lunedì 18 giugno 2018

Recensione L'infinito tra me e te

«Al mondo possono ferirti solo le persone a cui lo permetti»

L'infinito tra me e te
Mariana Zapata
Newton Compton Editori

Trama
Vanessa Mazur sa che sta facendo la cosa giusta. Non ha alcuna intenzione di sentirsi in colpa per aver mollato. Il lavoro di assistente tuttofare di Aiden Graves è sempre stato un impiego temporaneo. Lei ha altri piani per il futuro, ha delle ambizioni, e di certo non comprendono il ruolo di fatina personale di una star del football. E allora perché quando Aiden si presenta alla sua porta, pregandola di ripensarci, Vanessa esita? Per due anni, l’uomo che le televisioni chiamano “il Muro di Winnipeg” è stato il suo incubo: neanche un buongiorno al mattino, o un sorriso il giorno del suo compleanno. Era talmente concentrato sullo sport che sembrava non accorgersi nemmeno di chi o cosa lo circondasse. Cos’è cambiato, allora? Quello che Aiden chiede, per Vanessa è semplicemente incomprensibile. Dopo il modo in cui è stata trattata, lei desidera solo dedicarsi alla sua vera passione, il design, e lasciarsi alle spalle l’indifferenza. La perseveranza di Aiden sarà in grado di farle cambiare idea? In questo genere di partite, segnare un punto richiede pazienza, gioco di squadra e una buona dose di determinazione.


Meraviglioso: L'infinito tra me e te di Mariana Zapata è un romanzo che è stato capace di farmi battere il cuore. La cosa che più ho apprezzato è stato il tempo. Quest'autrice si prende del tempo per i suoi personaggi, non li mette alla prova con un colpo di fulmine ma regala loro la possibilità di avere a disposizione tanti eventi per far sbocciare un amore, cosa che spesso manca nei romanzi.

«Cos'era la vita se non la vivevi e te la godevi al massimo? Cos'era la vita senza amare qualcuno che voleva  molto più bene a te che a chiunque altro? Quella era la mia verità»

Così racconta quello che accade nella vita. Sentimenti che cambiano, nascono e si sviluppano in base alle persone coinvolte.
Quello che nasce come un semplice rapporto di lavoro, con un uomo rude e totalmente concentrato sul proprio mestiere di sportivo, si può trasformare, quindi, in tutt'altro.
Ne deve scorrere di acqua sotto i ponti, però, perché questo possa accadere.
Anche perché i protagonisti di L'infinito tra me e te, Vanessa e Aiden, non sono propriamente due persone semplici. A segnarli un passato molto simile che forse li ha resi poco propensi alle relazioni ,sia sentimentali che sociali. Entrambi possono contare su una manciata di persone e devono affrontare non pochi scogli per raggiungere la meta.


Mi è piaciuta l'ambientazione sortiva, che non è fondamentale nel romanzo, ma uno sfondo piacevole che rende tutto più interessante. Mi è piaciuto che la protagonista non sia una bella bellissima e che il "Muro di Winnipeg" non sia un bad boy, ma semplicemente un uomo totalmente dedito al suo lavoro.
L'infinito tra me e te è un libro che può far storcere il naso a chi cerca l'instant love o romanzi più brevi, ma può far impazzire chi invece è alla ricerca di una storia diversa con due personaggi fuori dal comune e che vi resteranno nel cuore. Buona lettura!

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione