mercoledì 29 aprile 2015

Libri & cucina: un pericolosissimo frullato insieme a Patrick Bateman

L'estate sta arrivando e con lei aumentano anche tutte le ansie da prova costume, soprattutto per noi fanciulle! Ecco quindi che la rubrica "Libri & cucina" torna con un romanzo che non è adatto (almeno per me) per essere letto sotto l'ombrellone, ma che con la cura del corpo maniacale ci azzecca parecchio e una ricetta super sana e veloce.
Pronti a gustarvi un accoppiata veramente azzardata?
Partiamo subito con il mio suggerimento libroso. È un romanzo di cui avevo anche accennato qualche cosa su Instagram (se mi volete seguire, di lato nel blog trovate tutti i bottoni social), in particolare perché il protagonista è un cattivo di quelli che più di così non si può, fissato con l'estetica e anche con la forma fisica naturalmente: American psycho
Siete caduti dalla sedia? Mi state prendendo per pazza? Prima di qualsiasi giudizio leggete il libro, magari gustandovi una bella bevanda dissetante. Intanto vi posso dire che conoscerete un protagonista da brivido, Patrick Bateman,  e che verrete immersi nella New York yuppie e consumistica degli anni Ottanta, sarete abbagliati da abiti, accessori, ristoranti, piatti, locali perfetti. Ma incontrerete anche il buio, talmente nero che qualcuno mi ha confessato di non essere riuscito a finire di leggerlo. Siete pronti?
Vi lascio alla copertina e alla trama, prima di arrivare alla ricetta di Francesca
Buona lettura


American Psycho
Bret Easton Ellis
Einaudi

Trama

Patrick Bateman è giovane, bello, ricco. Vive a Manhattan, lavora a Wall Street e con i colleghi Timothy, David, Patten e Craig, frequenta i locali più alla moda, le palestre più esclusive e le toilette dove gira la migliore cocaina della città, discutendo di nuovi ristoranti, cameriere corpoduro ed eleganza maschile. Ma la sua vita è ricca di particolari piuttosto inquietanti e quando le tenebre scendono su New York, Patrick Bateman si trasforma in un torturatore omicida, freddo, metodico, spietato.


***


Frullato di frutta fresca e miele (di Francesca)


Premetto che non sono una grande amante dei frullati, se non per quel senso di appagamento da “buona azione salutista” che ti lasciano dopo averli bevuti...questo però ha dalla sua anche una nota sensuale di miele a renderlo più interessante e sfizioso!

Ingredienti:
½ mela con la buccia
1 kiwi
150 grammi di succo di arancia appena spremuto
1 cucchiaino di miele
50 grammi d'acqua 


Frullare il tutto (con il Bimby 30 sec. vel. 8) e consumare subito. 

4 commenti:

  1. Ecco finalmente il solito appuntamento con questa rubrica che adoro *-*
    Il libro "American Psycho" non l'ho mai letto ( non rientra nei generi che mi piacciono maggiormente) però secondo me è uno di quei libri che nella libreria di un vero lettore non possono mancare. Perciò prima o poi penso che lo leggerò ( sicuro non sotto l'ombrellone XD).
    Carinissima anche l'idea del frullato con il miele, per me che sono ghiotta di frutta e miele è l'ideale! Grazie per l'idea, bellissima e utile come sempre! baci :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo! Se lo leggi fammi sapere cosa ne pensi :) a me é piaciuto molto, però è decisamente un libro forte
      Un bacio grande

      Elimina
  2. Adoro i frullati di frutta, poi con il caldo sono davvero gustosi e dissetanti! Il libro American Psycho non l'ho ancora letto. Un bacio e buon inizio maggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacciono molto anche a me, sopratutto se me li preparano ( a tal proposito sto cercando di lavorarmi il maritino)... Se lo dovessi leggere... Baci

      Elimina