giovedì 28 aprile 2016

Le recensioni della signorina Eleonora: Quella notte il vento

Torna l'appuntamento con Le recensioni della signorina Eleonora che oggi vi parla di un libro che ho amato moltissimo: Quella notte il vento di Rossella Romano, se volete scoprire anche la mia opinione QUI trovate la recensione.

Quella notte il vento
di Rossella Romano
Self

Trama
Fani decide di trascorrere l’estate dopo il diploma nella casa della nonna paterna, in collina.
Cerca pace e riposo, ma non solo.
Da tredici anni tutta la famiglia ha rotto i ponti con la donna, per una lite di cui, a casa sua, nessuno parla mai.
La ragazza, un po’ per gioco, un po’ seriamente, si è convinta che la nonna Epifania, di cui porta il nome, nasconda un segreto inconfessabile.
Fani non lo sa, ma il vento ha già cominciato a chiamarla. Soffia dalle profondità del bosco, di notte, portando fino a lei uno stormo di creature alienate, nate col solo scopo d’impedirle di rispondere al suo richiamo; di seguirlo fino all’accesso ai territori misteriosi, stupefacenti, ma anche pericolosi, da cui proviene.

***

Avete ricordi delle estati di quando eravate adolescenti? Per poco o tanto tempo che sia passato, ricordate il profumo dell'erba bagnata dalla pioggia, il calore delle giornate che sapevate libere dagli impegni per chiacchierare senza limiti, del vento fresco che vi scompigliava i capelli e i pensieri, di come erano in tumulto i sentimenti e di come erano forti? Si?
Bene!
La protagonista, Fani, è giovane, innocente, fresca, infantile ma tremendamente avventurosa, mossa sempre da sentimenti forti, risoluta e caparbia, talvolta infantile altre matura.
Epifania, la nonna omonima, è una donna dal passato difficile, dai molti segreti e dai mille compiti che porta avanti da sempre con grande forza, di grande cuore e di grande carattere sarà lei a guidare la nipote nel passaggio da ragazza ignara della vita a donna decisa pronta a tutto per ottenere ciò che vuole.
Personaggi e paesaggi sono descritti in maniera egregia tanto che, nel raccontarlo giorni dopo la fine della lettura, carica di immagini fantastiche nella mente, ho creduto di averne visto il film.

2 commenti: