martedì 5 marzo 2019

Four Hot Holes challenge: La sfida - Team Vicious - Identikit




"Noi eravamo i quattro HotHoles.
Noi comandavamo quella cazzo di scuola.
Insieme, noi eravamo invincibili"



Benvenuti, oggi partono da qui e dal blog Il bello di essere letti un viaggio e una sfida.
Il viaggio è quello che ci porterà alla scoperta di un personaggio indimenticabile, di una storia profonda, intesa, bellissima e terribile. 
La sfida, invece, sarà quella che metterà alla prova quattro gruppi di blog e quattro personaggi: gli HotHoles i protagonisti della The Saints' series di L.J Shein pubblicata da Always Publishing Editore.
E non potevo essere più fortunata di così perché sarà il team di cui faccio parte a portare alto il vessillo del miglior personaggio maschile di tutti: Vicious.

Ma come si gioca? Ogni settimana alcuni dei blog dei quattro gruppi proporranno contenuti sul loro personaggio di punta e saranno i lettori a scegliere votando sulla pagina Facebook (cliccate sul nome)  L.JShenItalia.
Per Vicious ovviamente dovranno piovere cuori, e che altro se no?

Ora però passiamo alle cose serie, parliamo del nostro protagonista preferito Baron Spencer, per gli amici (pochi) e i nemici (tantissimi) Vicious.


IDENTIKIT CARATTERIALE VICIOUS


Proprio come farebbe lui non voglio indorarvi la pillola: Vicious è un uomo dai mille difetti.
Potremmo scriverci un libro sulle sue mancanza, anzi sapete che vi dico: il libro c'è ed è Vicious - Senza Pietà.
Perché sono rari i personaggi così terribili, ma altrettanto affascinanti, capaci di farsi amare dai lettori
E non è solo per il suo bel faccino o per il fisico da urlo che Baron Spencer si guadagna un posto nel cuore dei lettori.
La verità è che se fosse stato un bad boy dal passato difficile e basta, forse lo avremmo amato un po' meno.
È infatti l'insieme delle sue caratteristiche a renderlo un personaggio unico e indimenticabile.

→ La ricetta di Vicious
Ovvero come preparare un Vicious e tenerlo sempre con te

Il nostro bellissimo protagonista è arrogante e presuntuoso. Lui non sbaglia, non perde e non chiede scusa. 
Forse qualche volta lo fa, ma il numero di parole con la lettera s che lo sentirete dire si conta sulle
dita di una mano.
Quindi mettiamoci un pizzico di arroganza e presunzione.
Non potrebbe esistere Baron Spencer senza una buona dose di intelligenza. Quella capace di renderlo brillante, di non farsi mai cogliere in fallo e di avere sempre la risposta pronta. Di questa ce ne vuole parecchia.
Tutto questo va di pari passo con il senso del possesso, le cose sue devono rimanere tali anche se lui non sa ancora di volerle. Lo so un pizzico contorto, ma vi avevo avvertiti. Nella nostra ricetta di questo ingrediente ce ne va parecchio.
Così come il fatto di non avere scrupoli. Il suo schema di ragionamento è il seguente: quello è il mio obiettivo? Non importa quanti "cadaveri" lascerò lungo il mio cammino per raggiungerlo. Anche di questo aspetto del suo carattere nell'impasto mettetene pure a vagonate, senza limiti.
Sincero: ve lo avevo detto che Vicious ha anche i suoi lati positivi. Ma attenzione lo è, ma ai limiti dell'educazione. Siete stati avvisati, però.
Vendicativo, un sacco vendicativo. Se dovessero scrivere su un dizionario Vicious un sinonimo potrebbe essere proprio questo. Quindi abbondate. 
Sì, potete aggiungerne ancora.
Ancora tranquilli.
Ancora un pochino...
Stupefacente e non per le ragioni sotto gli occhi di tutti, ma per quelle che lo rendono speciale e unico. Questo personaggio vi farà stupire, sarà capace di spezzarvi il cuore e di ricomporlo pezzo per pezzo. Ha tante doti nascoste e accessibili solo a una ristretta cerchia di persone, quelle per le quali farebbe qualsiasi cosa, quelle che vuole proteggere, quelle per le quali sarebbe in grado di gettare via tutto.

Non ho dubbi che sarà in grado di conquistare anche il vostro cuore.
Per scoprire di più sul suo fascino andate a leggere il post su Il bello di essere letti.

E non dimenticatevi di votare per Vicious (seguite la pagina Facebook), chissà magari potrete entrare a far parte anche voi di quel ristretto gruppo di persone speciali.  





2 commenti: