mercoledì 22 marzo 2017

I martedì delle ragazze: citazioni e tazze di tè

Lo so è mercoledì, ma facciamo che chiudiamo un occhio e ci gustiamo le citazioni scelte da me e dalle mie amiche e colleghe blogger Deb di Leggendo Romance e Isa del Bosco dei Sogni Fantastici?

Diteci la vostra frase della settimana




Deb - Leggendo Romance: «Quello che fai non dev’essere sempre finalizzato a uno scopo. A volte
puoi fermarti, o almeno fare una pausa. A volte puoi esistere e basta.»
“Cose che non voglio dimenticare” di Lara Avery – Mondadori Chrysalide
Ho scelto questo passaggio del romanzo della Avery perché trovo che viviamo in una realtà in cui tutto ciò che facciamo sia fatto per ottenere qualcosa, per uno scopo preciso, che sia il successo, l’approvazione degli altri, la sopravvivenza, mentre invece sarebbe bellissimo e probabilmente molto più appagante riuscire a fare le cose per come vengono, semplicemente senza aspettative. Credo che questo sia il segreto per poi arrivare alla realizzazione personale e alla propria soddisfazione.









Isa - Bosco dei Sogni Fantastici: «L’analisi del dettaglio, risulta straordinariamente facile
quando si sta dormendo. Il rumore caotico della veglia si assopisce… Gli elementi si adagiano lentamente, ordinati al loro posto e improvvisamente tutto diventa chiaro. Come quando si esce dalla città lasciandosi alle spalle una coltre fitta, fumosa e sporca. Si procede verso la periferia dove quella nebbia lascia il posto all’aria limpida che risveglia i sensi intorpiditi e schiarisce le idee».

SteamBros Investigations: L'armonia dell'imperfetto, Alastor Maverick e L.A. Mely - Dark Edizioni
Mi piace lasciarmi trasportare dalle parole degli autori e immaginare, quindi, quello che loro descrivono.. è vero che alcune idee ed alcuni dettagli spiccano di netto a pochi instanti prima del risveglio? Davvero la veglia rende certe cose visibili, sebbene prima di prender sonno non lo erano affatto? Sinceramente non ci ho mai fatto caso, lo ammetto, eppure pare che si possa valutare come la cosa sia fattibile.. e descritta così, ammetto che mi intriga alquanto.






Virgi - Le Recensioni della Libraia: «La vita tiene sempre il conto. In ogni istante»

Scia di sangue di Karin Slaughter - HarperCollins
Questa è una frase a cui penso spesso nei momenti difficili, quando mi sembra tutto pesante e le difficoltà impossibili da gestire! Ecco in quei casi voglio sempre credere che la vita tenga il conto, che poi un giorno mi ripaghi degli sforzi fatti



Recensione:Il buio ha il suo respiro


Esce oggi Il buio ha il suo respiro secondo libro della duologia scritta da Cinzia La Commare. Se volete rinfrescarvi le idee ecco la mia recensione a Il buio ha il suo odore, il primo volume
Ma, prima di dirvi la mia opinione, vi lascio ammirare il booktrailer e poi i dati del libro


«E non ti dirò che senza te non posso vivere, posso farlo. 
Posso fare tutto, anche se non sarà mail lo stesso»


Il buio ha il suo respiro - Il buio (secondo e ultimo volume)
di Cinzia La  Commare
Self publishing

Trama
Decidere di andare via non è stato facile per Andrea, ma la situazione con Alisa gli era sfuggita di mano come era già accaduto in precedenza nella sua vita tutt’altro che normale.
Tornato a Milano, nel suo impersonale ufficio ai piani più alti di un grattacielo, cercherà di dimenticare la donna di cui si è innamorato così come avrebbe già dovuto fare. Non avrebbe dovuto innamorarsene!
Ma l’attrazione e i sentimenti che prova per Alisa continuano a dominarlo al punto che pur di non perderla è disposto a rivelarle ogni cosa.
Ancora una volta saranno costretti a dover fare i conti con un passato che torna a frapporsi tra loro e Alisa, logorata dalla rabbia e dalla forte attrazione che continua a spingerla verso Andrea, si ritroverà a dover prendere una decisione, forse la più importante della sua vita.
Questo è l’ultimo volume della duologia “Il buio”. Una storia di intrecci, inganni e segreti. Un nuovo amore minacciato dal passato e una decisione da dover prendere oltre la paura e la passione. 


Non avevo dubbi, ma sono felice di sapere che "Il buio ha il suo respiro" - secondo volume della duologia Il buio di Cinzia La Commare - non ha deluso le mie aspettative. Questa volta a raccontare la sua storia è Andrea, ma attenzione non si tratta di un pov, bensì di un altro libro.
Se "Il buio ha il suo odore" ci aveva trascinato alla scoperta di una storia fatta di soprusi e dolore, quella raccontata in questo nuovo romanzo (disponibile da ieri) ci trascina in un mondo che non ci aspettiamo, in una trama che si snoda sotto i nostri occhi e che ci lascia senza fiato


Chi è Andrea? E' la domanda che mi sono ripetuta nella testa dal primo momento in cui lo abbiamo incontrato nel volume precedente. Qual è il legame fra i due protagonisti? Come sono arrivati a oggi? Cinzia è riuscita a gettare fumo negli occhi, a incantare il lettore e a portarlo  a fare congetture e ipotesi. Se sono ragionamenti sensati, però, lascio che siate voi a scoprirlo.

«Era amore, era bisogno, era sollievo ed era la cura per ogni sofferenza 
che ci aveva segnato e spinto l'uno verso l'altra»

Il buio ha il suo respiro mi ha lasciata più volte senza parole, perché il dolore è dolore da qualsiasi angolazione si guardi e qualunque sia la reazione. Perché la verità è che sia Andrea che Alisa sono stati spezzati: dalla vita, dagli affetti, dagli eventi. E si troveranno a dover ricostruire i pezzi che li componevano, magari non riponendoli nella stessa disposizione, magari i buchi e le ferite inflitti dalla vita resteranno come cicatrici, ma il loro obiettivo sarà quello di rinascere.
Il messaggio è positivo, perché per quanto difficili possano essere le prove ne porteremo sempre i segni, ma potremo rialzarci.

Cinzia ci mostra anche come la vita possa essere beffarda, burlarsi di noi, mescolare le carte e metterci alla prova. Sta a ognuno cercare di trovarne ogni volta il senso.

Una scrittura fortemente emotiva, ma anche d'impatto, che non lascia  spazio all'immaginazione. Un libro che vi troverete a divorare.

Buona lettura


lunedì 20 marzo 2017

Viaggi da poltrona #69

Buon inizio settimana, oggi partiamo alla scoperta di tante mete nuove visitate da Deb di Leggendo Romance e me grazie al magico potere dei libri.
Viaggiate con noi?

1) Dove eri?
2) Dove sei?
3) Dove andrai?

Deb - Leggendo Romance

1. Ero in Inghilterra con Juliet in "Piccoli passi di felicità" di Lucy Dillon - Garzanti
2. Sono in California con Gwen e Neil di Fidanzata di venerdì di Catherine Bybee - Leggereditore
3. Andrò nel Maine con Levi e Delilah in "Remember" di Ashley Royer - DeA



Virgi - Le Recensioni della Libraia

1. Ero ad Atlanta con Will Trent di Scia di sangue di Karin Slaughter - HarperCollins Italia
2. Sono a Milano, La Thuile e Roma con Andrea e Alisa di Il buio ha il suo respiro di Cinzia La Commare - Self
3. Andrò in California con Gwen e Neil di Fidanzata di venerdì di Catherine Bybee - Leggereditore

venerdì 17 marzo 2017

Parola all'editore


#4 - L’attesa


Nell’ultimo post ho fatto un piccolo elogio della lentezza, ossia di quanto sia importante prendersi del tempo prima di partire alla carica verso le case editrici con il testo in mano, tempo necessario per far maturare e macerare le proprie parole sul foglio, per permettere, dopo un po’, di rileggerle con occhi più critici e obiettivi.

Collegata alla "lentezza" è l’"attesa". L’attesa di una risposta, l’attesa del tanto desiderato "Visto. Si stampi". L’attesa del "Ce l’ho fatta!".

In cosa si traduce: in venti e-mail nel giro di un mese agli editori, chiedendo se il testo è stato visionato. Spamming sulle pagine social degli stessi per cercare di capire a che punto è la lettura. Orticaria che aumenta ogni giorno che passa perché nessuno si è ancora degnato di rispondere alle venti e-mail.

Foto: eticamente.net

Quasi tutte le case editrici riportano sul loro sito internet i tempi medi di lettura, e quindi di risposta. Non tutte rispondono per dire “No”. Sta all’aspirante autore informarsi prima sul sito della casa editrice, poi sui diversi siti dedicati agli scrittori, in merito al modus operandi di ognuna.

Quello che è certo, il 99% delle redazioni che si trovano nella casella di posta una mail al giorno dello stesso scrittore in “attesa” di una risposta svilupperanno per tale scrittore una reazione allergica pari al glutine per un celiaco di prim’ordine.

Purtroppo (o per fortuna) una redazione non passa tutta la sua giornata a leggere manoscritti. Gli impegni sono molti, le attività pure. Perciò o la casa editrice è abbastanza grande da avere una persona che si dedica esclusivamente alla valutazione dei manoscritti (ma comunque non un robot…), oppure deve inserire le letture all’interno di un programma che comprende altre decine di impegni (e scadenze!).

Armatevi di pazienza, trascorrete il tempo dell’attesa leggendo, studiando, informandovi e magari scrivendo qualcosa di nuovo. Ma state lontano dalle e-mail!

- Annalisa - 


Test for bookaholic: Quale sarà il tuo fidanzato di carta più passionale?

Torna l'appuntamento con i test, questo mese Deb di Leggendo Romance ed io ci dedichiamo ai fidanzati di carta più hot. La scrematura è stata davvero difficile, ma alla fine ci siamo riuscite. Pronte a scoprire quale sarà il vostro fidanzato di carta più hot?



QUALE SARA' IL TUO FIDANZATO DI CARTA PIU' HOT?

1) Quale tipologia di uomo vi attrae di più?
a) Un uomo dalla bellezza classica, muscoli ben definiti, capelli e occhi chiari
b) L’uomo massiccio e imponente, bello ma dall’aria scontrosa
c) L’uomo con l’aria da ribelle, capelli abbastanza scarmigliati, qualche tatuaggio e/o piercing
d) L'uomo che in apparenza sembra un poco di buono, ma che ci insegna ad andare al di là delle apparenze
e) Sportivo e bellissimo. Senza tralasciare l'ironia
f) Un musicista, bello ma divertente. Che faccia una battuta dietro l'altra

2) Quale caratteristica deve avere un uomo per farvi “cadere nella rete”?
a) L’uomo deve essere deciso e onesto, fare capire subito le sue intenzioni senza trucchetti
b) Non si deve mostrare interessato, anzi deve stuzzicare il vostro desiderio di conquista
c) Lui deve essere presente, protettivo ma mai invadente, che mantenga qualche mistero
d) Deve avere un fascino irresistibile, occhi viola e l'aria scontrosa
e) Deve non mollare finché non mi fa cedere
f) Deve farmi ridere a crepapelle

3) Cosa dovrebbe fare al primo appuntamento?
a) Farvi capire quanto sia attratto fisicamente da voi
b) Essere un po’ geloso e protettivo
c) Farvi un ritratto
d) Primo appuntamento? Cose ormai passate di moda
e) Portarmi a vedere le stelle
f) Facciamo che si trasferisce direttamente a casa mia?

4) Quando siete fra di voi, come lo preferite? (Nel senso di passionale, dolce...)
a) Deciso in ciò che vuole e sicuro di ciò che fa
b) Passionale ma che non riesce a lasciarsi andare del tutto
c) Dolce e attento a voi
d) Passionale e irruento
e) Dolce e comprensivo
f) Molto esperto

5) In caso di incomprensioni, che atteggiamento preferite?
a) Mi ricopre di regali per farsi perdonare
b) Vi risponde per le rime fino a che il battibecco si trasforma in passione
c) Si arrabbia, si isola per razionalizzare e poi ritorna da voi più affettuoso di prima
d) Chiama un negozio con il mio nome e mi promette amore eterno
e) Mi capisce e accetta i miei tempi
f)Mi porta un regalo e fa a botte per me


Per le risposte A - B - C vi aspetta Deb di Leggendo Romance QUI

PIU' RISPOSTE D
Nash, tatuato, con occhi dal colore viola, atteggiamento scontroso ma un cuore gigantesco. Ha un lavoro creativo, che ama e su cui investe molto, un gruppo di amici fidati e legati fra loro come una famiglia e quando perde la testa lo fa per sempre. Lo potete conoscere in Oltre i segreti di J. Crownover









PIU' RISPOSTE E
Cam: bello, sportivo e che prepara colazioni super e direttamente a casa vostra. Ammetto che per me
è stato amore a prima vista. Anche lui è disponibile, di cuore e molto legato alla sua famiglia. Onestamente è la mia prima scelta. Lo incontrate in Ti Aspettavo di Jennifer Armentrout (Foto tratta da Pinterest)








PIU' RISPOSTE F
Mal Ericson musicista, divertente, (conoscetelo e giuro che la sua ironia è contagiosa) irriverente e... che ve lo dico a fare: super super super sexy.
Mal fa parte di un gruppo rock molto famoso, gli Stage Dive, ed è molto legato ai suoi compagni, lo potete conoscere in È stato solo un gioco di Kylie Scott (immagine Pinterest)

giovedì 16 marzo 2017

Segnalazione: Un'anima che vibra

L'uscita di oggi targata Leggereditore (dal 30 anche in libreria) è Un'anima che vibra di Loredana Frescura e Marco Tomatis. Scopriamola insieme


Un'anima che vibra 
Loredana Frescura e Marco Tomatis
Leggereditore

Trama
Domenica, detta Mimì, diciassette anni, vive con la mamma Caterina e la zia Diletta a Roma. Da un giorno all’altro la sua famiglia si trasferisce in un piccolo paese, Piandiperi, dove la fabbrica presso cui Caterina lavora come operaia ha aperto un nuovo stabilimento.
Per Mimì si tratta di un cataclisma che stravolge la sua esistenza tranquilla e rassicurante. Ma proprio in quel paese “sbagliato dalla A alla Z”, dove a dispetto del nome non c’è l’ombra di un albero, e un ragazzo dalla pelle d’ambra può chiamarsi Gaetano e sfrecciare a bordo di un carretto, Mimì, che si sente “sbagliata dall’uno all’infinito”, finirà col trovare sé stessa. Soprattutto, guarderà con occhi nuovi sua madre e scoprirà che non è affatto la donna rinunciataria e fredda che ha sempre creduto. Dietro un’apparenza remissiva e dimessa, Caterina nasconde una forza e una vitalità che Mimì non avrebbe mai immaginato e che sono quanto di più importante una figlia possa imparare dalla madre.
Una storia intrisa di gioia e dolore, poesia e stupore, proprio come la vita.


Bio
Loredana Frescura è nata a Papiano, un piccolo borgo della provincia di Perugia, tra campi di girasole, colline di ginestre e molto cielo. Da oltre vent’anni pubblica storie a volte forti, a volte tenere di ragazze e ragazzi che cercano di coltivare i propri sogni. Appassionata di cinema, ama pedalare piano con la sua bici.
Marco Tomatis è nato a Mondovì, vicino Cuneo, dove ha lavorato come insegnante. Ha ideato sceneggiature per fumetti, creando personaggi che hanno visto la luce su diversi giornali, e scrive romanzi per un pubblico di bambini e adolescenti.
Insieme hanno firmato diversi libri, tradotti anche all’estero. Con Fanucci Editore hanno pubblicato Il mondo nei tuoi occhi, vincitore del premio Andersen, Un anno dopo, l’amore, Forever, Il quinto battito del cuore, Come Checco detto finocchio si salvò.

Segnalazione: Assalto a Villa del Lieto Tramonto

Terzo e ultimo capitolo della Trilogia di Helsinki: da oggi 16 marzo sarà disponibile Assalto a Villa del Lieto Tramonto, edito da Sonzogno

Assalto a Villa del Lieto Tramonto
di Minna Lindgren
Sonzogno

Trama
Villa del Lieto Tramonto non è più la stessa. Un avveniristico progetto di teleassistenza, combinato alle stravaganti invenzioni della domotica, ha scombussolato ritmi e abitudini della residenza per anziani alla periferia di Helsinki. Che fare se il frigorifero parlante ripete all’infinito la lista degli alimenti in scadenza? Come intrattenere il robottino da compagnia per evitare la raffica dei suoi stupidi quiz? Tra una partita di canasta e un caffè solubile, sono questi i nuovi argomenti di conversazione di Siiri, Irma e Anna-Liisa, le tre arzille e affiatate amiche che mai avrebbero immaginato – a novant’anni suonati – di doversi difendere dai minacciosi prodigi della tecnica. Da quando il personale in carne e ossa è stato licenziato, gli ospiti del Lieto Tramonto comunicano con l’esterno attraverso sofisticate e irritanti pareti intelligenti, mentre le macchine si occupano di tutto. Ma chi controlla dal cloud questa fredda tecnologia e chi lucra sul suo massiccio impiego? I dubbi si infittiscono nell’impavido e inseparabile terzetto di nonnine dopo la comparsa di misteriosi volontari: si presentano come fervidi credenti, ma la loro ostinazione nel racimolare donazioni in denaro è a dir poco sospetta. Per fare luce sulle loro reali intenzioni serviranno tutto il sangue freddo di Siiri, la spensierata vaghezza di Irma, l’acume di Anna-Liisa... e un inatteso aiuto della cara, vecchia Madre Natura.

Minna Lindgren è giornalista, melomane e vive a Helsinki. Assalto a Villa del Lieto Tramonto è il terzo episodio della sua fortunata trilogia, già tradotta in 11 paesi.