giovedì 25 maggio 2017

Recensione: Bad Love

«Ognuno di noi è di più della semplice  somma delle sue parti, Bax»

Bad Love  - Welcome Series
Jay Crownover
Newton Compton

Trama
Sexy, dark, pericoloso, Bax non cammina solo sul binario sbagliato… lui è il binario sbagliato. Criminale, delinquente e attaccabrighe, ha preso un sacco di pessime decisioni, e una di queste lo ha portato in prigione per cinque anni. Ora Bax è fuori e in cerca di risposte, e non gli importa cosa dovrà fare o chi dovrà ferire per trovarle. Ma non ha fatto i conti con Dovie, una ragazza innocente e pura… Dovie Pryce sa bene cosa comporti vivere una vita difficile. Ha sempre cercato di essere buona, di aiutare gli altri, e non si è mai lasciata trascinare giù dalla tristezza. Eppure le cose per lei non hanno fatto che peggiorare. A quanto pare, l’unica persona che può aiutarla è l’ex-detenuto più spaventoso, sexy e complicato che sia mai uscito da The Point. Bax le fa paura, risveglia in lei sentimenti che non avrebbe mai pensato di provare. Ma a Dovie non serve molto per capirlo: certe volte le persone migliori per noi sono proprio quelle che dovremmo evitare…






Dimenticatevi la Tattoo series di Jay Crownover, dimenticate anche la Saint of Denver serie, perché in Bad Love troviamo atmosfere cupe, un cattivo ragazzo, e tanta tanta adrenalina. Non cercate il cattivo ragazzo che si redime? Allora questa è la storia che fa per voi!
Jay Crownover ci porta in una città qualunque, in un quartiere disagiato dove sopravvivere è già una grande fortuna. Il come non importa, l'obiettivo è quello di arrivare vivi e vegeti alla fine di ogni giornata.

«Da una parte c'è la persona che vogliamo essere, dall'altra quella che dobbiamo essere per andare avanti in questa vita. Trovare il giusto equilibrio tra queste due parti è tutto ciò per cui vale la pena lottare»

Lì incontriamo Bax, appena uscito dal carcere dove si è fatto cinque anni. Lui deve far luce sulle ragioni che lo hanno portato alle manette e per farlo deve anche ritrovare il suo migliore amico. Per queste ragioni sulla sua strada incontrerà Dovie, una ragazza che con lui ha veramente poco a che fare, ma (esatto, c'è sempre un ma) è anche una delle poche che riesce a vedere la doppia personalità di questo ragazzo, di vedere quel lato di Bax che forse neppure lui conosce così bene.

Bax e Dovie sono personaggi diversi, ma accomunati da un retaggio culturale uguale e sarà loro il compito di accompagnare il lettore attraverso le vicende adrenaliniche di Bad Love.

«Solo tu è dannatamente di più di quanto la maggior parte delle persone possa offrire»

Meno spazio ai sentimenti (ci sono però, eh) e tanto all'azione, rendono questo libro della Crownover un romanzo da leggere alla velocità della luce. Io adoro questa autrice e non posso non essere felice di poter leggere anche questa serie, decisamente dalle tinte più dark rispetto ai suoi lavori precedenti.

Una lettura che consiglio a chi ama i misteri, a chi va alla ricerca del colpo di scena e a coloro ai quali piacciono gli eroi pieni di difetti e zone scure che non riusciranno mai a redimersi completamente.

Buona lettura

Nessun commento:

Posta un commento