lunedì 20 febbraio 2017

Recensione: Forever #1

«Voglio essere una persona forte e abbastanza coraggiosa da essere in grado  di compiere scelte dure. 
Ma voglio essere onesta e con abbastanza amore da compiere quelle giuste»

Forever  - The Ivy Series #1
Amy Engel
Newton Compton

Trama
Dopo una guerra nucleare senza precedenti, la popolazione degli Stati Uniti è decimata.
Un piccolo gruppo di sopravvissuti entra in conflitto per decidere quale famiglia andrà al governo del nuovo mondo. Il clan dei Westfall perde lo scontro con quello dei Lattimer. Passano cinquant’anni e la comunità è ancora in pace, ma il prezzo è alto: ogni anno un rito assicura l’equilibrio forzato tra le famiglie e così una delle figlie dei perdenti deve andare in sposa a uno dei figli di quella vincente. Quest’anno, è il mio turno.
Il mio nome è Ivy Westfall, e la mia missione è semplice: uccidere il figlio del capo dei Lattimer, Bishop, il mio promesso sposo, e restituire il potere alla mia famiglia.
Ma Bishop sembra molto scaltro oppure non è il ragazzo spietato e senza cuore che mi avevano detto. Sembra anche essere l’unica persona in questo mondo che veramente mi capisce, ma non posso sottrarmi al destino, io sono l’unica che può riportare i Westfall al potere.
E perché questo accada, Bishop deve morire per mano mia... Il mio nome è Ivy Westfall, e la mia missione è semplice: uccidere il mio promesso sposo


«Mi sto rendendo conto che la vita è uno scherzo perverso dopo l'altro, 
perché non mi sembra granché giusto che mi faccia così male ottenere esattamente ciò che volevo»

Ultimamente ho la fortuna sfacciata di leggere libri che mi piacciono parecchio.

Ad esempio Forever. Un distopico molto interessante che ci porta in un mondo post guerra nucleare. Un luogo molto piccolo, una comunità ristretta circondata da un confine, dove i matrimoni sono combinati e mescolano le classi sociali: ragazzi ricchi con ragazze di bassa estrazione e viceversa, e il potere è in mano a una sola famiglia. In un contesto così particolare, dove il mondo è stato praticamente distrutto dalla razza umana e dove il "fuori" è un'incognita pericolosa e una minaccia per i trasgressori, incontriamo Ivy, in procinto di sposare Bishop. Lei è la figlia della famiglia che ha perso il potere, lui è il figlio di quelli che comandano. Mai visti prima, mai una parola e proprio all'inizio del libro convolano a nozze.

Una situazione difficile per due ragazzini, che Amy Engel gestisce molto bene.
L'autrice riesce a farci essere Ivy: nessun uomo mai, nessuna relazione, un matrimonio che non desiderava, il timore di cosa accadrà e la consapevolezza di doverlo uccidere. Una tensione psicologica costante, che passa dal senso del dovere al tentennamento in un continuo confondersi. "Farlo o non farlo?" diventa la domanda che non lascia scampo alla protagonista dilaniata da dubbi e incertezze su cosa sia giusto o sbagliato, su chi abbia ragione e chi torto.

Mi sono piaciuti i due protagonisti. Di Ivy conosciamo ogni pensiero, le scandagliamo la mente e comprendiamo la profondità delle sue paure. Di Bishop possiamo apprezzare ciò che ci mostra la protagonista: la premura, il senso di protezione e di giustizia. Una coppia librosa ben assortita che sono certa saprà catturare il cuore di molti di voi.

Un libro scritto con grande bravura, in cui la scrittrice mantiene sempre alta la tensione. Fino a un finale che lascia letteralmente senza fiato e con un milione di domande in testa. Ma sapete qual è la notizia bella? Che giovedì uscirà il nuovo volume della serie.

Buona lettura

3 commenti:

  1. Ecco il problema delle serie, si interrompono sul più bello! >.<
    Non vedo l'ora di cominciare questa storia, ora che sta per uscire il secondo potrei azzardare XD

    RispondiElimina
  2. Bello bello bello e già sto divorando il secondo libro ^_^

    RispondiElimina