mercoledì 27 luglio 2016

Le avventure di Jacques Papier

"La verità è che questo è quello che vogliono tutti: qualcuno che ci conosca in questo modo, che ci capisca. Non parlo di gusti o di taglio di capelli, ma di qualcuno che veda quel che siamo in realtà. Vogliamo tutti trovare la persona che sa chi siamo, realmente, con tutte le nostre stramberie, e che ci accetta così".

Le avventure di Jacques Papier 

di Michelle Cuevas 
De Agostini 

Link Amazon


Trama 

Da un po’ di tempo a questa parte, il piccolo Jacques Papier ha il terribile sospetto che tutti lo odino. Tutti eccetto la sorellina Fleur. A scuola i professori lo ignorano ogni volta che alza la mano, in cortile i compagni non vogliono mai giocare con lui e a casa i genitori si dimenticano persino di aspettarlo per cena. Ma la verità è ancora più sconvolgente di quanto possa sembrare… perché il piccolo Jacques non è che l’amico immaginario di Fleur! E quando troverà il coraggio di chiedere alla sorellina di recidere i fili della fantasia che li legano, per Jacques inizierà un travolgente, poetico – e a tratti esilarante – viaggio alla ricerca di se stesso. Chi è veramente Jacques Papier? Qual è il suo posto nel mondo? Un racconto che ha l’incanto delle cose fragili e preziose; una storia che ci apre gli occhi su ciò che molto spesso resta invisibile ai nostri sguardi distratti e che ci regala una nuova prospettiva sui piccoli, sorprendenti risvolti della vita di tutti i giorni.
***

Cosa significa essere veri? Per esistere gli altri ci devono catalogare? "Le avventure di Jaques Papier" ci racconta la storia di un bambino che scopre di essere frutto dell'immaginazione di sua sorella.

L'autrice Michelle Cuevas ci narra con delicatezza, ironia e fantasia una storia che regala un grande insegnamento: siamo tutti utili, anche l'immaginazione.

Jaques, infatti, piano piano imparerà e si renderà conto di come aiutare gli altri: a essere creativi, a imparare la responsabilità, a non avere paura di vivere. Lui stesso in questo percorso capirà, che non ha bisogno dei ricordi per esistere, perché tutto quello che ha vissuto fa parte di lui, lo ha segnato: lui è quello che gli è accaduto, chi ha aiutato, le fantasie che ha vissuto.

Una storia eccezionale che ci permette di capire che dentro ognuno di noi c'è una scintilla di fantasia, che tutti noi siamo speciali e possiamo dare tanto, lasciare un'eredità incredibile nel cuore delle persone che ci vogliono bene. Ma anche che la fantasia è una potentissima arma di crescita e che diventare grandi non deve per forza significare perdere i sogni. 

Con Jaques Papier durante la lettura si vivono grandi avventure, si scopre la bellezza di creare con la mente scenari fantastici.

Lo stile di scrittura è intriso di emozione: si ride, ci si indigna e ci si commuove anche. Quella di Michelle Cuevas è una penna ritmata, ma al tempo stesso intrisa di poesia.

L'autrice ha vinto il Premio Andersen di Sestri Levante edizione 2016 come Miglior Libro per ragazzi dai 9 ai 12 anni, ma la sua è una storia che può essere letta anche da grandi, per farci ricordare gli occhi con cui guardavamo il mondo da bambini.

2 commenti:

  1. Virgi, quando ho letto questo libro, ho subito pensato a te. Ero SICURA ti sarebbe piaciuto! <3

    RispondiElimina
  2. Dev'essere davvero bello! Non vedo l'ora di leggere qualche storia di questo tipo con il mio piccolo ometto (per ora è talmente piccolino che ci soffermiamo solo sulle figure...quando non mi ruba il libro dalle mani per lanciarlo!). Un bacio Virgy!

    RispondiElimina