martedì 16 ottobre 2018

Lib 2018 - Libri in baia: seconda edizione

Quarantotto ore da sogno, anzi di più perché c'è stato il pre festival con la magia delle parole di Alessandro Barbaglia e la musica dei Cluster. 
Giorni in cui i protagonisti sono stati i libri. Le storie. Quelle divertenti, quelle vere, quelle che ti prendono il cuore e te lo stritolano, quelle d'amore. Ma anche quelle fantastiche, inventate, magnifiche, spaventose, in un passato - presente - futuro.
Bastava storie, lo so, ma amo pensarle, citarle, ricordarle quasi una a una.

Giorni di parole, incontri, di persone che vivono e respirano le pagine (virtuali o meno) di un libro. Corsi, approfondimenti, autori da conoscere. 
Bambini, libri, risate, spettacoli.
E mesi, mesi di preparazione, sudore e fatica per creare un contenitore speciale, per lanciare la sfida della letteratura di tutti i livelli a portata di mano.
Così in un abbazia a picco sul mare in queste giornate di un lungo e quasi infinito agosto (perché l'estate quest'anno non vuole finire) è andata in scena la seconda edizione di Libri in Baia.




Libri in baia per me

Libri in Baia per me è stato le  tante scoperte, i tanti incontri che  - anche se brevi perché la fretta è la padrona della mia vita - mi hanno lasciato tanto. A volte - lo dico con sincerità - è bastato uno sguardo, qualcuno di ritrovato dopo tanto tempo, parole che hanno toccano l'anima e risate. Quante risate!

Valeria Corciolani - Autrice Amazon Publishing

Libri in Baia per me sono state anche e soprattutto le due magnifiche autrici che ho avuto l'onore di intervistare. A modo mio, sia chiaro, quindi in maniera poco seria e molto di pancia e di cuore. Sono state chiacchierate, quasi come se fossimo al bar, tra amici. E tra amici mi ci sono sentita fino in fondo.

E di questo cosa mi resta?

Il fatto che spesso la verità è più bella dell'immaginazione.


Alice Basso - Autrice Garzanti


Credere nell'editoria
Credere nell'editoria può essere difficile. I momenti di sconforto colpiscono alla sprovvista, nei momenti più impensabili. A volte basta navigare sui social per chiedersi: ma scrivere serve ancora? Ma c'è veramente gente che legge? (Badate bene, che nel calderone dell'editoria sto inserendo libri, riviste, quotidiani, siti, blog...).

La risposta è che sì, bisogna crederci. Sì, c'è speranza.

E lo dico dopo che in questi giorni ho visto con i miei occhi che c'è ancora gente che ci investe, gente che ci mette la passione e il cuore. Gente che legge e che fa vivere il libro anche dopo la parola fine.
Per farlo bisogna sentirlo, nel bene e nel male. Perché qualsiasi sia la reazione che suscita un romanzo, il suo dovere l'ha fatto: ci ha svegliato.
Io credo nell'editoria e stimo chi ogni giorno si impegna per qualità, professionalità e passione.
Quindi grazie a voi che ce l'avete portata per qualche giorno un po' più vicina a casa! 
Grazie Panesi Edizioni. Grazie Annalisa e Nicoletta.
Grazie a tutti.


Le due autrici che ho intervistato sono state:
Valeria Corciolani (madrina della manifestazione) QUI trovate tutti i suoi romanzi.
Alice Basso QUI trovate tutti i suoi romanzi.

Sono tra le mie scrittrici italiane preferite: ironiche, brillanti, con due stili di scrittura inconfondibili e personaggi che vi resteranno nel cuore.



Nessun commento:

Lasciami la tua opinione