giovedì 5 luglio 2018

Recensione: 101 modi per dire ti amo

«Chiara solleva il volto e i nostri sguardi si incrociano. Sembra incredibile, ma entrambe stiamo sorridendo per quella scena. Le sue labbra si muovono lentamente, senza che la voce esca: "Esistono 100 modi per dire ti amo"»

101 modi per dire ti amo
Valentina Vanzini
Self Publishing

Trama
È il giorno più bello della vita di Samantha: sta per firmare un contratto milionario con la società di consulenza finanziaria per cui lavora e presto otterrà non solo un assegno sei zeri, ma anche il ruolo di socia. Tutto sembra filare liscio sino a quando non riceve una telefonata. È la sua sorellastra, Chiara, che minaccia di suicidarsi. Samantha non la vede da dieci anni, ma quando finirà in ospedale sarà costretta a lasciare Milano e partire in direzione della Toscana.
In breve tempo lei, convinta vegetariana e ragazza di città, si troverà catapultata in un casale sperduto fra le campagne della Val D’Orcia, fra mucche, letame e telefoni che non prendono. Con lei due nipoti che nemmeno conosce: Clara, adolescente perennemente arrabbiata, e Giulio, piccolo genietto di sei anni che parla sempre troppo. A peggiorare le cose ci pensano un vicino stronzo (ma maledettamente sexy) e il suo cane arrapato. Fra momenti comici, colpi di scena e tanto romanticismo, Samantha proverà a salvare il casale di famiglia dal pignoramento e ad aprire il suo cuore all’amore, scoprendo che non esiste uno, ma 101 modi per dire TI AMO alle persone che abbiamo accanto.


Quanti modi ci sono per dire Ti amo? Secondo Valentina Vanzini, autrice di questo spassosissimo chick - lit, sono 101
Ci sono quelli dedicati ai nipoti, quelli per i figli e anche quelli per delle sorelle che hanno un po' perso la bussola. 
Per intenderci sorelle come quella di Samantha, Chiara, che la trascina via dal suo sogno per portarla in un luogo parecchio lontano dal suo stile di vita. Samantha è la protagonista del romanzo, per descriverla basterebbe una parola: successo. ma se vogliamo possiamo anche aggiungere che è dedita al lavoro, stacanovista e poco incline ai rapporti affettivi. 
Per colpa del tentato suicidio della sorella si troverà, suo malgrado, a dover vivere nella campagna toscana con non pochi problemi a cui far fronte. Non da ultimi due nipoti da gestire e un vicino (sexy) scontroso da capire.

«Io non piaccio a te e tu non piaci a me. Ma questo non vuol dire che non farai la cosa giusta»

Valentina ci racconta con tanta ironia e un pizzico di romanticismo, ma non troppo, una storia d'amore
Ma non solo. Perché "101 modi per dire ti amo" affronta anche tante altre tematiche, non da ultima quella dei legami familiari e di come le famiglie possano spesso essere la causa di molti mali.
Ma anche come l'affetto possa superare il tempo e la lontananza. Mentre ci sono cose che è impossibile curare e fanno male ancora anni e anni dopo.
La penna di Valentina è pungente, non mancano scene intrise di ironia e i classici momenti che ci fanno amare le commedie romantiche. Samantha così da algida donna di successo, si trasformerà in una di noi. Figuracce comprese.
E durante la lettura ci immedesimeremo molto.
Ci ritroveremo noi, come lei, con la voglia di prendere a schiaffi - ma anche di baciare -  il "vicino stronzo", con un amore grande per due nipoti a tratti impossibili e la passione per la campagna.
 Buona lettura!

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione