotto la guida di un capo vecchio stampo che tiene molto ai sani principi della famiglia tradizionale. E un uomo con la sua reputazione potrebbe avere qualche problemino a essere assunto, anche se è il migliore nel suo campo…
Ma ecco il colpo di genio!
Katherine Elliot, la sua assistente personale, è la donna più dolce, disponibile e affidabile che si possa trovare. È esattamente il motivo per cui lui l’ha sempre detestata a morte, ed è esattamente il motivo per cui potrebbe essere perfetta allo scopo. Certo, anche lei lo detesta, ma ha un disperato bisogno di soldi per curare la sua anziana zia.
Richard propone a Katherine un affare: in cambio dei soldi per le cure, sei mesi di finto fidanzamento, qualche occasione mondana, poco impegno e, una volta ottenuto l'incarico, ognuno per la sua strada.
Sembra un modo sicuro per entrambi di ottenere ciò che vogliono, eppure qualcosa che Richard non aveva previsto va terribilmente storto. Perché persino un uomo freddo e arrogante come lui ha un cuore e proprio i sentimenti potrebbero mandare all’aria i suoi… affari d’amore.


Vi è mai capitato di avere un capo terribile? Se la risposta è sì non posso che consigliarvi di leggere Affari d'amore di Melanie Moreland, edito da Always Publishing una storia che vi farà vedere le cose da un altro punto di vista.
Forse.
Forse perché non è detto che il vostro capo terribile abbia le sembianze affascinanti di Richard VanRyan. Arrogante, maleducato, ma terribilmente bravo in quello che fa è una delle due voci (e la più interessante oltre che la principale) che ci accompagnano alla scoperta di Affari d'amore.
Lo odierete, ve lo dico in anticipo, perché è lo stereotipo dell'uomo senza scrupoli e senza cuore. Ma sapete cosa accade quando il "re dei bastardi" capisce di avere un cuore? Che diventa talmente interessante da farsi perdonare (quasi) tutte le cattiverie elargite al prossimo.
Katherine Elliot sembra una donna senza spina dorsale, ma in realtà è tutt'altro che una persona debole. È forte, tenace e riesce a sopportare la maleducazione e le angherie del suo capo, perché ha cose ben più importanti delle quale occuparsi.


Katherine portava calore e facilità nelle interazioni. In qualche modo mi rendeva più simpatico. La sua dolcezza stava facendo esattamente quello che desideravo che facesse. Era ciò di cui avevo bisogno, eppure, in un certo senso, mi irritava. Mi faceva sentire come se avessi bisogno di lei. E io non avevo bisogno di nessuno

Affari d'amore è un libro che mi è piaciuto tantissimo. È stato capace di farmi ridere, sognare e scendere qualche lacrima. Ma procediamo con ordine.
Mi ha fatto ridere, perché la comicità è spesso nascosta dietro le pieghe di comportamenti abituali e perché i due personaggi, costretti da una serie di eventi a cambiare le "regole" del loro rapporto,  dovranno prendere le misure della nuova situazione. 
Sognare, perché ogni storia d'amore capace di toccare il nostro cuore ci fa immedesimare. L'animo romantico è qualcosa che si ha o non si ha. Io pensavo di esserne sprovvista: devo ricredermi.
Commuovere perché le relazioni umane sono straordinarie e uniche e la costruzione di un rapporto passa anche dalla comprensione di sé stessi.

Melanie Moreland tratteggia due personaggi speciali, che piano piano scoprono di riuscire a migliorarsi a vicenda, che si lasciano coinvolgere nella bellezza della vita e nel calore che regalano gli amici.
E gli amici sono una parte importante della storia, sono avvolgenti come una seconda famiglia e attenti come solo persone vere e di cuore riescono ad essere.


Quando invecchierai, Richard, ti renderai conto che la vita è fatta di attimi. Di tutti i tipi. Tristi, belli e grandiosi. Insieme compongono l'affresco della vita. Tienili cari, soprattutto quelli meravigliosi. Ti aiuteranno ad affrontare gli altri con facilità

Lo stile dell'autrice è brillante. Il doppio punto di vista mi piace sempre tantissimo, in questo caso le parti dedicate a lei sono davvero poche e io, comunque, ho amato quelle raccontante da Richard VanRyan, perché ci mostra l'evolversi della situazione con gli occhi di un uomo cinico e disincantato.
Il romanzo si sviluppa in maniera scorrevole, senza intoppi e anche le tempistiche durante le quali accadono le cose sono ben calibrate.
Perché leggerlo → Perché è una bellissima storia d'amore.
Buona lettura!

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione