martedì 10 aprile 2018

Review party: Tutto il buio dei miei giorni


Tutto il buio dei miei giorni di Silvia Ciompi è un libro che prende pancia e cuore, una lettura intensa e struggente che non potete lasciarvi sfuggire. È disponibile da oggi per Sperling & Kupfer. Recensioni su Leggendo Romance, Il colore dei libri, Aria's Wild, Tutta colpa dei libri, Esmeralda Viaggi e Libri, Il confine dei Libri e Bookspedia.

«"Cosa vorresti?"
"Vorrei più passi. Vorrei più corse sulla spiaggia, sotto la pioggia, più colori. Vorrei più coraggio e più fame di vita. Quando ce l'hai non ti rendi conto di com'è essere morti per metà"
"Ti do la mia"»

Tutto il buio dei miei giorni
Silvia Ciompi
Sperling & Kupfer

Trama
Camille ha vent'anni, ama lo stadio nelle domeniche di primavera, con le maniche corte e le bandiere mosse dal vento, e ama la sua curva, in ogni stagione. Lì salta sugli spalti, tiene il tempo con le mani: è la cosa che ama di più al mondo. È l'unico posto dove si sente davvero viva. Ma un giorno, proprio fuori dallo stadio, la sua vita si spezza. Un'auto con a bordo un gruppo di ultras la investe. Tra di loro c'è anche lui: in curva tutti lo chiamano Teschio. Sembra il cliché del cattivo ragazzo, ricoperto di tatuaggi e risposte date solo a metà. Eppure Teschio e Camille sono come due libri uguali rilegati con copertine differenti. Due anime che non hanno fatto in tempo a parlarsi prima, a guardarsi meglio. Si sono passati accanto migliaia di volte, ma non sono mai stati davvero nello stesso posto. Lo sono ora. Ora che il dolore si è mangiato tutto ciò che Camille era.
Tutto il buio dei miei giorni di Silvia Ciompi   - Sperling & Kupfer è un libro crudele. È un romanzo che ti mostra quanto la vita possa fare schifo e al tempo stesso quanto sia unica e preziosa, tanto da fartela amare di più
Lo so, è strano, ma leggendolo ho avuto la sensazione di vedere scorrere sotto i miei occhi la vita vera, quella che non ti abbona nulla, quella che non finisce con un "e vissero felici e contenti", ma con un "e vissero, lottando ogni giorno per la loro felicità"
E io questo lo preferisco di gran lunga!
Ho amato ogni singola parola di Tutto il buio dei miei giorni: l'ho sottolineato quasi tutto, con attenzione, assaporando ogni frase, ogni emozione trasmessa, ogni sfumatura.

«Cara me, ho pensato che mi piacerebbe averti qui, qui vicino per sentirti dire che non importa quanto io stia male adesso, il cielo sarà ancora lì e sarà azzurro per lasciarsi guardare come quando ero bambina»


La storia che ci racconta Silvia Ciompi è di quelle dolorose come un pugno in faccia. Un investimento, una vita spezzata, il dolore, la difficoltà di riuscire ad accettare un destino ineluttabile. Mi sono più volte chiesta cosa avrei fatto io al posto di Camille e mi sono risposta che la grinta di cui è capace è cosa rara e preziosa. Mi sono anche chiesta come avrei guardato, io, Teschio e mi sono resa conto che forse sarai stata abbagliata dal contorno per carpirne la vara bellezza.




La storia di Camille e Teschio è speciale, unica, meravigliosa e dolorosa al tempo stesso. È la storia di quello che sono stati, di quello che saranno e degli errori che costellano la vita. Alcuni più grandi e altri meno. Del bagaglio di cose belle e brutte che hanno fatto nella loro vita. 
È la storia di come due persone apparentemente lontane possano trovare la loro ragione insieme. Di come ci si possa salvare facendosi anche male.
Un colpo al cuore, lacrime, sorrisi e ammirazione sono le emozioni che mi hanno sconvolto durante la lettura.
Tutto il buio dei miei giorni è un libro da cui trarre ispirazione, da leggere e lasciare scorrere nel cuore.
Silvia Ciompi racconta la vita di due personaggi indimenticabili e lo fa lasciando che il lettore venga avvolto dalle sue parole, facendo provare sulla pelle ogni singola emozione, mostrandoci ogni sfaccettatura. 
Meraviglioso.
Buona lettura!

1 commento:

  1. Virgy sono felicissima che anche tu l'abbia amato così tanto <3

    RispondiElimina