mercoledì 14 marzo 2018

Book blogger. Scrivere di libri in Rete: come, dove, perché

La letteratura è una grande dispensa creata dagli scrittori […] per parlare all’uomo dell’uomo

Book blogger. Scrivere di libri in Rete: come, dove, perché
Giulia Ciarapica 
Franco Cesati Editore 
Trama
Chi è il book blogger e cosa fa? Cosa significa oggi fare critica letteraria 2.0? Il libro di Giulia Ciarapica propone un percorso attraverso diversi modi di raccontare i libri in Rete: dal blog ai social network e YouTube, tutti gli strumenti sono utili per parlare di letteratura e per farlo in modo originale, fresco, ironico e creativo. Senza dimenticare però che dietro ogni blogger c'è prima di tutto un lettore, che ogni giorno si informa, confronta testi e cerca di trasmettere la propria passione al pubblico (piccolo o grande che sia) con un linguaggio chiaro e semplice. Partendo dai ferri del mestiere e dalla scelta dei testi, passando per le fasi della recensione e i relativi stili, senza lesinare consigli pratici e di lettura, Book blogger ci conduce alla scoperta di un mondo in grande fermento, provando anche a tracciare una mappa per orientarcisi: dai primissimi portali e lit-blog italiani alle ultime tendenze sui social, per arrivare ai siti contemporanei più attivi e seguiti e al fenomeno degli youtuber. 

Libri, social, blog e blogger: questi i punti cardine del primo (speriamo di una lunga serie) libro di Giulia Ciarapica, giovane critica letteraria marchigiana che si sta imponendo sempre più nel panorama culturale italiano. Il libro si chiama Book blogger. Scrivere di libri in Rete: come, dove, perché - Franco Cesati Editore.
Il book blogger, o blogger culturale, è prima di tutto un lettore e, ancor prima, un osservatore, un “esploratore”

Partendo dalla figura del book blogger, delinea un percorso che illustra i vari canali attraverso i quali parlare di libri in Rete e le relative modalità di utilizzo (stile, linguaggio, orari, ecc.). Consiglia libri imprescindibili per il giovane critico letterario 2.0, da Bloom alla Fallaci, passando per i classici del teatro e della poesia, siti, blog, canali YouTube e riviste. 

I libri sono strumenti, e cibo, perché nutrono le persone, le aiutano a ragionare, a oltrepassare i limiti, ad avere visioni sempre nuove del mondo 

Molto spazio è dedicato alle linee guida da seguire per scrivere una recensione e per plasmarla a seconda del canale attraverso cui verrà condivisa (social network, blog personale, rivista, canali video, …) e quindi dello spazio – o del tempo – a disposizione.

[…] nell’era dei social network è quasi impensabile non condividere il proprio lavoro su tutti i portali che abbiamo a disposizione. È fondamentale costruire una rete di contatti che interagisca con noi e che ci segua online

Infine, uno sguardo attento e preciso al mondo dei social network, da quelli dedicati espressamente ai libri e ai lettori (GoodReads, aNobii, Wattpad, ecc.) a quelli più diffusi tra gli utenti della Rete (Facebook, Twitter e Instagram), indispensabili ormai per chiunque voglia farsi conoscere dal grande pubblico. 

Per parlare e scrivere di libri occorrono pochi strumenti e una buona preparazione di base: insomma, bisogna prima di tutto leggere e documentarsi

In questo breve saggio, Giulia porta il lettore/blogger all’interno della “sua” Rete, dà consigli sia pratici che di lettura, segnala blog e pagine interessanti e dissemina spunti su cui riflettere e lavorare. 
Un libro chiaro, semplice, adatto a chiunque voglia conoscere meglio i canali culturali contemporanei, sia per uso professionale sia per semplice curiosità. 

Impegno, passione, competenza, studio, stile rimarranno la nostra bussola, che può guidare noi ma anche chi ci segue

Buona lettura!
- Annalisa - 




Nessun commento:

Lasciami la tua opinione