lunedì 20 gennaio 2014

Trilogia di Mara Dyer, i primi due romanzi

"Respirai lentamente. Non volevo lavarmi. Non volevo tornare in classe. Ma più a lungo restavo chiusa lì e più alte erano le probabilità che il prof mandasse l'infermiera a cercarmi. E quello davvero non potevo permettermelo, così mi misi davanti al lavabo, che era coperto di brandelli di asciugamani di carta e sollevai lo sguardo. La ragazza nello specchio sorrise, ma non ero io".
Tratto da "Chi è Mara Dyer?"


Di Michelle Hodkin
Mondadori Chrysalide

Mara Dyer è diventata la mia ossessione. Giuro! Da quando quest'estate ho letto i primi due libri di questa trilogia scritta da Michelle Hodkin ed edita da Mondadori (Collana Chrysalide), attendo con ansia il terzo e ultimo libro.
Ma proseguiamo per ordine. Intanto il genere è paranormal thriller - paranormal romance. La trilogia si apre con una serie di domande che affollano la mente della giovanissima protagonista, Mara Dyer, un'adolescente che si risveglia da un coma dopo un episodio traumatico. Ve lo dico già, se la scrittrice è generosa  nel disseminare la trama di colpi di scena, non è così magnanima dal rispondere ai tanti quesiti che via via si fanno più fitti e numerosi con l'avanzare della lettura.
Insomma questi libri sono terrificanti, non fraintendetemi, li ho adorati, ma fanno veramente paura. Ti prendono e ti fanno scivolare insieme alla protagonista in un abisso di follia (perfette le copertine dei libri), per cui il lettore non riuscirà più a distinguere la realtà dal delirio, i buoni dai cattivi, la trama dal sogno. E Mara non è una normale adolescente, o almeno lo è stata ma prima che il prologo, l'evento scatenante, le modificasse completamente la vita. Noi la conosciamo solamente dopo, lontana dalla sua esistenza di un tempo, in un altro Stato, dove si è trasferita insieme alla famiglia. La troviamo in bilico costante fra la normalità e la pazzia e vittima di allucinazioni. Ma attenzione in questi libri non sempre quello che sembra poi alla fine si rivela essere reale.
Fantastico anche il protagonista, Noah, l'unico che la sostiene e le crede anche quando tutti pensano che stia sempre peggio. Forte, sexy, protettivo, arguto è il classico personaggio maschile di cui è difficile non innamorarsi. La relazione tra i due è veramente intrigante.
Assuefazione è la parola che meglio riesce a descrivere quello che si prova nel corso della lettura. Senza ombra di dubbio la patologia mentale, reale o presunta, esercita un certo fascino, soprattutto nel suo lento e lucido evolversi.
Inquietanti, onirici, dark e paranormali: i due romanzi mi hanno letteralmente lasciata senza fiato. L'ambientazione nella calda e assolata Florida, a Miami, che potrebbe stridere con le tematiche dei romanzi, invece rende il tutto ancora più intrigante.
Consigliati a chi ha amato The Black Swan.
(I due romanzi usciti sono "Chi è Mara Dyer?" e "Io non sono Mara Dyer")

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione