giovedì 9 maggio 2019

Review party: Il tormento del marine di Silvia Carbone e Michela Marrucci


Siete pronti a conoscere Izar e Ash? Vi assicuro che non ve ne pentirete, ecco la mia recensione in occasione del review party di Il tormento del marine di Silvia Carbone e Michela Marrucci Quixote edizioni. 

Il tormento del marine
Silvia Carbone Michela Marrucci
Quixote Edizioni
Trama
Ashton Davis, Marine di terra dell'Esercito americano, non si è ancora rassegnato alla morte della moglie e non riesce a dimenticarla. L'amore che non può più donarle lo rende ancora più deciso a fare di tutto per assicurare il meglio al figlio Chris e per regalare un po' di pace a sua sorella Breanna, reduce da mesi di prigionia nella foresta colombiana. Il fatto di essere stato relegato in un ufficio alla base di Miramar, San Diego, dopo un infortunio durante un attacco in Afghanistan, lo rende ancora più intrattabile. Ma quando Izar, lunghi capelli corvini e carnagione olivastra, bussa alla porta di casa Davis per candidarsi come babysitter di Chris, l'equilibrio che Ash credeva di aver raggiunto va in frantumi. Izar e Ash dovranno fare i conti con la prorompente attrazione fisica che c'è tra loro e lottare insieme per proteggere la vita dei loro cari.


Se cercate un romanzo che abbia fra i suoi ingredienti principali mistero, azione e sentimenti allora Il tormento del Marine di Silvia Carbone e Michela Marrucci edito da Quixote edizioni è il libro che fa per voi. Un romanzo in cui sono numerose voci che si intrecciano, scelta molto interessante e adeguata, perché non si può ignorare la scoperta avvenuta alla fine del libro precedente. (QUI la recensione di Tra le braccia del marine)
Nonostante questo i protagonisti principali sono Ash e Izar, che sono certa saranno capaci di catturare anche il vostro cuore come hanno fatto con il mio. 
Due persone completamente diverse, ma che scopriranno di avere più di un aspetto in comune.


Ash è un uomo  che ha dovuto subire una grandissima perdita e che non vuole altri legami eccetto quelli che ha già, e che sono molto profondi, con il figlio e la famiglia. Playboy fino al midollo, lascia lungo il cammino una scia di cuori infranti, nonostante sia molto chiaro con le sue conquiste. Izar invece è un personaggio tutto da scoprire, e questo avviene piano piano nel corso della lettura quando emergono alcuni lati del suo carattere inaspettati. Infatti è dolce, ma al tempo stesso determinata, è coraggiosa e contemporaneamente impreparata e inesperta su molti aspetti della vita.
Quali saranno gli elementi che li accomunano lo potrete scoprire solamente a lettura ultimata.


Non mancano gli altri personaggi, che vibrano nelle pagine di questa storia, perché il bello della serie nata dalle penne di queste autrici è quello di permettere al lettore di continuare a sentirti parte del mondo da loro creato. Anche i personaggi secondari spingono per emergere e non vengono lasciati in disparte nel susseguirsi della narrazione.
Una scelta che apprezzo perché rende il tutto molto più credibile e che qui trovo molto marcata rispetto ad altre serie. Uno sforzo in più per le autrici che devono gestire più di un piano narrativo, ma sicuramente molto apprezzato da noi lettori.
Lo stile è omogeneo, non si riconosce un'autrice dall'altra, i colpi di scena sono sempre molto ben calibrati e dosati nella giusta misura.
Posso dire che non vedo l'ora di avere tra le mani il prossimo volume? Ecco, l'ho detto.
Perché leggerlo → Perché Il tormento del marine riesce a conciliare passione e azione in un mix unico e irresistibile.
Buona lettura!



Nessun commento:

Lasciami la tua opinione