mercoledì 20 novembre 2019

Review party: I viaggi di Corentin di Michel Bussi


Oggi parliamo di una storia per bambini, una storia bellissima che ha superato l'approvazione anche dei miei piccoli con i quali ho letto qualche passaggio. Ecco la recensione di I viaggi di Corentin di Michel Bussi in occasione del review party.
Grazie come sempre a Susy di I miei magici mondi ed Ely di Il regno dei libri per avermi coinvolta.

I viaggi di Corentin
Michel Bussi
DeAgostini Planeta
Trama
Corentin è un bambino speciale. Non ci sono vincoli alla sua immaginazione sconfinata. Lui sa viaggiare nel tempo, nello spazio, nei ricordi. È in grado di trasformarsi in un re che parla coi fiori, ma all'occorrenza sa intrattenere lunghe chiacchierate con la scala a pioli nel garage dello zio o con la vecchia automobile della mamma. Soprattutto... sa riconoscere una strega! Riconoscere le streghe non è cosa da poco. Gli adulti, ad esempio, non ci riescono. E così quelle megere se ne approfittano e risucchiano loro la fantasia. Li rendono grigi. Sterili. Vuoti. Per fortuna ci sono Corentin e i suoi amici, una squadra di bambine e bambini ribelli e determinati, che non hanno paura di osare, credere, far correre l'immaginazione come libellule al galoppo tra le stelle. Solo così le streghe possono essere sconfitte. Solo così il grigio dilagante del nostro mondo può essere fermato. Il libro di Michel Bussi parla ad adulti e bambini attraverso racconti allegorici, semplici e profondi insieme, specchio dei nostri giorni. In una realtà in cui la tecnologia tende a isolare e atomizzare l'uomo, Bussi ci sfida a usare il potere della fantasia. Ci sfida a leggere, osservare, ascoltare, lasciarci trascinare dai colori, dall'arte e dalla gratuità dell'amicizia.

Ve lo ricordate il modo in cui guardavate le cose  quando eravate dei bambini?
Io quella sensazione di magia me la porto ancora addosso, grazie ai miei bambini che ogni giorno mi insegnano che tutte le cose possono dare vita a un'avventura straordinaria. Ma anche offrirmi spunti di riflessione sulla vita e le sue tante sfaccettature.
Per questo mi sento di dire che I viaggi di Corentin di Michel Bussi è un romanzo che deve essere letto dai bambini, ma soprattutto dai grandi. Come tutte le storie del resto. Perché ci aiuta a rimettere a fuoco il vero valore delle cose, ci riavvicina al mondo e alla sua bellezza, ci fa fermare a riflettere.

Corentin era un bambino curioso... 
Tutti i bambini sono curiosi, direte voi. E avete ragione. Mi correggo: Corentin era un curioso esemplare di bambino. Curioso nel senso che non solo si sorprende a con facilità, ma lui stesso poteva essere sorprendente. Diverso, se preferite. 

Corentin è un bambino con la capacità straordinaria di parlare con gli oggetti e quel talento lo rende protagonista di fantastici racconti, racconti che l'autore presenta a noi lettori e che sono arricchiti da disegni bellissimi, capaci di racchiudere il senso del romanzo. Delicati, a tratti onirici, sono il risultato dello straordinario lavoro dell'illustratore Éric Puybaret.


Giustizia, scelte, amore: sono solo alcune delle tematiche che vengono affrontate nel corso del romanzo. 
Con storie straordinarie l'autore ci porta piano piano a comprendere  tante sfaccettature della vita, dalle emozioni belle a quelle più dolorose. Il tutto mantenendo un registro narrativo adatto ai bambini, che però risulta coinvolgente anche per noi adulti. Un sipario che si apre su tematiche che accompagnano i più piccoli a diventare giovani lettori. 
Così Michel Bussi  storia dopo storia arricchisce il cuore di noi adulti e ci insegna che spesso diamo per scontate troppe cose. 
I viaggi di Corentin è un romanzo che regalerò, per i tanti spunti di riflessione che contiene e perché è un bel libro, scritto bene, scorrevole e coinvolgente. 

Farsi beffe degli adulti, farli urlare... A loro piace così tanto! È bello dar loro finalmente un pretesto per rivolgersi la parola, in quella calca anonima

Dopo aver letto l'autore alle prese con una storia per bambini mi è venuta voglia di scoprirlo anche come autore per adulti. 
Perché leggerlo→ perché guardare le cose da una prospettiva differente è sempre fonte di grande arricchimento. 
Buona lettura! 


2 commenti:

  1. Ciao! Di Bussi ho letto un solo libro, un giallo meraviglioso. Avevo visto questo...dopo il tuo pensiero mi ispira ancora di più

    RispondiElimina
  2. Sono rimasta piacevolmente sorpresa da questa lettura e che bello sapere che anche i tuoi bimbi hanno apprezzato qualche passaggio. Credo che certe storie sono belle sia per grandi sia per piccoli ed è una cosa bellissima

    RispondiElimina