martedì 28 ottobre 2014

The Host - L'ospite

"Anima. Immagino che fosse la definizione più opportuna. La forza invisibile che guida il corpo"


The Host - L'ospite
di Stephanie Meyer
Rizzoli

Trama
In un mondo dominato dagli alieni, c’è ancora una speranza per gli uomini. L’amore. Appassionante, commovente, ipnotica. La storia di due anime in un solo corpo.


***
Come ci sentiremmo se la nostra anima e il nostro corpo fossero scissi, o meglio se in un solo corpo esistessero due anime distinte, ma solo una delle due fosse la "proprietaria" e l'altra l'intrusa. La Meyer in questo libro lo spiega molto bene.
"The Host" è un bel romanzo di fantascienza. Degli alieni hanno invaso la terra, in maniera abbastanza pacifica e proprio con lo scopo di renderla un posto migliore (non concepiscono la violenza) usano il corpo degli umani, vi si insinuano come anima e lo curano. Il risultato è che hanno creato una nuova società dove le persone fanno i lavori per cui sono maggiormente portati, offrendo un servizio. Non esiste il denaro, perché si presuppone che tutti collaborino in maniera uguale al sostentamento del mondo. Un'organizzazione all'apparenza perfetta, dal loro punto di vista. 
Perché com'è tutta la situazione vista dagli umani?
Decisamente diversa, ma non mi addentro troppo in quest'argomento altrimenti rischio lo spoiler. Diciamo solo che si sentono perseguitati, vivono da fuggiaschi e cercano di sopravvivere.
Sicuramente vedono gli alieni come intrusi.
La scintilla di speranza l'accende come sempre l'amore, perché "The Host" è anche un libro sull'amore (in fondo un po' tutti lo sono) e sulla forza di volontà, ma soprattutto sul sentimento, sulle scelte che ti porta a fare e su come ti condiziona, sempre.
L'autrice è riuscita alla perfezione nel suo intento di rendere visibile la schizofrenia di due menti in solo corpo, a cui solo due protagoniste forti e coraggiose come Viandante e Mel possono resistere.
Molto più profondo di Twilight, riesce a scandagliare in maniera più profonda le emozioni.


Dal libro è stato tratto anche un film, ecco il trailer (io i protagonisti non li avevo immaginati proprio così…):




Nessun commento:

Posta un commento