lunedì 18 maggio 2015

Sono tornata bambina al SalTo15


Vi ricordate le notti prima delle gite? L'emozione della partenza, la gioia di vedere posti nuovi e la sveglia biologica che suona ogni ora per controllare se è finalmente arrivata quella della partenza. Ecco, io mi sono preparata al Salone del Libro  così. E ieri ero uno straccio ancor prima di partire, ma adrenalinica. 
Ma non potete immaginare i miei occhi a cuore quando ho respirato l'aria del Salone.
Arrivati, la prima sosta è stata nel reparto bambini e, come potete vedere, buon sangue non mente.



Sappiate che per portarlo via di lì ci sono volute quattro braccia, tanta pazienza e una breve sosta in una sala dedicata alla lettura di favole ai bambini

Poi abbiamo iniziato a girare per i vari padiglioni, ma devo ammettere che con il piccolo uomo la giornata non é stata molto rilassante. A proposito, se avete visto due genitori disperati inseguire una piccola furia di un anno e mezzo fra la folla: eravamo noi! Non sono riuscita a vedere tutto ma a fare qualche acquisto sì.

Mi sono molto piaciuti gli stand, ho notato che ogni casa editrice (anche quella più piccole) ci ha messo il suo 'carattere' e il risultato è stato veramente interessante.




Per chi ha partecipato, senza prole al seguito, devono essere stati molto interessanti anche gli incontri.
Qui nelle foto potete vedere Massimo Biasotti dallo stand Mondadori che firma copie e Saturnino durante un intervento da quello Ibs
Durante la giornata mi sono tristemente persa Marco Travaglio, Massimo Gramellini e Chiara Gamberale

Vi lascio con qualche foto dei miei acquisti (mi sono trattenuta e sono fiera di me)






















Per me ho acquistato "Il linguaggio segreto dei fiori" e "L'arte di cucinare desideri", il poster di Gandhi (ma erano tutti bellissimi) e un quadernino.
Per il piccolo uomo 4 libri (scelti più o meno da lui), il papà invece è stato molto impegnato sul fronte inseguimento, quindi non si è dato alla pazza gioia degli acquisti.
Bello, bellissimo: ci torno il prossimo anno.

6 commenti:

  1. Fantastico! Devo dire che sei stata bravissima con gli acquisti, molto bene!
    Leggerò di sicuro la tua recensione di "L'arte di cucinare desideri" perché come titolo mi incuriosisce molto. Carinissimi anche il poster ed il quadernetto!
    Spero di poter portare anch'io il prossimo anno il mio piccolo uomo al Salone! Magari faremo incontrare i nostri piccoli uomini nello spazio bimbi! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi farebbe super piacere riuscire ad incontrarci e far giocare i pupi :), tra l'altro lo spazio bimbi è bellissimo.
      Onestamente un po' mi spiace non aver acquistato di più, però ho veramente troppi libri da leggere :)
      Bacioni

      Elimina
  2. Immagino te e tuo marito alle prese con gli inseguimenti del piccolo, però su una cosa devi essere fiera: per portarlo via dalla sala dei bambini ci sono volute 4 braccia, per cui il piccolo direi che sta crescendo più che bene :)

    Molto belli anche i tuoi acquisti, sopratutto il poster di Gandhi ha il suo perché *-*
    Belli anche gli stand, ho visto la foto che hai fatto a quello di Einaudi e mi è piaciuta molto! Beata te che hai potuto vivere questa magia sulla tua pelle, l'anno prossimo spero di rifarmi anche io! :)
    Un bacione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quel punto di vista sta sicuramente crescendo bene, ma è stata una faticaccia :)
      Pensa che c'erano un sacco di poster diversi tutti bellissimi, la mia scelta però è ricaduta su quello perché mi piaceva molto la citazione <3
      L'anno prossimo facciamo una gita organizzata di blogger al Salone
      Bacioni

      Elimina
  3. Bellissima esperienza, e bravissima per esserti controllata così <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo anno dobbiamo organizzare un'incursione di gruppo :)

      Elimina