giovedì 23 febbraio 2017

Test for Bookaholic: Che amore classico sei?

Questo mese doppio appuntamento con Test for Bookaholic, la rubrica inventata da me e Deb di Leggendo Romance dove vi invitiamo a scoprire di più sulla vostra passione librosa.
Questa volta si parla di amori classici e per farlo abbiamo scelto sei libri... Pronti a scoprire "Che amore classico sei?"






1) in amor vince chi…
a. Fugge
b. Rivede le sue idee
c. Si scontra contro tutti per il sentimento che prova
d. Chi si assomiglia
e. Chi non ha chiari i propri sentimenti
f. Mette da parte i sentimenti

2) L'uomo ideale deve
a. Essere forte e misterioso
b. È ricco e sa mettere da parte il proprio orgoglio
c. Combatte per amore
d. Essere di cultura
e. Affascinante
f. Amare il  corpo della sua donna

3) La donna ideale deve
a. Andare contro le convenzioni
b. Rivedere la posizione iniziale e avere un'indole di comando
c. Conoscere il sacrificio
d. Amare le stesse cose della sua compagno
e. Crescere e maturare
f. Avere un'indole libertina

4) In una storia romantica cerchi
a. Sentimenti e mistero
b. Lotta sociale e una punta d'ironia
c. Dramma  e ostacoli
d. Veridicità
e. Storia e saghe familiari
f. Segreti, un rapporto proibito  e sesso

5)L'incipit preferito
a. In quel giorno era impossibile passeggiare. La mattina avevamo errato per un'ora nel boschetto spogliato di foglie, ma dopo pranzo (quando non vi erano invitati, la signora Reed desinava presto), il vento gelato d'inverno aveva portato seco nubi così scure e una pioggia così penetrante, che non si poteva pensare a nessuna escursione.
Ne ero contenta. Non mi sono mai piaciute le lunghe passeggiate, sopra tutto col freddo, ed era cosa penosa per me di tornar di notte con le mani e i piedi gelati, col cuore amareggiato dalle sgridate di Bessie, la bambinaia, e con lo spirito abbattuto dalla coscienza della mia inferiorità fisica di fronte a Eliza, a John e a Georgiana Reed.

b. È cosa nota e universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie. E benché poco sia dato sapere delle vere inclinazioni e dei proponimenti di chi per la prima volta venga a trovarsi in un ambiente sconosciuto, accade tuttavia che tale convinzione sia così saldamente radicata nelle menti dei suoi nuovi vicini da indurli a considerarlo fin da quel momento legittimo appannaggio dell'una o dell'altra delle loro figlie.

c. Coro:due famiglie,nobili del pari, nella bella Verona,ov'e' la scena, per antica rivalita',rompono in una nuova lite,e il sangue dei cittadini imbratta le mani dei cittadini. Dai lombi fatali di questi due nemici toglie vita una coppia d'amanti avventurati ,nati sotto maligna stella ,le cui pietose vicende seppelliscono ,mediante la lor morte, la guerra d'odio dei loro genitori. I casi invero spaventevoli del loro amore segnato come preda della morte, e la collera protratta dei loro genitori ,che,ove non si fosse data la morte dei loro figliuoli , null'altro avrebbe potuto arrestare, costituiscono ora l'argomento delle due ore di rappresentazione sulla nostra scena ;e se farete tanto di prestarvi orecchio paziente,tutto quello che ad essa manchi cerchera' di rimediarlo il nostro zelo.

d. "Natale non è Natale senza regali", si lamentò Jo, sdraiata sulla coperta.
"È così spiacevole essere poveri!" sospirò Meg, abbassando lo sguardo sul suo vecchio vestito.
"Non è giusto che alcune bambine possano avere tutto ciò che desiderano e altre non abbiano niente", aggiunse la piccola Amy, tirando su con il naso con aria offesa.
"Ma abbiamo il papà e la mamma, e la compagnia una dell'altra", disse Beth compiaciuta dal suo angolo.
A queste parole la luce del caminetto sembrò come ravvivare i quattro giovani visi, che però si rabbuiarono subito quando Jo disse tristemente: "Ma papà non c'è, e non lo vedremo ancora per molto." Non disse "forse mai", ma ciascuna di loro aggiunse in silenzio queste parole, pensando al padre lontano, sul campo di battaglia.

e. Scarlett O'Hara non era bella, ma gli uomini che ne subivano il fascino, come i gemelli Tarleton, di rado se ne rendevano conto.

f. Un giorno, ero già avanti negli anni, in una hall mi è venuto incontro un uomo. Si è presentato e mi ha detto: "La conosco da sempre. Tutti dicono che da giovane lei era bella, io sono venuto a dirle che la trovo più bella ora, preferisco il suo volto devastato a quello che aveva da giovane".

6. In che epoca e dove avresti voluto vivere la tua storia d'amore?
a. Thornfield Hall Ottocento
b. Primi dell'Ottocento Hertfordshire
c. Verona cinquecentesca
d. Metà dell'Ottocento Nuova Inghilterra
e. 1861 Tara, Georgia

f. 1929 Saigon




Per leggere le risposte A - B e C andate sul blog di Deb QUI
Ecco invece le altre

RISPOSTE D

Chi da te si aspetta scelte semplici ha sbagliato tutto, in amore cerchi qualcuno che ti assomigli e che  Josephine (Jo) March e Friederich Bhaer condivida le tue stesse passioni: Piccole Donne di Louisa Mary Alcott è il libro che fa per te e in particolare la storia fra









RISPOSTE E
A volte nella vita hai sbagliato obiettivo, ma questo non ti ha fermato. Non nascondi il tuo cuore e sei capace di rivedere tutto, anche a costo di soffrire: Via col vento di Margaret Mitchell ti aspetta sul comodino









RISPOSTE F

Quello che è proibito ti attira tantissimo, così come la passione del corpo e dei sensi: L'amante di Marguerite Duras potrebbe essere la tua prossima lettura

4 commenti:

  1. Eccoci, io sono A, Jane Eyre...non a caso è il romanzo classico preferito *_*
    Un bacio, e grazie per il test ;)

    RispondiElimina
  2. Io non avevo dubbi - Orgoglio e Pregiudizio.
    Non a caso è un amore che va avanti da oltre quindici anni. xD

    RispondiElimina
  3. Anch'io Jane Eyre... Ah ah ah!

    RispondiElimina
  4. Pareggio tra D e A... due libri che adoro <3

    RispondiElimina