sabato 16 gennaio 2016

Urla nel silenzio

"Conosceva il passato doloroso di quelle ragazze. Nessuna di loro si era mai svegliata la mattina per abbracciare il futuro luminoso che le attendeva e che qualcuno aveva già tracciato per loro. Il loro comportamento non si poteva ricondurre a uno specifico anno, o mese, o giorno. La loro vita era stata un viaggio continuo tra sconfitte e conquiste, finché le circostanze piano piano non avevano soffocato la speranza"

Urla nel silenzio
di Angela Marsons
Newton Compton Editori

Trama
Cinque persone si trovano intorno a una fossa. A turno, ognuna di loro è costretta a scavare per dare sepoltura a un cadavere. Ma si tratta di una buca piccola: il corpo non è quello di un adulto. Una vita innocente è stata sacrificata per siglare un oscuro patto di sangue. E il segreto che lega i presenti è destinato a essere sepolto sotto terra. Anni dopo, la direttrice di una scuola viene brutalmente assassinata: è solo il primo di una serie di agghiaccianti delitti che terrorizzano la regione della Black Country, in Inghilterra. Il compito di seguire e fermare questa orribile scia di sangue viene affidato alla detective Kim Stone. Quando però nel corso delle indagini tornano alla luce anche i resti di un altro corpo sepolto molto tempo prima, Kim capisce che le radici del male vanno cercate nel passato e che per fermare il killer una volta per tutte dovrà confrontarsi con i propri demoni personali, che ha tenuto rinchiusi troppo a lungo…

***
Sedetevi comodi, preparatevi una tazza di tè bollente e lasciatevi catturare dal romanzo d' esordio di Angela Marsons: "Urla nel silenzio". Un thriller che tiene incollati alle pagine, che fa riflettere sul disagio sociale, che ci fa fare i conti con le nostre paure più recondite. La prima? L'abbandono, ma anche l'indifferenza, la solitudine, la follia. Angela Marsons scava nell'animo umano e tira fuori una storia dove la cattiveria rispolvera i suoi abiti più terrificanti, celandosi alla perfezione.
L'autrice ci regala anche una protagonista, la detective Kim Stone, che è ricca di sfaccettature, che ha un passato pesantissimo con cui fare i conti e una dedizione al lavoro straordinaria. Decisamente un personaggio che ha saputo catturare il mio cuore e sono felice di sapere che a lei sarà dedicata un'intera serie. Anche i personaggi di contorno sono ben tratteggiati, ognuno di loro lascia qualcosa al lettore, anche se l'apparizione è stata fugace.
L'ambientazione è quella della Black Country, una zona dove il disagio e la criminalità sembrano la regola piuttosto che l'eccezione. Una regione dove si può passare da ville lussuose a interi quartieri senza regole e senza dio.
Lo stile di scrittura è intrigante, l'autrice dissemina il libro di indizi che sta al lettore cogliere. Io non amo scoprire il colpevole o fare a gara con i protagonisti del libro a chi arriva prima alla soluzione, in genere mi lascio "trascinare dalla corrente e mi godo la storia"; certo non mi esimo da qualche supposizione, ma in genere preferisco lasciarmi cogliere di sorpresa e vi dico che sì, Angela Marsons c'è riuscita pianamente.
Ottimo esordio, non vedo l'ora di poter leggere i prossimi libri.
Buona lettura.

1 commento:

  1. Da amante di thriller sono curiosa, la trama mi ispira molto e anche la tua recensione mi fa sperare in una bella lettura. Spero di poterlo leggere presto ^^

    RispondiElimina