venerdì 15 marzo 2019

Blogtour: Una storia vera di Lygia Day Peñaflor - 4 amici e uno scrittore


Continuiamo il viaggio alla scoperta di Una storia vera il romanzo di Lygia Day Peñaflor uscito il 12 marzo per Piemme. Il blogtour continua e oggi il tema che affrontiamo è "4 amici e uno scrittore".

Una storia vera il romanzo 
Lygia Day Peñaflor
Piemme

Trama
Chi non vorrebbe incontrare il proprio idolo? Chiedergli un autografo, magari perfino scambiarci due parole. Di certo non potresti interessare al tuo idolo. Ma se invece ti sbagliassi? Se ti invitasse a bere qualcosa, o a uscire insieme? Non ci crederesti. Ti sembrerebbe impossibile. Eppure quando Miri, Soleil, Penny e Jonah avvicinano la scrittrice bestseller del momento, Fatima Ro, lei sembra avere occhi solo per loro. Nasce un'amicizia vorticosa, intensa, un rapporto così vero e sincero che i quattro non possono che abbandonarsi completamente a lei. Tutto è perfetto. Tutto sembra perfetto. Fino al momento in cui esce il nuovo romanzo di Fatima Ro. A quel punto tutto cambia, e tu, il tuo idolo, vorresti non averlo mai incontrato.

→ 4 AMICI E UNO SCRITTORE ← 


Se vi capitasse di avere la possibilità di conoscere il vostro scrittore preferito cosa fareste?

E se poi le cose non dovessero andare esattamente come avevate sperato?
La delusione potrebbe essere cocente, così come la rabbia, oppure potreste giustificare il tutto.

Con la tappa "4 amici e uno scrittore" voglio concentrarmi sulle reazioni di Miri Soleil, Penny e Jonah che riescono a conoscere il loro idolo: Fatima Ro. Ma dopo che decide di "tradirli" quale sarà la loro reazione?
Proprio su questa ultima domanda è incentrato il mio approfondimento.

"Una storia vera" di di Lygia Day Peñaflor ci permette di conoscere reazioni e conseguenze che il sogno di ogni lettore può portare e ci permette di farlo proprio attraverso i quattro protagonisti e il loro rapporto con l’autrice.

Fatima Ro ha avuto un grande successo con il suo primo libro, ha parlato in qualche modo di sé stessa e del difficile rapporto con la madre ormai morta; una storia nella quale ha riversato i suoi sentimenti, le parole non dette e attraverso la quale ha potuto dare un finale diverso alla sua vita e quasi riabilitarsi, trovare un nuovo inizio.

Fatima è un personaggio controverso, sembra essere amica e consigliera di quei quattro ragazzi che fa entrare nella sua vita, ma sarà un’amicizia reale o di convenienza? 
Fatima è una giovane ragazza, ma principalmente un’autrice in cerca di una nuova storia per non finire nell’ombra dopo il primo successo. Per un autore è spesso la vita vera la prima fonte di ispirazione, e così accade anche per questo personaggio. Ma vi siete mai posti la domanda di quale sia il confine da non valicare? In questo romanzo quel confine viene certamente valicato, Fatima rispecchia i lati più oscuri di un autore, quelli che lo fanno sentire in diritto di prendere le vite e i segreti degli altri per il proprio tornaconto, di manipolare in qualche modo gli eventi per poter raccontare una storia a loro immagine, mettendo la vita su carta al primo posto rispetto a quella reale.

E poi ci sono Miri, Soleil, Penny e Jonah, i quattro amici che si ritrovano a vivere un sogno che presto si trasforma in un incubo e ognuno di loro ha un ruolo, un proprio carattere, un modo diverso di rapportarsi a Fatima e diverse reazioni al suo comportamento.

Miri è la ragazza popolare, quella che vuole sempre stare al centro dell’attenzione e che per questo è affascinata dal poter diventare amica della sua autrice preferita, al punto da mantenerne le parti anche quando è palese che li abbia usati. Miri rappresenta in qualche modo il desiderio di essere sotto i riflettori, di avere il potere di attirare gli altri, anche se questo porta a conseguenze imprevedibili.

Penny è la ragazza in ombra, quella che sta in disparte e sembra non aver nulla di interessante da dire. Penny vorrebbe avere l’attenzione di quell’autrice che sembra invece non considerare la sua vita interessante a sufficienza per entrare nel suo mondo. Come sarebbe possibile farlo? È qui che il possiamo riflettere su quanto il desiderio di non essere invisibile può diventare pericoloso, perché rischia di non farci avere scrupoli e svelare anche segreti inconfessabili.

Soleil è quella inizialmente più entusiasta di entrare a contatto con questa autrice che ama, ha trasferito le emozioni e i significati del romanzo di Fatima in Fatima stessa, vedendola come una amica, una complice, qualcuno su cui poter contare e alla quale chiedere consigli. Ma un autore è davvero ciò che scrive? I sentimenti, le azioni sono quelle avrebbe lui stesso? E se così non fosse quanto potrebbe essere grande la delusione?

Infine c’è Jonah, il ragazzo che ha un segreto inconfessabile, colui che inizialmente è il meno interessato a conoscere Fatima, ma che poi leggendo il libro e incontrandola vede in lei la persona alla quale affidarsi, colei che lo spinge a cercare quella seconda possibilità che desidera, la redenzione per un peccato che rischia di condannarlo. Jonah è anche colui che vivrà sulla propria pelle le orribili conseguenze di questo rapporto.

Ricerca di notorietà o di comprensione? Un’amicizia vera o un imbroglio?

È interessante anche provare a metterci nei panni dei quattro amici, cercare di capire cosa avremmo fatto noi al posto loro.

→ Se voi poteste diventare amici del vostro autore preferito come reagireste? Lo difendereste sempre e comunque come Miri, cerchereste la sua attenzione in qualsiasi modo come Penny, vorreste la sua complicità e amicizia come Soleil o cerchereste di riscrivere la vostra storia con nuove speranze come Jonah?

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione