venerdì 4 maggio 2018

Parola all'editore: Siamo tutti editor #24

Hai scritto un libro, pensi che la storia possa funzionare, ma prima di proporlo al mercato hai bisogno di un editor e di un correttore di bozze. Quindi che fai?  Cerchi su internet e ne trovi tantissimi.  Ma a chi affidarsi? Ai professionisti.



#24  Siamo tutti editor? 


Negli ultimi mesi stiamo assistendo ad un’invasione di nuovi correttori di bozze ed editor. Ma è così facile definirsi “editor”? Probabilmente sì, più che l’esserlo effettivamente. 

Il mestiere dell’editor e quello del correttore di bozze non sono semplici e banali come si potrebbe pensare in un primo momento. Servono competenza, pazienza, occhio critico e allenato

  • L’editor deve essere in grado di individuare i punti di forza e i punti deboli di un testo, deve saper intervenire sulla struttura narrativa, sulla coerenza interna ed esterna del racconto. 

  • Il correttore di bozze deve scovare il minimo refuso, da uno spazio bianco in più all’accento sbagliato, dalla lettera mancante alle virgolette aperte ma non chiuse, e per far questo in modo preciso servono anni di duro lavoro. 

Per poter agire su un testo professionalmente, quindi, bisogna avere una base ben salda di grammatica della lingua e di scrittura. E per questo non basta (ma è fondamentale) essere appassionati lettori. E nemmeno scrittori. 

Come dice Federica Piacentini*, editor e scrittrice, “appassionarsi alla scrittura degli altri è il primo fondamentale passo”. Lo dico sempre: per essere un buon editor e un buon correttore, bisogna leggere, leggere, leggere. Tanto e di tutto. 

A differenza di quello che credono in molti, non è un lavoro semplice e immediato. Ha bisogno di tempo, concentrazione, pratica e allenamento. Non è un lavoro per tutti. 

Perciò, prima di definirci correttori di bozze o editor, siamo sicuri di averne le qualità e le competenze. Frequentiamo corsi, confrontiamoci con i testi più disparati, non smettiamo mai di studiare e di tenere la mente allenata. Ne va della nostra reputazione professionale. 


A presto! 
- Anallisa - 

*https://ilpiacerediscrivere.it/editor/

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione