martedì 24 ottobre 2017

Recensione: Buongiorno Miriam

«Si è degni di avvicinarsi al dolore dell'altro, solo quando se ne conosce l'intensità e il tormento»

Buongiorno Miriam
Alessandra Alioto e Rosalba Repaci
Panesi Edizioni


Trama
Nella piccola cittadina di Recco gestire un’edicola può essere divertente anche per chi, come Miriam, fa questo mestiere per scelta, ma di altri. Al centro della passeggiata il via vai dei clienti è continuo: oltre a quelli occasionali, ci sono gli affezionati che, ogni giorno, si premurano di tenere aggiornata Miriam su eventi luttuosi, matrimoni frettolosi, tradimenti insospettati, separazioni non ufficiali, litigi e contenziosi e via così, in un susseguirsi di chiacchiere più o meno maligne. Al suo chiosco si ferma anche l’amore: un uomo che, quando paga il giornale, con il solo tocco lieve della sua mano riesce a regalarle sensazioni uniche, infilandosi nella sua vita con la forza dei sentimenti. Per Miriam non sarà facile aprirgli la porta del suo cuore. Ma il destino può cambiare tutto.


Buongiorno Miriam è una storia che, per me, ha i sapori di casa e l'intensità dei sentimenti. Oggi vi parlo del racconto lungo che ha vinto la prima edizione del concorso letterario Lugalè - Panesi Edizoni scritto da un duo di autrici affiatate e di talento: Alessandra Alioto e Rosalba Repaci.  
Alessandra e Rosalba le conosciamo bene qui su Le Recensioni della Libraia, abbiamo letto ogni loro lavoro e le apprezziamo, anche perché sanno passare dalle storie emozionali a quelle dalle tinte noir con grande capacità. Se volete  fare un ripasso dei loro romanzi, cliccate su ogni titolo per le recensioni: Dimmi come mai, La dolce morte e Anna con tutti.



Questa volta parliamo di sentimenti insieme a Miriam un'edicolante della cittadina di Recco e ci tuffiamo con lei nelle storie di paese fatte di gossip, un pizzico di malignità, ma anche di belle tradizioni radicate e di amicizia. Recco è una cittadina vicinissima a Genova, un posto dove difficilmente si può tenere un segreto, dove gli eventi passano di bocca in bocca alla velocità della luce, ma è anche un paese fatto di vecchie tradizioni, di solidarietà e vicinanza.

Miriam gestisce il chiosco di famiglia dove vende giornali, ma non solo: biglietti, giocattoli e molto altro. 
Da quello spazio un po' angusto e intasato di oggetti, ogni giorno spia il mondo, ascolta i clienti, incontra le persone, sfiora la vita degli altri.
Buongiorno Miriam è la storia di come le apparenze possano trarre in inganno, della potenza delle spiegazioni e di che gusto possano avere i sentimenti. 
Il messaggio delle autrici è chiaro: mai fermarsi alla prima idea!

Una storia che potrete assaporare velocemente, lasciandovi affascinare dal Golfo Paradiso, dalle sparate,  dall'otto settembre, dalla focaccia al formaggio e dalle bande cittadine.
Buona lettura!

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione