mercoledì 7 febbraio 2018

Recensione: Ignite me

«Varrà la pena combattere per una vita fatta di istanti così»

Ignite me
Tahereh Mafi
Rizzoli

Trama
Niente sarà più come prima. Non si sa che fine abbia fatto il Punto Omega. Tutti i compagni di Juliette potrebbero essere morti. Forse la guerra è finita ancora prima di cominciare. Juliette comunque non si arrende: affronterà la Restaurazione. Se vuole sopravvivere, deve sconfiggerla. Ma per abbattere la Restaurazione e l'uomo che l'ha quasi uccisa, le servirà l'aiuto di qualcuno che non avrebbe mai pensato di avere al suo fianco: Warner. E mentre si preparano insieme ad affrontare il loro nemico comune, Juliette scoprirà che tutte le sue certezze - su Warner, sui propri poteri, e perfino su Adam - erano sbagliate.


Sono arrivata alla fine della trilogia scritta da Tahereh Mafi: ho letto Ignite me col fiato in gola, le emozioni nel petto e la voglia di arrivare all'ultima pagina. E ho cambiato completamente prospettiva e opinione. 
L'ho cambiata perché finalmente il personaggio migliore della serie viene fuori in tutto il suo splendore, ma ci arriviamo. 
Facciamo un passo indietro.
Abbiamo lasciato Juliette in una situazione di distruzione, l'abbiamo lasciata costretta a ricominciare tutto dall'inizio. Infuriata, rabbiosa. 
In questo libro ne troveremo un'altra, la conosceremo poco a poco: una Juliette che prende in mano la sua vita, che non si vuole sottomettere, convinta di dover scoprire di più su stessa, di non volersi arrendere. Ma non è l'unico personaggio che si svelerà per quello che è: Ignite me infatti è un romanzo dove tutti i personaggi mostrano la loro vera faccia, si spogliano delle paure e sono loro stessi. Vi assicuro che questo sarà meraviglioso e al tempo stesso non tutte le sorprese saranno così piacevoli.


Ignite me è un romanzo perfetto, tanto quanto il primo: sono infatti i miei preferiti della serie (per leggere le mie recensioni cliccare sul titolo: Shatter me - Unravel me). 
Il primo perché mi ha regalato emozioni uniche, permettendomi di mettermi nei panni di un personaggio complesso e problematico come Juliette, questo è perfetto perché è la storia che mi aspettavo: i nodi vengono al pettine, la battaglia è cruenta, i volti si tolgono le maschere e i segreti vengono svelati. Questo romanzo è un po' come una metafora della vita: stupisce, fa crescere, sconvolge, porta ogni personaggio a dare il meglio o il peggio di se. 

«È il tipo di bacio che spinge le stelle a salire in cielo e illuminare il mondo. Che dura un'eternità e nemmeno un istante...
"Credo che il cuore stia per scoppiarmi" dice, e più che mai vorrei sapere come immortalare attimi come questo e riviverli per sempre.
Perché questo.
Questo è tutto»

Cambia l'atteggiamento di Juliette e con esso cambia anche il codice linguistico usato dalla Mafi: la vedremo gridare, prendere il comando, usare frasi forti e non avere paura di esprimere i propri sentimenti. Questa autrice sa come usare le parole per catturare, emozionare, trascinare il lettore in una storia bellissima. 
La bellezza sta nei personaggi, che sono imperfetti e impariamo a conoscere lentamente, sta anche nel mondo in cui la storia è scritta, che ci fa sentire parte di essa, sta nella capacità di creare empatia. Noi siamo Juliette, siamo Warner e siamo anche Adam.
Dovete leggere questa serie!


2 commenti: