martedì 24 settembre 2019

Review party: Sei di corvi - Grishaverse di Leigh Bardugo


Oggi vi accompagno alla scoperta di un romanzo complesso e instrigante con la recensione in occasione del review party  di Sei di corvi - Grishaverse di Leigh Bardugo edito da Mondadori.
Grazie quindi ad Ely de Il regno dei libri e a Susy de I miei magici mondi per avermi coinvolta in questa iniziativa e bravissima Francesca di Libri, Libretti, Libracci per la grafica.

Sei di corvi -  Grishaverse
di Leigh Bardugo
Mondadori 

Trama
A Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali, non c'è niente che non possa essere comprato e nessuno lo sa meglio di Kaz Brekker, cresciuto nei vicoli bui e dannati del Barile, la zona più malfamata della città, un ricettacolo di sporcizia, vizi e violenza. Kaz, detto anche Manisporche, è un ladro spietato, bugiardo e senza un grammo di coscienza che si muove con disinvoltura tra bische clandestine, traffici illeciti e bordelli, con indosso gli immancabili guanti di pelle nera e un bastone decorato con una testa di corvo. Uno che, nonostante la giovane età, tutti hanno imparato a temere e rispettare.

Un mondo privo  di scrupoli, violento e dove le bande criminali combattono una contro l'altra in costanti giochi di potere. Razze diverse, dove l'armonia è una vera utopia. Sei personaggi che con la loro forza, la loro temerarietà, riusciranno a conquistarvi piano piano, pagina dopo pagina.
Sei voci diverse, sei background culturali che si incontrano e si scontrano spesso, ma anche un passato che per tutti bussa costantemente alla porta minacciando di infrangere e distruggere inesorabilmente i delicati equilibri.
Sei di corvi - Grishaverse di Leigh Bardugo (Mondadori - che ringrazio per la copia ebook) è una storia molto particolare, che inizia lenta, il lettore infatti deve trovare il filo della narrazione, deve capirne gli schemi ed entrare in sintonia con i personaggi.
Superata la prima difficoltà le vicende diventano sempre più intense, una calamita per il lettore che non vede l'ora di scoprire di più.

Guardò Kaz Brekker un ragazzo che combatteva per una sola causa: sé stesso. Eppure era un sopravvissuto, e un soldato anche lui a suo modo.

I sei, infatti, si trovano a vivere una vera e propria impresa sulla quale nessuno riuscirebbe a scommettere per il successo assicurato.
Kaz Brekker e i suoi compari Jesper, Inej, Nina, Matthias e Wylan hanno un talento innato, ognuno di loro spicca per qualche qualità che emergerà nel corso della lettura e di volta in volta riuscirà a tirare fuori gli altri dai guai.
Ma il vero cuore pulsante di tutte le vicende, il genio alla base di molti dei colpi di scena, è l'enigmatico, giovanissimo, sfuggente Kaz Brekker. Con la sua corazza a proteggerlo dal mondo intero, anche da coloro dei quali si potrebbe fidare ciecamente. E poi c'è Inej, coraggiosa e indomita. Nina appassionata, seduttiva, ma anche risolutiva e senza timore. Jesper a tratti giocoso, ma pieno di segreti. Matthias indurito dalla vita, fermo su alcune posizioni, incapace di restare lontano dalla donna che ama e che odia. E, infine, Wylan che viene spesso considerato poco importante per la spedizione, ma che invece sa il fatto suo.

Nina non avrebbe augurato l'amore al suo peggior nemico, era l'ospite che accoglievi a braccia aperte e di cui poi non ti liberavi più.

In Sei di corvi li accompagniamo in un'avventura fino all'ultimo respiro, dove dovranno prevedere le mosse dei nemici, gestire gli imprevisti e portare in salvo la vita.
La narrazione è fluida, scorrevole. Si entra nella storia in media res e forse questo spiazza un po' il lettore che deve fare i conti con personaggi sconosciuti e un mondo nuovo con proprie regole e principi ma, superata la difficoltà iniziale, si viene poi trascinati in un'avventura che tiene incollati fino all'ultima pagina.
Perché leggerlo → Perché è un fantasy avventuroso e intrigante che vi farà venire voglia di avere tra le mani il seguito.
Buona lettura!


Lei è un ricattatore
Tratto le informazioni


Un genio della truffa
Creo opportunità
Un ruffiano e un assassino
Non sfrutto le prostitute  uccido solo per giusta causa
E quale sarebbe questa giusta causa?

La stessa che ha lei, mercante. Il profitto

3 commenti:

  1. Non conoscendo i precedenti si, c'è da restare spiazzati ma lo stile è bello e fluido ed è un grande punto a favore

    RispondiElimina
  2. sono concorde col tuo pensiero, ho adorato la storia e i personaggi. Non vedo l'ora di leggere il seguito! Bella recensione

    RispondiElimina
  3. Ciao! Come forse sai (ma forse no) ero esitante riguardo a questa serie, perchè Shadow and Bone non era proprio nelle mie corde e pensavo di non poter avere un rapporto sano con la Bardugo. E invece come mi sbagliavo (qui la mia recensione)! Questo libro è molto più bello, con una trama spettacolare, dei personaggi che funzionano e entrano nel cuore dei lettori.
    Meraviglioso, spero ora nel secondo (e le mie aspettative sono drasticamente decollate).
    Che soddisfazione e che felicità!
    Rainy

    RispondiElimina