lunedì 6 giugno 2016

Senza difese

Senza difese
di Meredith Wild
Newton Compton

Trama
Qualche giorno dopo la laurea, Erica Hathaway si ritrova faccia a faccia con un gruppo di investitori che dovrà decidere se finanziare o meno la sua start up. L’unica cosa che non si aspettava era di sentirsi tremare le gambe di fronte a un investitore arrogante e affascinante che apparentemente ha deciso di far deragliare la sua presentazione. Ricchissimo e con la fama di essere un hacker, Blake Landon ha già fatto fortuna nel campo dei software, ed è abituato a ottenere quello che vuole senza difficoltà. Affascinato dai modi e dalla bellezza di Erica dal momento in cui è entrata nella sua sala riunioni, è deciso a conquistarla. Per riuscirci dovrà far crollare le sue difese e ottenere la sua fiducia. E questo significa rinunciare al completo controllo della situazione. Cosa alla quale non è abituato. Ma scavare nella vita delle persone è rischioso… Nel passato di Erica infatti c’è un oscuro segreto che deve restare nascosto per non rischiare di distruggere tutto ciò che lei ha costruito fino a quel momento…

***

Simile a Cinquanta sfumature, ma con una protagonista molto più decisa e un protagonista meno dominatore: "Senza difese" di Meredith Wild è il primo volume della The Hacker Series portata in Italia da Newton Compton Editori (che ringrazio di cuore per la copia cartacea)
Una lettura veloce, che si sviluppa su più storyline: il futuro di Erica neo laureata ad Harvard e con una start up da far crescere, la mancanza di una famiglia e un padre sconosciuto, un segreto inconfessabile… molte di queste sotto trame troveranno un un unico percorso, mentre si aprono nuovi fronti e problemi per i due protagonisti. Insomma la carne al fuoco è tanta e, se da una parte ho trovato interessanti alcuni sviluppi, dall'altra temo che troppi eventi così vicini possano creare confusione nel lettore e non concedere abbastanza spazio di approfondimento all'autrice. Ma questo lo potrò giudicare solo dal prossimo volume.
Non ho apprezzato particolarmente la mania di controllo e di dominio del protagonista Blake, la trovo troppo vista e rivista: va bene ti piacciono quattro schiaffoni nell'intimità, che vuoi sapere tutto quello che fa la tua compagna e le ingerenze sono all'ordine del giorno, ma qualcosa di diverso no?!? Mentre posso dire che finalmente abbiamo una protagonista restia alla sottomissione: era l'ora!
Lo stile di scrittura è semplice e immediato, gli approfondimenti psicologici non sono particolarmente sviscerati, mentre l'autrice si focalizza moltissimo sui sentimenti e sulla relazione sessuale ed emotiva fra Erica e Blake.
Sono curiosa di leggere il seguito per scoprire come gestirà le varie situazioni narrative l'autrice.
Buona lettura

Nessun commento:

Lasciami la tua opinione