mercoledì 9 settembre 2015

Libri & cucina: i misteri di Agatha

È lei la regina indiscussa del giallo, la mitica Agatha Christie. A mio parere nessuna come lei è stata capace di creare la giusta dose di mistero, regalarci investigatori eccentrici e offrire rompicapi anche per i più raffinati lettori di misteri. La scelta fra le sue opere è stata ardua, ma andava fatta e allora oggi accomodatevi su un'antica poltrona insieme a me e alla signora del giallo, vi racconto una storia sorseggiando del tè e mangiando qualche goloso biscotto.
"Dieci piccoli indiani" è un capolavoro, è uno di quei libri che speri di dimenticarti per poterlo rileggere e rimanere ancora una volta stupita, è un cult. Trovo che sia uno dei gialli più geniali mai scritti e lo consiglio a chi non ama il genere, perché credetemi se vi dico che vi farà cambiare idea.
Io l'ho letto a sedici anni, quindi fra poco forse arriverà il suo secondo turno…

Dieci piccoli indiani
di Agatha Christie
Oscar Mondadori

Trama
Dieci persone estranee l'una all'altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità, chi per bisogno, chi per opportunità, hanno accettato l'invito. E ora sono lì su quell'isola che sorge dal mare simile a una gigantesca testa di negro che fa rabbrividire soltanto a vederla. Non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli; hanno trovato invece una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto della loro camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l'inizio di un interminabile incubo. Come comincia la poesia? «Dieci piccoli negretti se ne andarono a mangiar: uno fece indigestione, solo nove ne restar.» E come finisce? «Solo il povero negretto in un bosco se ne andò: ad un pino s'impiccò, e nessuno ne restò.» Agata Christie, che si è cimentata più volte con il giallo in ambiente chiuso, con Dieci piccoli indiani, scritto nel 1939, ha sfidato se stessa: dieci assassini, isolati, vittime a loro volta di un assassino invisibile. Un geniale capolavoro dell'impossibile possibile.

***
Biscotti di pasta frolla al cocco ricoperti di cioccolato (di Francesca)

Forse gli amanti del cocco come me avranno notato che non è semplice trovare delle ricette dolci con questo ingrediente che non risultino un po' stoppose... Cerca cerca però ho trovato questa frolla molto friabile che si sposa benissimo con il cioccolato (ogni scusa è buona...). Per le amiche del Bimby, ho pubblicato questa ricetta anche sul ricettario online, se vi va di andare a dare un'occhiata questo è il link: http://www.ricettario-bimby.it/ricette/biscotti-di-pasta-frolla-al-cocco-ricoperti-di-cioccolato/753182.

Ingredienti per l'impasto:
200 grammi di farina 00
120 grammi di farina di cocco
130 grammi di burro morbido a pezzetti
90 grammi di zucchero (se non avete il Bimby usate lo zucchero a velo)
1 uovo e 1 tuorlo
1/2 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
Per la copertura:
1 barretta di cioccolato fondente o al latte

Con il Bimby:
Mettere lo zucchero nel boccale e polverizzare (20 sec. vel. 9). Riunire sul fondo spatolando. Aggiungere tutti gli altri ingredienti (20 sec. vel 5 + 1 min. modalità spiga). Creare una palla con l'impasto, avvolgerla nella pellicola e riporla in frigorifero per almeno mezz'ora.
Trascorso il tempo necessario, tirare fuori l'impasto dal frigo e stenderlo con le mani o con il mattarello su un foglio di carta da forno (volendo l'impasto si può lavorare fra due fogli di carta da forno per evitare di sporcare o di dover usare della farina). Creare i biscotti della forma e dimensione desiderata (io ho usato un semplice coperchio di un barattolo di circa 5 cm di diametro).
Disporre i biscotti sulla placca da forno rivestita con l'apposita carta, facendo attenzione a mantenere una certa distanza perché in cottura aumentano di dimensione. Infornare per circa 15 minuti a 180 gradi in modalità ventilato (il tempo dipende dalla forma dei biscotti, controllare di tanto in tanto).
Per la copertura al cioccolato, inserire il cioccolato a pezzetti nel boccale e tritare (5 sec. vel. 8 ).
Fondere il cioccolato (3 min. vel 3, 50 gradi, raccogliere il cioccolato sul fondo con la spatola e quindi altri 3 min. vel 3, 50 gradi). Tenendo il boccale inclinato, inzuppare metà biscotto con un unico movimento nel cioccolato e rimuovere l'eccesso strisciando la base del biscotto contro i bordi del boccale. Disporre i biscotti sulla carta da forno per lasciarli asciugare.

Senza Il Bimby:
In una ciotola amalgamare con le mani il burro, lo zucchero e le uova. In una spianatoia versare le farine con il lievito e quindi unire al centro il composto di burro, zucchero e uova, impastando velocemente. Creare una palla con l'impasto, avvolgerla nella pellicola e riporla in frigorifero per almeno mezz'ora.
Trascorso il tempo necessario, tirare fuori l'impasto dal frigo e stenderlo con le mani o con il mattarello su un foglio di carta da forno (volendo l'impasto si può lavorare fra due fogli di carta da forno per evitare di sporcare o di dover usare della farina). Creare i biscotti della forma e dimensione desiderata (io ho usato un semplice coperchio di un barattolo di circa 5 cm di diametro).
Disporre i biscotti sulla placca da forno rivestita con l'apposita carta, facendo attenzione a mantenere una certa distanza perché in cottura aumentano di dimensione. Infornare per circa 15 minuti a 180 gradi in modalità ventilato (il tempo dipende dalla forma dei biscotti, controllare di tanto in tanto).
Per la copertura al cioccolato, scioglierlo a bagnomaria: versare in un pentolino due dita d'acqua e porre sul fornello, tritare il cioccolato finemente con il coltello poi versarlo in una ciotola di alluminio o in un pentolino da posizionare sull'altro. Fondere il cioccolato a fuoco bassissimo mescolando con una spatola. Una volta che si è sciolto del tutto togliere dal fuoco (non dal bagnomaria) e terminare di lavorarlo finchè non sarà perfettamente vellutato (in alternativa il cioccolato si può sciogliere agevolmente anche nel microonde). Tenendo il pentolino inclinato, inzuppare metà biscotto con un unico movimento nel cioccolato e rimuovere l'eccesso strisciando la base del biscotto contro i bordi del boccale. Disporre i biscotti sulla carta da forno per lasciarli asciugare.
Buon appetito!

14 commenti:

  1. Eccomiiiii!!!
    Questo di Agatha Christie mi è piaciuto, ma sono una fan sfegatata di "C'è un cadavere in biblioteca!" (che non si fila mai nessuno ahahahah)...
    E vogliamo parlare dei biscotti?! Sono splendidi!
    Credo che l'impasto sia molto simile a quello che fa mia mamma, però a) lei non mette il cioccolato, quindi è da provare, e b) di Francesca ormai mi fido quindi va da sì che li farò presto!
    Un bacio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'ho letto, ma va subito a finire fra quelli che devo devo devo leggere!
      Facci sapere dei biscotti <3
      Baci anche a te

      Elimina
  2. Ohhh io amo cocco e cioccolato!!! Della Christie non ho letto nulla, possibile che abbia visto il film?? Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto probabile Deb… Anche io sono innamorata di cocco e cioccolato
      baci

      Elimina
  3. Un'accoppiata vincente! Dieci piccoli indiani è il mio libro della Christie preferito, e poi quei biscotti...GNAM! Io magari li farei senza cocco perché mi fa male al pancino a me! ahahah Grande come sempre Virgi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohhhh un libro preferito in comune!!!
      Per te, allora, senza cocco Mr Lewis ;)

      Elimina
  4. Adoro questa rubrica <3 Tu pensa che ho partecipato ad un giveaway e fra i libri da scegliere non ho scelto questo.. Avevo completamente frainteso il genere, meglio che non ti dico cos'ho pensato XD ... E' che non c'era il nome dell'autrice sennò avrei capito :D Vabbè, comunque bello, e i biscotti m'ispirano un sacco.. Io faccio tanti tentativi coi biscotti ed effettivamente avevo col cocco questa difficoltà di cui parla Francesca, perciò proverò questa variante :) Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora voglio sapere cosa avevi pensato XD
      Prova e facci sapere
      Bacioni

      Elimina
    2. Ok, mi espondo alla gogna. Ogni volta che lo sentivo nominare sentivo solo "Dieci piccoli indiani", e mai, vicino, Agatha Christie..... Così ho sempre pensato fosse....................... un libro per bambini. Ora vado in esilio da sola. Ciau. :D

      Elimina
  5. "Dieci piccoli indiani" è davvero spettacolare, un capolavoro che chiunque dovrebbe leggere almeno una volta.
    In più, l'accoppiata con i biscotti è assolutamente perfetta....e il cocco, poi! *^*
    Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza biscotti, leggendo questo libro, io mi sono rosicchiata le unghie… viva i biscotti!!! ;)
      Baci baci

      Elimina
  6. Virgiiiiiiiiii e Francesca con tutte queste ricette squisite siete una delle fonti primarie di ciccionaggine tra noi blogger XD
    Questi biscotti sono assolutamente da provare! Ottimo anche l'abbinamento con la Christie, io non amo i gialli ma riconosco che è una grande autrice! Baci <3

    RispondiElimina