giovedì 25 giugno 2015

Mai senza te

«Vorrei essere coraggiosa come te», mormoro alle stelle. «Vorrei ridere di più. Vorrei approfittare di più opportunità. Vorrei essere la ragazza che hai visto in me. Ti prego, fammi smettere di soffrire e ti prometto che sarò quella ragazza. Prometto di lasciare andare tutto… ed essere felice… per te».



Mai senza te
Rebecca Donovan
Newton compton
Trama
Cal Logan rimane di sasso alla vista di Nicole Bentley in piedi di fronte a lui, a un party in maschera a migliaia di chilometri dalla loro città natale. Nessuno infatti ha più avuto notizie di lei dal giorno del diploma, un anno prima. Ma la ragazza somiglia solo a quella Nicole per la quale Cal aveva una cotta. Il suo nome è Nyelle Preston e non ha idea di chi lui sia. Nyelle è impulsiva e audace, la sua passione per la vita è contagiosa. Proprio il contrario di Nicole. Cal ne resta completamente affascinato e avvinto. Ma Nyelle è anche molto riservata, fino all’eccesso. E più Cal scopre che cosa nasconde e meno vorrebbe sapere…

***
Quanto è importante l'amicizia nel corso di una vita? Per me è fondamentale. Sarà per questo che terminata la lettura di "Mai senza te" di Rebecca Donovan ho sentito l'emozione traboccare. Questo libro mi ha toccata profondamente, ma questo me l'aspettavo perché avevo già conosciuto la Donovan per la trilogia "Il nostro segreto universo" (QUI - QUI - QUI le recensioni di ognuno dei libri) e ne ero rimasta piacevolmente colpita. 

Una delle particolarità di "Mai senza te" è che le voci narranti sono tre, le due femminili sono legante ai ricordi passati, mente è Cal a raccontarci gli eventi presenti.Uno stile narrativo che ho trovato molto particolare e che regala ancora di più un alone di mistero alla storia, infatti tutto viene scoperto lentamente, un ritmo che promuovo al cento per cento, perché mi piace poter scoprire le cose piano piano: mi garantisce la giusta dose di tensione e di pathos.

La Donovan ci regala anche quattro personaggi indimenticabili.
Cal, tenero, dolce e anche un po' codardo. Troppo spesso si lascia scivolare gli eventi addosso, non combatte o analizza. Perché é ferito, ma cresce nel corso della storia e ti fa sentire molto fiera di lui. 
Nyelle è un personaggio potente, catalizzatore: vorrei vivere così anch'io, con una lista di cose da fare per rendere la mia esistenza migliore: rotolarmi giù per un prato, rivivere un giorno felice, "sentire" le farfalle! La sua è una grande lezione di vita.
Richelle mi ha insegnato a vedere il bello delle persone, a guardare al di là delle apparenze e ad essere combattiva. Nel libro c'è poco, ma quando é il suo turno di raccontare si impara sempre qualcosa di importante come la forza che regala guardare le stelle o il potere terapeutico del gelato.
Rae spiritosa e dura dal cuore tenero è la razionalità di Cal. L'ho adorata.

"Mai senza te" è un libro che parla di amicizia, di quel tipo di rapporto che si crea da bambini e che diventa spesso un salvagente nel corso della vita. Io di salvagenti così ne ho alcuni, altri si sono aggiunti con il tempo e li ringrazio ogni giorno di esistere.
Buona lettura

4 commenti:

  1. Bellissima recensione Virgy!
    Anche per me l'amicizia è fondamentale nella vita e il modo in cui viene affrontata in questo libro mi incuriosisce moltissimo!
    Finisce il WL, devo smetterla di leggere le tue recensioni XD
    baci <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, a me succede la stessa cosa quando passo dal tuo blog… finiremo schiave delle nostre wishlist, passando notti insonni per poter leggere tutti i libri che vogliamo ;)
      Fammi sapere cosa ne pensi quando lo leggerai
      Bacioni <3

      Elimina
  2. Sai che non ho mai letto nulla di questa autrice? Dovrò rimediare! Bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, è veramente brava!!! Se ce la fai oggi qualcosa di suo! Un bacione

      Elimina