venerdì 28 aprile 2017

Parola all'editore: #8 - Come scegliere l'editore giusto?

#8 L’editore giusto

Nell’ultimo post abbiamo parlato di promozione. Oggi facciamo un passo indietro. Abbiamo scritto il nostro libro, lo abbiamo letto, riletto, corretto e ricorretto. Fatto leggere e rileggere dai nostri beta reader di fiducia e abbiamo seguito i loro consigli, e ora? Dobbiamo cercare un editore che ci pubblichi!




A meno che non decidiamo di seguire la strada dell’autopubblicazione, abbiamo bisogno che un editore ci dia la fiducia investendo sul nostro libro. Ma come scegliere?

Innanzitutto potete dare un’occhiata al sito www.writersdream.org e iniziare a prendere confidenza con il mondo delle case editrici, avendo loro un bell’elenco e distinguendo tra case editrici a pagamento (EAP) e case editrici non a pagamento (NOEAP).

Dopo ciò, prendetevi un po’ di tempo (tanto tempo…) per spulciare i siti di quelle che vi ispirano di più. Questo è un passaggio importantissimo perché scoprirete se il vostro manoscritto ha i requisiti per rientrare nelle loro ricerche (per genere, lunghezza o altro), evitando a voi (e a loro!) perdita di tempo prezioso (vedi #1_la mail).

Tra voi e il vostro editore si stabilirà un rapporto sì, lavorativo, ma anche di fiducia reciproca, per cui è necessario che non vi fermiate al primo che vi passa sott’occhio: valutate bene ogni proposta, sia dal punto di vista economico che editoriale. Come dico sempre, il libro è il vostro, è una vostra creatura: non lasciatela nelle mani del primo che passa. Lo fareste con un figlio o un cucciolo?
Se siete alle prime pubblicazioni, è importante anche che ci sia un impegno da parte vostra nella fase di promozione. Per questo è preferibile scegliere una casa editrice che lavori sul vostro territorio, o vicino, in modo da poter organizzare insieme presentazioni o eventi in cui farvi conoscere.

Quindi:
  • Fatevi un elenco di case editrici “adatte” al vostro manoscritto;
  • Informatevi sul loro sito e sui diversi forum e pagine facebook dedicate agli scrittori;
  • Non abbiate paura di chiedere informazioni ai diretti interessati: se vi risponderanno male (o non vi risponderanno affatto) avrete già ottenuto la vostra risposta;
  • Se possibile, incontrate personalmente gli editori o i loro collaboratori.

Buona ricerca!

Nessun commento:

Posta un commento