giovedì 28 febbraio 2019

Review Party: Non chiedermi di amarti di Megan Maxwell


Amicizia, amore, delusioni e conquiste: tutto questo lo troverete in Non chiedermi di amarti di Megan Maxwell, tre60. 
Oggi sul mio blog e su altri trovate la recensione in occasione del review party, buona lettura.

Non chiedermi di amarti
Megan Maxwell
tre60

Trama
A vent'anni tutte sognano l'amore eterno. Ma Nora non sogna: lei, il principe azzurro, l'ha trovato in Giorgio ed è convinta che la loro unione sia destinata a durare per sempre. E invece Giorgio, dopo vent'anni di matrimonio e al compimento dei (fatidici?) quarant'anni, perde la testa per una seducente ventenne e se ne va di casa. Nora è sconcertata e ferita, ma soprattutto è terrorizzata all'idea di dover ricominciare tutto da capo. Però la vita a volte restituisce più di quello che prende... Grazie al sostegno di Chiara, la sua migliore amica, Nora recupera lentamente la fiducia in se stessa e trova il coraggio di trasformare la sua passione per la fotografia in lavoro. È così che incontra Ian, un ragazzo affascinante, premuroso, che la fa sentire speciale. Ian, però, è molto più giovane di lei. Nora esita: sa quanto dolore può venire da una relazione, specialmente quando la differenza di età è così marcata. Riuscirà Ian a convincerla di essere l'uomo giusto per lei? E Nora finirà per dirgli «Non chiedermi di amarti», rinunciando, magari per sempre, alla possibilità di essere felice?


Un romanzo corale che parla di famiglia, di vita, ma soprattutto di sentimenti. Megan Maxwell firma Non chiedermi di amarti, una storia dalle tante anime differenti.
A partire da quella che racconta la vita due giovani donne, due amiche, la loro amicizia, il matrimonio con due fratelli, il rapporto difficile con una suocera terribile e le delusioni.
E poi la rinascita, il riprendere in mano la propria vita, passando attraverso dolori e gioie.
Ma anche sconfiggendo le paure che la vita ha fatto nascere dentro di loro.
In tutto questo intorno a loro la famiglia: chiassosa, giudicante, spesso fuori luogo, ma sempre luogo in cui alla fine si riesce a trovare il vero conforto, l'amore.
Una famiglia che si mostra essere creata su più anime diverse, su legami che spesso vanno oltre il sangue.
Proprio come quello di Chiara e Nora. Forte ed esuberante la prima, più pacata e riflessiva la seconda.

Quando si diventa grandi si ha il potere di decidere come e con chi si vuole passare la propria vita. E che può succedere di sbagliarsi, ma anche di azzeccare.

Le vediamo crescere, sbagliare, prendere enormi cantonate e dover affrontare grandi dolori, ma alla fine quello che conta è che restano unite, un approdo solido e sicuro dove rimanere quando la vita diventa una tempesta.
In tutto questo, mentre le accompagniamo nel corso della loro esistenza, c'è anche un'ulteriore trama, più misteriosa, che tocca le due protagonista non in maniera diretta, ma che cambierà la loro vita.
E poi le numerose domande. Sull'età, sulla differenza d'età, sui pregiudizi e sulla solidità dei sentimenti. 

Mi preoccupano i sentimenti. Mi preoccupa quello che sento quando la vedo e mi accorgo che lei non prova le stesse cose che provo io. 

Lo stile è adatto a un romanzo dove convivono anime differenti, anche se a volte si perde un po' il senso di orientamento per via delle tante voci che si intrecciano nel corso della storia.
Perché leggerlo → Perché è il libro che fa per voi se state cercando una storia ricca di spunti di riflessione e al femminile. 

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione