lunedì 15 gennaio 2018

Review party: Il sole è anche una stella


Amore, immigrazione, vite che si intrecciano, c'è tutto questo in Il sole è anche una stella di Nicola Yoon in uscita domani per Sperling & Kupfer.
Ecco la mia recensione in anteprima.

Il sole è anche una stella
di Nicola Yoon
Sperling & Kupfer


Trama
Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Sua madre dice che le cose succedono per una ragione. Ma Natasha è diversa. Crede piuttosto nella scienza e nella relazione causa-effetto. Ogni azione conduce necessariamente a un'altra e così via. Sono le azioni di ognuno a determinare il destino. Per intenderci, non è il tipo di ragazza che incontra un ragazzo carino in un polveroso negozio di dischi a New York e s'innamora di lui. Eppure è quel che accade, proprio a dodici ore dall'essere rimpatriata in Giamaica insieme alla sua famiglia. Lui si chiama Daniel. È il figlio perfetto, studente modello e sempre all'altezza delle molte aspettative dei genitori. Quando è con Natasha, però, tutto è diverso. Qualcosa in lei gli suggerisce che il destino abbia in serbo un che di speciale - per entrambi. Ed è come se ogni momento della loro vita li avesse preparati solo per vivere questo meraviglioso, singolo istante.
Siamo a New York la città dalle infinite possibilità, ma Natasha deve dire addio alla Grande Mela e al suo sogno americano, perché deve essere rimpatriata insieme alla sua famiglia in Giamaica.
Sono immigrati clandestini.
Daniel insegue i sogni dei genitori e tra poco avrà un colloquio per Yale, per loro il sogno americano ha il sapore della speranza: che i figli possano realizzare tutte le loro possibilità.


Natasha e Daniel non sono destinati a incontrarsi, o forse sì, perché è ciò che accade e che li cambia per sempre.
Possono due persone innamorarsi in poche ore? Daniel è convinto di sì, Natasha la pensa in modo diametralmente opposto. Lui è un poeta, crede nell'amore e nei sentimenti. Lei ha abbandonato l'animo da sognatrice e crede solo nella scienza, nei dati dimostrabili.
Ma il risultato di questa domanda è sì, si può amare qualcuno dopo poche ore.
Ed è anche vero che un incontro può modificare la percezione della vita e il tuo destino.
Il sole è anche una stella di Nicola Yoon è un libro delicato, romantico, ma al tempo stesso realista. 
L'autrice tesse una storia e ci mostra come un singolo minuscolo dettaglio possa modificare tutto. 
Alla fine comprendiamo che la vita, quello che accade, è una somma di tante piccole scelte.
Quella di lasciarsi influenzare da un predicatore, quella di entrare in un negozio di dischi, quella  di provare a inseguire i propri sogni, quella di ringraziare una perfetta sconosciuta.
Natasha e Daniel lo scoprono piano in piano in una giornata di novembre  che li porta a cambiare loro  stessi e le loro aspettative.

Il sole è anche una stella è un libro che tocca in profondità il nostro cuore, anche per la sua attualità. 
L'immigrazione è un tema centrale: chi è costretto a rimpatriare e si sente profondamente americano e chi, invece, pur essendo nato negli Stati Uniti ha radici che sono ancora profonde con la cultura dei propri genitori.
Natasha e Deniel si scontrano con tutto questo, con i pregiudizi, con i sogni infranti degli adulti e con i loro che sono ancora piccoli germogli in attesa di divenire realtà.
Questo libro lascia addosso il sapore delle infinite possibilità, di dettagli che cambiano tutto, di gesti destinati a cambiare la nostra storia.
Il tutto con una colona sonora che ho amato (Natasha ha grandi gusti musicali!)
Buona lettura!


Non perdete le altre recensioni del review party dedicato all'uscita di Il sole è anche una stella.
Le trovate su Il bello di essere letti, Bookish Advisor, Il colore dei libri e Lily's Bookmark. 



Nessun commento:

Lasciami la tua opinione