martedì 8 novembre 2016

I martedì delle ragazze: citazioni e tazze di tè

Buon martedì con la rubrica delle citazioni, che condivido con le mie amiche Deb di Leggendo Romance e Isa de Il Bosco dei Sogni Fantastici
Scoprite le nostre preferite di questa settimana


Deb - Leggendo Romance: «Potrà sembrare banale e già visto, eppure ogni volta che due persone
si innamorano davvero, e scelgono con cognizione di causa di stare insieme, avviene un piccolo miracolo: la quotidianità cambia e nulla pare più essere lo stesso. Nemmeno il modo in cui concepivi te stesso» Tratto da “È solo una storia d’amore” di Anna Premoli - Newton Compton Se devo essere onesta non so bene perché ho scelto questa frase, so che il libro in questione mi è piaciuto tantissimo e quando sono arrivata a questo punto ho voluto segnare il passaggio. Forse perché in qualche modo spero che esista quella magia che solo l’amore potrebbe fare trasformando ogni momento, anche il più banale in qualcosa di speciale e portando alla luce una parte diversa e speciale di noi. E in caso esista e si volesse palesare io non mi offendo XD.


Isa - Bosco dei sogni fantastici: «Nessuno è perfetto e tutti nella vita commettiamo degli errori, più
o meno imperdonabili. Ma lui a modo suo ti amava, altrimenti non ti avrebbe voluta qui. Sai una cosa? Secondo me credeva di avere più tempo a disposizione per sistemare le cose e invece purtroppo non è stato così». Tratto da "Eredità Proibita" di Daniela Ruggero e Doranna Conti - Rizzoli, Youfeel  Ho scelto questo passaggio poiché ogni tanto ci dobbiamo fermare per comprendere il perché delle scelte altrui: a volte non possiamo approfondire, però i gesti vanno apprezzati anche se sembrano inspiegabili e incomprensibili. Dobbiamo cercare di guardare il bicchiere mezzo pieno, e non sempre lasciarci abbattere da quello che ci succede intorno.



Virgi - Le Recensioni della Libraia: «Blue riconobbe la strana felicità che deriva dall’amare qualcosa
senza sapere perché, quella strana felicità che a volte è così grande da sconfinare nella tristezza. Era così che si sentiva lei, quando guardava le stelle».
Tratto da Raven Boys di Maggie Stiefvater - Rizzoli
Ho scelto questa frase, che è una delle mie preferite, perché quella meravigliosa sensazione, che gonfia il cuore senza un perché e riesce a riempirci di mille emozioni, è una delle cose migliori che ci possano accadere. E anche a me guardare le stelle fa lo stesso magico effetto: stupore e amore per tanta bellezza e un pizzico di malinconia

2 commenti:

  1. Ho appena terminato il nuovo libro della Premoli e mi è piaciuto molto! Anche io ho segnato un bel po di passaggi :-)

    RispondiElimina