giovedì 4 aprile 2019

Review party: Complice la neve - Frigid di Jennifer Armentrout


La neve, due protagonisti che non esiterete ad amare e la penna di Jennifer Armentrout: ecco la recensione di Complice la neve - Frigid in occasione del review party. 

Complice la neve - Frigid
Jennifer Armentrout
Casa Editrice Nord
Link Amazon

Trama
Sydney e Kyler non potrebbero essere più diversi. Tanto lei è timida e insicura, quanto lui è estroverso e affascinante, abituato a cambiare ragazze come fossero calzini. Eppure, dal giorno in cui si sono incontrati, non si sono mai più separati. La loro amicizia è una certezza. Persino ora che sono all'ultimo anno di college, Sydney non potrebbe immaginare un futuro senza di lui. Ecco perché ha deciso di non confessargli il suo amore: è certa, infatti, che Kyle non ricambierà mai, e preferisce tacere piuttosto che rovinare il loro rapporto... Kyle conosce i suoi limiti. Perciò sa benissimo che Sydney è fuori dalla sua portata: troppo bella, troppo in gamba, troppo perbene. Meglio accontentarsi di essere suo amico, invece di rischiare confessandole i suoi sentimenti. Ma tutto cambia nel momento in cui vengono invitati in montagna da alcuni compagni di università. Non appena raggiungono il magnifico resort con vista sulle piste, una tempesta di neve blocca le strade e, prima che gli altri li possano raggiungere, loro si ritrovano soli, isolati dal resto del mondo. Riusciranno a cogliere l'occasione che il destino ha riservato loro o la paura li condannerà al silenzio?


Jennifer Armentrout in ogni suo libro fa la magia: mette insieme personaggi indimenticabili e storie capaci di farci sognare. Anche in Complice la neve - Frigid gli ingredienti sono gli stessi, conditi da un po' di incomprensioni e un pizzico di mistero.
Avete presente quando i personaggi di un romanzo sono gli unici a non capire come stanno le cose? Ecco in questa storia  i due protagonisti Sydney e Kyler ignorano molto una dell'altro nonostante siano amici per la pelle. Il risultato? Non si può che fare il tifo per loro.

Il coraggio era incredibilmente sopravvalutato. Come la neve.
La neve mi era sempre piaciuta, ma ora come ora la detestavo perché mi teneva imprigionata lassù, e cioè nell'ultimo posto dove avrei voluto essere.

Sydney è una ragazza con la testa sulle spalle, che studia, si impegna ed è follemente innamorata del suo migliore amico. Kyle, appunto, che invece è il suo esatto opposto: dedito alle feste e al passare da una ragazza all'altra con molta facilità.
Eppure, nonostante così lontani, i due alla fine hanno un legame molto stretto e profondo. Ed è proprio l'amicizia uno dei sentimenti più belli che emergono dal libro, quel tipo di amicizia che sfida anche emozioni ben più potenti e che rimane salda nel tempo. Entrambi sono poco disposti a sacrificarla, senza sapere che invece di dirle addio la si può semplicemente far crescere e portare il rapporto a un'altra dimensione.

Questo è per sempre

A fare da sfondo un po' di mistero, perché la storia è ambientata in una situazione molto interessante: una tempesta di neve con i due protagonisti bloccati in uno chalet di montagna. Qui accadranno anche cose poco chiare, che andranno ulteriormente a mettere a dura prova il loro rapporto.
Lo stile di Jennifer Armentrout è quello capace di fare la differenza tra una storia interessante e una bellissima e coinvolgente. E Complice la neve rientra indubbiamente nella seconda categoria.
Perché leggerlo → perché è una storia dolce e romantica che ci fa sognare.
Buona lettura!

1 commento: