martedì 12 marzo 2019

Recensione: Respect di Jay Crownover


La storia che stavamo aspettando: Jay Crownover firma l'ultimo imperdibile capitolo della Breaking Point Series: Respect, edito da Newton Compton. Ecco la mia recensione. 

"Per me era un tipo di amore feroce, armato di denti e artigli, che sentivo scavarmi nelle viscere ogniqualvolta mi veniva dato un buffetto sulla testa e detto quanto fossi giovane, che avevo ancora tutta una vita davanti. Era un amore rabbioso, e io ero stanca di tenerlo al guinzaglio"

Respect - Breaking point series
Jay Crownover
Newton Compton

Trama
C’era una volta la bellissima principessa Karsen. La sua, però, non è una favola come le altre. Karsen viveva in un regno di malvagità e corruzione, ma al riparo dagli orrori del mondo. Ignara della sofferenza, la principessa era innamorata della città che bruciava intorno a lei, ne amava gli angoli oscuri, le ombre spaventose. Fu così che consegnò il suo cuore nelle mani di un uomo pericoloso e violento, sorda ai suoi avvertimenti: lui diceva di non meritarla, ma lei non voleva credergli. Nonostante la sua indole brutale, quando erano insieme lui si dimostrava attento e premuroso. Karsen doveva sapere che l’oscurità avrebbe inghiottito la città e l’uomo che amava, ma il dolore per il suo tradimento fu tale che si trovò costretta a fuggire, con il cuore spezzato. Gettò via la corona sperando di riuscire a dimenticare e lasciarsi tutto alle spalle. Ma nel regno oscuro di questa favola, la famiglia è tutto. E Karsen non ha altra scelta se non tornare indietro. Ora, però, non è più un’ingenua principessa…

Una storia che aspettavo da tempo e che finalmente ho avuto il piacere di leggere. Lo dico con grande onestà: di questa serie che porta la firma di Jay Crownover  Respect è il libro più bello. Le ragioni possono essere le più disparate, a partire dal fatto che è il romanzo che mi ha suscitato le emozioni più forti, oltre al fatto che i suoi protagonisti appaiono così tangibili e reali.
Quelli precedenti sono Honor (qui la recensione) e Instinct (qui la recensione).
Indubbiamente ammetto senza remore che ho amato ogni singola parola di questa storia.
Attendevo da tempo di poter leggere di Karsen e Booker, di poter scoprire cose c'era tra i due, di conoscerne il rapporto.
Quello che l'autrice ci ha sempre fatto vedere è una ragazzina innamorata e un uomo feroce che la doveva proteggere.
Ma era davvero tutto così semplice?

"Non poteva essere considerato una bellezza classica, non che gli servisse apparire così noioso. Aveva molto di più del suo aspetto esteriore. La sua resilienza, la sua lealtà, la sua perseveranza, la sua forza inarrestabile, la sua intrepidezza... erano state tutte queste qualità ad attirarmi"


Ogni pagina di Respect è una rivelazione, perché ci porta a scavare in una relazione che è sempre andata al di là di cose come parole e contatto, per basarsi per lungo tempo solo sulle affinità.
I due protagonisti sentono e questo basta a cambiare completamente la vita di entrambi.
In meglio? Sicuramente no.
C'è speranza? Con Jay Crownover quella non si deve abbandonare mai.

"Ci incastravamo insieme, come se lei fosse destinata a riempire tutti gli spazi vuoti dentro di me"

Avere tra le mani questa storia è stato come poter finalmente sbirciare oltre il velo del tempo e di tabù che non ci sono più e scoprire come due giovani possano migliorarsi a vicenda.
In Booker c'è più umanità, gentilezza e dolcezza di quanto si possa pensare. Così come Karsen è più indomita e pericolosa di quanto il suo aspetto e la sua età ci facciano immaginare.
Il loro è un amore grande di quelli che riescono a sfidare le leggi del tempo per corrersi incontro, inesorabilmente, nel momento giusto.
C'è passione, attesa, trepidazione per qualcosa di desiderato e agognato a lungo.
C'è da una parte il desiderio di voltare pagina e dall'altra quello di concedersi il diritto alla felicità.
C'è il coraggio di non aver paura e quello di difendere un sentimento potente e unico.


Lo stile di Jay Crownover è unico: trasuda passione, attesa, analisi del personaggi e viene arricchito da momenti di grande trasporto emotivo. L'autrice - con coraggio - ci mostra un mondo dove la sottile linea fra buoni e cattivi è davvero labile.
Perché leggerlo → Perché la scrittura di questa autrice è fuoco, è esaltante e perché finalmente si può dare un nome a qualcosa che ha aleggiato per molti libri. Siamo arrivati al dunque ed è esattamente quello che desideravo.
Buona lettura

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione