giovedì 20 ottobre 2016

I colori di Juliet

«Fingi che io sia quell'onda tanto enorme che può 
travolgerti, ma che quando lo fa ti rende felice. Ti rende parte di lei».

I colori di Juliet
di Cinzia La Commare
Self Publishing

Trama
Finalista del concorso "ILMIOESORDIO 2016"
Selezionato da Scuola Holden
Sono passati quindici anni da quando Juliet Miller ha lasciato Wood’s Bridge, una piccola cittadina costeggiata dall’oceano. Eppure non ne ha mai dimenticato il legame profondo. Così, dopo un’ennesima cocente delusione, decide di farvi ritorno per curare le sue ferite.
Viso a viso con i ricordi della sua adolescenza, si aspetta di ritrovare la serenità perduta. Un nuovo punto di inizio che possa permetterle di pensare, almeno per una volta, solo a se stessa.
Invece, si ritroverà ben presto ad annaspare nell'oceano in tempesta di due profondi occhi azzurri incupiti da un passato che lei non conosce, ma che proverà a combattere cercando di riportare colore nella vita di chi si è rassegnato al grigiore.

"I colori di Juliet" è un libro profondo, che ho letto in un attimo, rapita dalla storia e dal modo di raccontarla dell'autrice Cinzia La Commare.
Prendete un paesino sul mare, una manciata di case, pochissimi abitanti, ma il sogno di poterci tornare e ritrovare se stessi. Ripartire da quello che si è lasciato 15 anni prima, la se stessa di allora. È quello che fa Juliet: reduce dalla fine di una storia senza alcun sbocco, decide di tornare a casa, quella casa da cui è andata via insieme alla famiglia tanto anni prima.

Una casa che ho subito invidiato, sulla spiaggia, antica e da risistemare, con un giardino che va disboscato, il colore che va steso un'altra volta e le stanze che vanno ripulite. Ma una grande occasione per ripartire da se stessi.

Peccato che Juliet non lo faccia subito.

La storia che ci racconta Cinzia La Commare, in questo libro finalista al concorso Il mio esordio e selezionato dalla scuola Holden,  è una storia che ci porta a scavare nei meandri del nostro passato ci fa guardare in faccia alcune delle paure con cui ci scontriamo ogni giorno, come quella di perdere una persona a cui si tiene, o quella di vivere senza provare neppure a inseguire i propri sogni.

Juliet dovrà seguire un percorso di crescita, battersi per ciò a cui tiene, lanciarsi nel vuoto un sacco di volte...

Un libro molto bello, che segna una svolta nel percorso di scrittura dell'autrice. Cinzia ha fatto un notevole passo avanti, creando una storia capace di toccare le emozioni in profondità.

Descrizioni suggestive, dialoghi ben bilanciati e una trama che non è banale caratterizzano questo libro

Buona lettura


Ps copertina magnifica

1 commento:

  1. Bella la cover e bella anche la trama. Mi piacciono molto le storie nelle quali i protagonisti si re-inventano per costruire qualcosa di nuovo, per migliorarsi. Bello!

    RispondiElimina