venerdì 30 marzo 2018

Recensione: Hai bussato al mio cuore

«La vita è breve e non sai mai quanti capitoli ti restino del tuo romanzo, Graham. Vivi ogni giorno come se fosse l'ultima pagina. Respira ogni momento come se fosse la parola fine. Abbi coraggio, ragazzo, abbi coraggio»

Hai bussato al mio cuore
Brittainy C. Cherry
Newton Compton Editore

Trama
Io e Graham Russell non eravamo fatti per stare insieme. Sono sempre stata una persona sensibile, lui invece è un pezzo di ghiaccio. Sognavo a occhi aperti mentre lui lottava con i suoi incubi. Io piangevo spesso, Graham sembrava non avere lacrime da versare. Ma nonostante le differenze, ci sono stati istanti in cui i nostri occhi si sono incontrati, in cui sembrava sapessimo tutto l’uno dell’altra. Istanti in cui le sue labbra hanno assaporato le mie paure e io ho respirato il suo dolore. Istanti in cui entrambi abbiamo creduto di sapere che cos’era il vero amore. Quegli istanti ci hanno illuso di poter avere un po’ di pace. Ma quando la realtà è tornata a scuoterci, siamo precipitati al suolo. Graham Russell non è in grado di amare e io non sono capace di insegnargli come si fa. Eppure, se avessi la possibilità di innamorarmi ancora, mi innamorerei di lui. Un’altra volta. Persino se fossimo destinati a precipitare di nuovo, distruggendoci.
I loro mondi sono così distanti che sembrano non comunicare. Eppure si amerebbero di nuovo, se avessero un’altra vita.


Ogni volta che inizio a leggere un libro di Brittainy C. Cherry so che mi aspetterà una lettura emotivamente intensa. Così è stato con Hai bussato al mio cuore, una storia che racconta di tre sorelle e del loro rapporto e di un uomo che ha paura di provare sentimenti.
La vita, come sappiamo, ci mette sempre alla prova e allora in questo romanzo chi è abituato all'empatia e a premere sull'acceleratore quando si parla di  sensazioni dovrà provare a  fare un passo indietro. Contemporaneamente chi ha chiuso il proprio cuore dovrà imparare ad aprirlo.

«Una grande storia ha sempre una struttura.
La vita però non è una grande storia.
La vita vera è una confusione di parole che a volte funzionano a volte no. La vita vera è una serie di emozioni che hanno a stento un senso. La vita vera sono delle prime bozze con scarabocchi e frasi cancellate, scritte a matita.
Non è bella. Si presenta senza preavviso. Si presenta senza agio. E quando il romanzo della vita arriva al punto di fregarti, lo fa lasciandoti senza fiato e gettando ai lupi il tuo cuore sanguinante»

Quello che posso dirvi di Hai bussato al mio cuore è che se vi aspettate un romanzo intriso dei soliti cliché, qui non li troverete. Perché a volte la vita non funzione come in un romanzo e, le strade per congiungersi devono fare percorsi straordinari e difficili.
Posso anche dire che in questa storia i personaggi sono tutti particolari e il mio affetto nei loro confronti resterà vivo. Grazie a Lucy protagonista così generosa e ricca di sfaccettature. Avremmo tutti più bisogno di una Lucy nel mondo. Grazie a Graham che non ha paura di tornare a sentire e ci insegna che il coraggio di fare scelte che ci fanno paura ripaga sempre. Grazie a Oliver che un papà acquisito così è come un dono dal cielo. Grazie a tutti, perché anche i personaggi più complicati vanno a comporre una storia capace di toccare profondamente.

«Perché è questo che accade con il cuore: quando pensi che sia completamente pieno, trovi il modo di fare spazio per altro amore»

A fare da perfetto collante le parole di Brittainy Cherry, che riesce sempre a trovare la migliore per esprimere un emozione o un altro sentimento. Un libro in cui immergersi e dal quale trarre spunto.
Buona lettura!

Anche questo mese ho partecipato al Domino Letterario, qui sotto trovate tutti gli altri partecipanti. 


15 commenti:

  1. Ho visto questo libro sul web e mi ha attirata sin da subito. Credo proprio che sia una lettura da affrontare :)

    RispondiElimina
  2. Coinvolgente come sempre la Cherry, l’ho amato tanto! ❤️

    RispondiElimina
  3. Mi pento di non aver ancora recuperato nessun titolo della Cherry, mannaggia! Mi tocca recuperare al volo, perché mi sembra che questo romanzo abbia tutto e non cada nel trash, e sicuramente merita una possibilità!
    Chiara :)

    RispondiElimina
  4. Ciao, Virgi! Ho già avuto modo di leggere un libro della Cherry, in passato, ma non mi è affatto piaciuto, purtroppo. Di conseguenza, non credo di leggere altro, di suo.

    RispondiElimina
  5. non conoscevo questo libro e la tua recensione mi ha incuriosito tantissssssimo!!! Wish list ringrazia, il mio portafoglio un po' meno ahahha

    RispondiElimina
  6. La Cherry è una certezza, brava Virgi ❤️

    RispondiElimina
  7. Da come ne parli mi ha catturata! Mi dà l’idea di uno di quei libri che non scordi più e mi piace :) Tanto! È in WL

    RispondiElimina
  8. non ho mai letto nulla dell'autrice , comincerò da questo titolo

    RispondiElimina
  9. Ciao! Che dire, io già amo la Cherry e piano piano vado a recuperare tutta la serie :D

    RispondiElimina
  10. Mamma mia questo romanzo ho paura di leggerlo!! é nel kindle che mi guarda ma non sono pronta a versare litri di lacrime!! Stefania

    RispondiElimina
  11. Ho capito...devo recuperare anche io la Cherry. Ma quanto la ami? ahahah

    RispondiElimina
  12. Lo voglio, lo voglio, lo voglio... devo recuperare questa lettura da un'eternità.... in pratica da quando è uscito questo romanzo... ce la farò prima o poi <3

    RispondiElimina
  13. Non conosco l'autrice, ma mi è piaciuta la tua recensione. Non so se lo leggerò, ma chissà, d'estate, chi può dirlo.

    RispondiElimina
  14. Questa autrice mi incuriosisce! Chissà, magari in futuro la leggerò!

    RispondiElimina
  15. Ormai la Cherry, almeno per me, è diventata una garanzia e con questo ultimo libro, mi ha conquistato subito <3 <3!!

    RispondiElimina