venerdì 2 marzo 2018

Recensione: La regola dell'amico

«Tutto quello che posso dire è che le decisioni più dure della vita riguardano spesso le cose che più significano per noi»

La regola dell'amico
Kristen Callihan
Always Publishing

Trama
Gray non fa amicizia con le donne. Ci fa solo sesso.
La super star del football Gray Grayson ha sempre avuto ben chiaro come vivere la propria vita: godersi ogni momento come fosse l’ultimo. È quello che ha sempre fatto con il football, le amicizie e la schiera di donne prostrate ai suoi piedi. Ma uno scambio di SMS con la figlia del suo agente, complice una cinquecento del colore di una gomma da masticare, sta per scombussolare la sua visione delle cose. Prima che se ne accorga, Ivy Mackenzie diventa la sua migliore amica a distanza, l’unica persona con cui abbia voglia di parlare. Ma quando per la prima volta si ritrovano uno di fronte all’altra, tutto si complica. Ivy diventa il suo unico pensiero.
Ivy non fa sesso con gli amici.
Soprattutto non con un certo giocatore di football e con un cliente di suo padre. Questa è la sua regola d’oro, non importa quanto sia attratta da Gray. Il suo nuovo migliore amico è irriverente, puro fascino e sensualità, ed è completamente off-limits. Ma è sempre più difficile mantenere le distanze, in particolare ora che Gray sta sfoderando tutte le sue armi per sedurla. Il suo migliore amico si sta velocemente trasformando nel ragazzo più irresistibile che abbia mai conosciuto. Un esperto giocatore come Gray metterà in campo tutte le sue abilità, ma riuscirà a sconfiggere la temuta regola dell’amico e vincere il cuore di Ivy?
La prima cosa che voglio che sappiate, prima che iniziate a leggere la mia recensione di La regola dell'amico (secondo volume della Game On series di Kristen Callihan), è che Gray Gray è il mio ultimo immenso crush letterario.
Non mi piacciono i biondi ( lui lo è), non amo gli omaccioni (e lui lo è), temo i play boy (e lui è il dio dei play bloy). E quindi? Com'è potuto accadere?
Gray Grayson è divertente, intelligente, protettivo, sexy e romantico quanto basta per farmi cambiare completamente idea sul mio uomo ideale. Brillante fin dalle prime righe del romanzo, è riuscito più volte a farmi ridere di gusto. 
Se al pacchetto ci aggiungiamo che è un genio super attraente, era impossibile non rimanerne affascinata.
In La regola dell'amico, arrivato in Italia grazie ad Always Publishing, Kristen Calliahn supera se stessa e il primo volume della serie: La partita vincente (cliccate sul titolo per leggere la mia recensione). 
E mi dispiace Drew, ma Gray ti da del grande filo da torcere nella mia classifica dei miei fidanzati di carta preferiti. 

«Non possiamo controllare le cose brutte, Ivy. Ma possiamo esserci l'uno per l'altra quando accadono»

La storia è intensa e coinvolgente, straordinaria nella sua semplicità. Perché Gray e Ivy sono amici, sono prima di tutto questo. I sentimenti crescono e maturano insieme a loro. Non ci mettono molto però, perché quando incontri una persona con cui condividi le affinità elettive i giorni e gli anni non hanno più importanza. 
La storia mi è piaciuta perché potrebbe essere quella di molti lettori (escludiamo magari il fatto che lui sia un campione di football americano), perché è facile immedesimarsi, perché loro due insieme sono irresistibili.

«La somma della mia esistenza è uguale a te»

La regola dell'amico è un romanzo che regala emozioni. Soprattutto grazie a  dei personaggi costruiti meravigliosamente bene
Ivy (perché è giusto parlare anche di lei altrimenti la chiamavo Recensione a Grey Grey) è una ragazza sicura di se e diversa dalle altre. Giunonica, divertente, con la giusta dose di ironia verso se stessa e gli altri, sa farsi prendere sul serio. Gli altri la rispettano.
Lo stile è un mix perfetto di narrazione emotiva, passionale e ironica. Una scia che il lettore segue, lasciandosi coinvolgere profondamente dalla storia!
Unico problema? Crea dipendenza: non vedo l'ora di poter leggere anche il terzo volume!

Buona lettura!

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione