mercoledì 8 novembre 2017

Segnalazioni add Editore

Oggi vi voglio segnalare qualche bella novità targata add Editore, qualcuna già uscita e altre che arriveranno fra poco in libreria e negli store online.
Tanti gli argomenti trattati a partire dalla passione per la musica e per un artista in particolare. Ma si parla anche dell'arte dell'attesa, della Cina delle nuove generazioni ma anche del percorso fatto sino a oggi. E poi si parla dei confini dell'Europa delle sue frontiere, viste con gli occhi di un cronista e di un fotografo...
Prendete carta e penna!


Tre le uscite già disponibili. Parto subito con quella di cui vi ha parlato Annalisa con un articolo (cliccate sul titolo per leggerlo) Massimo Ranieri le rose non si usano più di Jacopo Cirillo. L'autore ci racconta una passione nata durante l'infanzia dell'autore, nella cucina della nonna paterna, asciugando i piatti del pranzo della domenica. Lì, da una radiolina gracchiante il piccolo Jacopo ascoltava le musicassette di Ranieri insieme alla nonna, una donna sorda e impenetrabile, alla quale riusciva ad avvicinarsi solamente grazie al cantante di 'O surdato 'nnammurato.

L'arte dell'attesa, invece, è un saggio di Andrea Köhler, giornalista tedesca residente in Canada, che si è messa - con l'aiuto di grandi scrittori come Barthes e Beckett, Kafka e Nabokov - sulle tracce di quello spazio di tempo che non sempre sappiamo vedere, ma in cui siamo perennemente immersi: l'attesa. La copertina è meravigliosa e molto incisiva.

L'arte dell'attesa
di Andrea Köhler
add Editore

Trama
Quanto è lungo il tempo delle nostre vite impiegato ad aspettare? Un amore, una telefonata, una nascita, ma anche l'esito di un esame, l'accettazione di un'offerta, un treno. Gran parte della nostra esistenza è una lunga attesa di qualcosa che è alle porte, ma che potrebbe anche non arrivare mai. Siamo in bilico tra certezza e dubbio, speranza e malinconia in attesa che... In questo libro Andrea Köhler si mette sulle tracce dell'aspettare, di quello spazio di tempo in cui ciò che deve compiersi è ancora un'idea e il nostro cuore è sospeso tra un qui e un altrove. Con l'aiuto dei grandi scrittori e filosofi del passato (da Barthes a Nabokov, da Kafka a Beckett) l'autrice ci conduce in un spazio che non sempre sappiamo vedere, ma in cui siamo perennemente immersi. La certezza è che il tempo di chi aspetta è un dono da coltivare con cura.


 Una vita cinese. Il tempo del denaro è il terzo e conclusivo di capitolo della saga autobiografica a fumetti di Li Kunwu che racconta la Cina dalla rivoluzione maoista ai nostri giorni e che arriva dopo il successo dei primi due volumi, culminato con la selezione del libro tra i cinque finalisti del Premio Terzani 2017.
Una vita cinese # - Il tempo del denaro
di Li Kunwo (scritta a quattro mani con P. Ôtié)
add Editore

Trama
Il tempo del denaro è dedicato al travolgente periodo del boom economico, dagli anni Ottanta fino ai giorni nostri. Quando la rivoluzione culturale finisce e parte una politica di apertura e riforma, in Cina si diffondono nuove aspirazioni e nuovi timori, come accade con ogni cambiamento epocale. Nel libro, storie di contadini e robivecchi diventati grandi industriali, passando dai campi di riso alla firma di contratti con le più potenti multinazionali, si accompagnano alle opinioni dell’autore su ciò che sta accadendo attorno a lui. Dai fatti di piazza Tiananmen al turbocapitalismo della contemporaneità, Li Kunwu e il co-autore P. Ôtié, anche lui personaggio in questo terzo volume, mettono a nudo, in una sequenza di dialoghi illuminanti, la complessità del confronto tra la visione del mondo occidentale e quella cinese. Una sfida per il lettore che sarà pronto a coglierla.

Uscirà domani 9 novembre La crepa risultato della collaborazione fra il fotografo (premiato con il World Press Photo nel 2003 e nel 2015) Carlos Spottorno, e il cronista Guillermo Abril. 
È un libro a metà fra graphic novel e fotoromanzo, che racconta il viaggio di due giornalisti che insieme attraversano il confine europeo, dall’Africa all’Artico, per svelare le cause e le conseguenze della crisi di identità in Europa.

La Crepa
di  Carlos Spottorno e Guillermo Abril
add Editore

Trama
Dopo tre anni di viaggio, 25.000 foto, 15 quaderni di appunti, decine di articoli e un World Press Photo vinto, il fotografo Carlos Spottorno e il giornalista Guillermo Abril pubblicano questo straordinario libro sulle frontiere dell’Unione europea che unisce immagine e testo in una forma di racconto inedita e di grande impatto.
Marocco, Turchia, Lampedusa, Ungheria, Ucraina, Finlandia sono luoghi in cui le culture vengono a confronto e in cui gli uomini cercano di superare i confini per approdare a un futuro migliore. Tra viaggi della speranza, campi profughi, estremi gesti di accoglienza, ma anche sacche di razzismo e xenofobia, Spottorno e Abril parlano del nostro mondo con la forza dell’immagine e la semplicità di un testo fatto di didascalie ricche di informazioni che si fanno racconto attento e delicato.


Lanterne in volo – Cosa sogna la nuova generazione cinese di Alec Ash, in libreria dal 30 novembre, è il racconto della vita di sei giovani nati tra il 1985 e il 1990, rappresentanti di una generazione che cambierà la Cina e il mondo. Una generazione di centinaia di milioni di giovani cinesi – più dell’intera popolazione degli Stati Uniti – i cui sogni sono gli stessi dei giovani in tutto il mondo.

Lanterne in volo
di Alec Ash
add Editore

Trama
Questa è la generazione che cambierà la Cina e il mondo: trecentoventi milioni di giovani, più dell’intera popolazione degli Stati Uniti. Dahai, figlio di un militare che sfoga curiosità e insoddisfazione online, «ripostare è potere»; Xiaoxiao, hipster del gelido nord che sfida la regola che ancora oggi vuole le donne sposate presto, prima di tramutarsi in scarti; Snail, schiacciato da un serio problema di dipendenza dai videogiochi online e motivato dal desiderio di lasciare la campagna; Fred, figlia di un uomo del Partito e studente di Scienze Politiche negli Stati Uniti; Mia, ribelle fashionista che si tatua un fucile AK-47 e frequenta gli stessi locali di Pechino dove suona Lucifer, aspirante celebrità che abbandona il punk per il pop e i reality. Nati tra il 1985 e il 1990, non hanno conosciuto Mao, ma la politica del figlio unico ha determinato la forma delle loro famiglie. Dopo un’infanzia coccolata, la pressione inizia presto: devono fare i conti con una scrupolosa disciplina scolastica e una feroce competizione per avere successo. Come i ragazzi di ogni latitudine vogliono uscire di casa, trovare un lavoro, innamorarsi.


Nessun commento:

Lasciami la tua opinione