martedì 29 dicembre 2015

Ad un bivio tra me e te

"Ad un bivio tra me e te ho scelto noi e l'ho fatto perché in fondo ho sempre saputo che tornare alla vita di prima non mi avrebbe mai restituito la felicità che provo solo quando sto insieme a lui"

Ad un bivio tra me e te
Cinzia La Commare

Trama
E se ti bastasse solo capovolgere il libro per entrare nella storia vista con occhi diversi? Carlotta e Antoine: due mondi e due personalità differenti. Sta a te scegliere da quale punto di vista iniziare a leggere! Carlotta Borghesi, appassionata di cucina, è in cerca di riscatto. Nell'ultimo anno ha perso ogni certezza che possedeva: il lavoro che amava, l'uomo con cui condivideva la vita da otto anni, ma non la fiducia in se stessa. Con una valigia piena di sogni approda in Francia, ma non sa che la sua vita sta per cambiare. Non sa che lei, sta per cambiare! O forse, sta solo lasciandosi andare per la prima volta! Per Antoine il peso di quello che la sua famiglia rappresenta per è sempre più faticoso da sopportare. Lui, dalla vita ha avuto tutto: soldi, popolarità, donne! Nulla che lui voglia realmente. Costretto da sempre ad indossare una maschera che ha finito per confondere con la sua vera identità, si è buttato in una vita fatta di sesso e alcol. Non c'è spazio per l'amore, neanche per se stesso. Qualcosa però sta per riportare alla luce il suo vero animo, quello che nessuno ha mai conosciuto. Quello che ha nascosto sotto alla maschera. Quello che gli fa paura da sempre.

***
Un libro originale, ben scritto e che regala punti di vista di differenti, è quello pubblicato da Cinzia La Commare dal titolo "Ad un bivio tra me e te"
Ho iniziato a leggerlo dal pov di Carlotta e mi sono lasciata trascinare in una storia delicatissima nella città più romantica del mondo. Nella storia di Carlotta e nel suo incontro molto romantico con l'altro protagonista e l'altra voce del libro (Antoine) sapevo che c'era qualcosa che non andava, ma tutto era così perfetto che quando la verità è venuta a galla mi sono sentita impotente e arrabbiata insieme alla protagonista. 
Ma l'autrice ci ha regalato la storia anche dal punto di vista di Antoine e in quelle pagine ho trovato il racconto di un uomo imprigionato in una famiglia che è come una gabbia dorata, la storia di troppe donne e di serate alla ricerca dell'oblio. Fino alla redenzione. 
Non aspettatevi soliti due punti di vista perché "Ad un bivio tra me e te" non è questo. Sono due storie, due emotività diverse, due individui con un bagaglio pesante che si incontrano all'ombra della Tour Eiffel e che devono capire molto di loro stessi.
I personaggi sono interessanti e la psicologia è affrontata bene. Da una parte abbiamo Carlotta che ha bisogno di fuggire da un ex che le ha sgretolato la vita. Dall'altra abbiamo Antoine che vuole scappare da aspettative che non lo rappresentano. Due persone che  è si allontanano da qualcosa  e un sentimento che non ne vuole sapere di non esplodere.
Buona la scrittura e anche il controllo del testo.
Consigliato perché a tutti è concesso di sognare quando di mezzo c'è la Tour Eiffel.
Buona lettura

1 commento:

  1. Quest'idea del doppio pov girando il libro l'ho trovata in diversi libro quest'anno e l'adoro!
    Io sono una fan dei pov al maschile, quindi già so che inizierei da quello di lui XD
    Me lo segno!

    RispondiElimina