giovedì 21 giugno 2018

Review party: Per il mio amore, Whiskey


Ci sono libri che ci lasciano il segno addosso. Il motivo? La storia, i personaggi, l'alchimia, che è capace di fare un autore, o un'autrice, con le parole.
Oggi vi parlo di uno di quei libri: "Per il mio amore, Whiskey" Kandi Steiner -  Always Publishing.

Per il mio amore, Whiskey
Kandi Steiner
Always Publishing

Trama
Dal primo momento in cui incontra Jamie, Breck sa che la sua vita non sarà più la stessa. Quel ragazzo dagli occhi ambrati diventerà il suo Whiskey, una irrinunciabile dipendenza. Mese dopo mese, anno dopo anno, errore dopo errore, la loro amicizia si fa sempre più complicata, e la loro attrazione sempre più inarrestabile. Ma cosa fare quando il tempo e le circostanze sembrano essere sempre avverse? Quanto duramente e quanto a lungo una donna può lottare per riappropriarsi del cuore dell'uomo che da sempre le appartiene? Una storia cruda, appassionata e straziante, in cui il destino giocherà a tirare i fili del vero amore, in un turbinio di emozioni. travolgenti. Ci vuole più coraggio ad ammettere di amare qualcuno e di voler lottare per lui, che a lasciarlo andare per soffrire di meno.

Difficilmente la lettura di un libro mi ha resa così frustrata, dolorosamente partecipe e arrabbiata. 
Difficilmente la lettura di un libro mi è entrata così tanto in profondità.
Per il mio amore, Whiskey è un romanzo da cinque stelline. Diciamolo subito. Perché così capirete come mai le parole che leggerete sono tutte di pancia e di cuore.

«Le parole non vengono scritte da cuori che non hanno mai provato niente, le parole vengono dal dolore, dall'amore, da abissi innominabili, ed erano il mio unico sfogo»

Non si può che rimanere ammaliati dalla penna di Kandi Steiner, questa autrice ha una scrittura ruvida, che entra sotto pelle, che diventa parte del lettore. 
Innanzitutto perché descrive alla perfezione quella sensazione di smarrimento che tutti noi possiamo aver provato nella nostra vita. Una sensazione inebriante e al tempo stessa paurosa, che ci prende quando ci innamoriamo di qualcuno di importante. Ci racconta quel susseguirsi infinito di momenti in cui la nostra vita cambia per sempre.
Poi perché racconta qualcosa che può accadere nel corso della nostra esistenza: tempi che non coincidono, paure, vita che va avanti

«Erano quasi come delle scariche elettriche al sistema nervoso, come per assicurarsi che facessimo ancora attenzione, che non ci consentissimo di spingerci troppo oltre e penso che fossero i momenti che desideravano di più»

Ci sono amori destinati ad infrangersi quando bruciano ancora. Ci sono anche amori che continuano a bruciare e non si infrangono mai del tutto.
Lasciano cicatrici che sono destinate a rimanere come ricordi malinconici, oppure sono tarli che non lasciano respirare ed andare avanti.
Kendi Steiner in Per il mio amore, Whiskey ci parla di uno di quegli amori totali, che scorrono nel sangue e non lasciano scampo. Lo fa talmente bene che noi lettori viviamo ogni dettaglio con i protagonisti di questa storia. Soprattutto con B voce narrante, spesso destinataria della mia frustrazione.
Ci racconta lei ogni fase della sua dipendenza da Whiskey. Da Jamie.
Non vi voglio parlare di loro, perché descrivere dei personaggi così complessi rischierebbe di rendere riduttivo il grande lavoro tridimensionale fatto dall'autrice nel renderli indelebili non solo  su carta, ma anche nei nostri cuori.
Questo romanzo fa male e fa bene al tempo stesso. Fa male perché fa soffrire il lettore, fa bene perché è talmente straordinario, il modo che l'autrice ha di raccontare questa storia, che non si può far altro che lasciarsi scorrere addosso le sue parole.
Se volete leggere un romanzo che lascerà il segno, questo fa al caso vostro.
Buona lettura!

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione