giovedì 26 maggio 2016

Segreti e speranze

"La vita è troppo breve per aspettare che siano gli altri a dirti come devi vivere. Meglio sbagliare e imparare dai propri errori. Almeno saranno reali e tu avrai vissuto davvero. Altrimenti, ti sarai limitata ad esistere"

Segreti e speranze
di Carolyn Brown
Leggereditore

Trama
I segreti che le donne si rivelano nei momenti di privacy, ad esempio in una toilette per sole signore, dovrebbero restare custoditi in quelle mura. Ma a volte accade che quei segreti giungano alle orecchie sbagliate e cambino per sempre la vita di chi ne viene a conoscenza.
L’esistenza di Trudy Williams è piuttosto movimentata: sua figlia è una ragazza eccentrica e ribelle, suo marito non fa altro che tradirla e sua madre è ricoverata in una casa di cura per malati di Alzheimer. L’ultima cosa di cui ha bisogno è ereditare dalla prozia Gert una vecchia casa pericolante piena solo di vecchi ricordi e cianfrusaglie. Ora tocca a lei ristrutturarla, ma non sarà sola nell’impresa. Billy Lee Tucker, il vicino di casa della zia Gert, un tipo strano innamorato di Trudy dai tempi della scuola, non avrebbe mai sognato di avere l’opportunità di starle accanto tanto a lungo. Così, insieme alla nuova casa, Trudy e Billy costruiscono qualcosa di romantico e sorprendente, vivendo emozioni che temevano di aver perduto. Ma forse Trudy è troppo spaventata da ciò che quel giorno aveva sentito in quella toilette per signore per poter immaginare un futuro insieme a Billy...

***

Si può essere coraggiosi anche senza accorgersene, semplicemente decidendo di vivere senza più preoccuparsi. È questo il messaggio che mi ha trasmesso "Segreti e speranze" il libro scritto da Carolyn Brown ed edito da Leggereditore. Ne approfitto per ricordarvi che è ancora in corso il blog tour con in palio una copia del romanzo e che non potete lasciarvelo sfuggire (QUI l'evento).

Quella di "Segreti e speranze" è una storia molto americana, di riscatto e speranza , che l'autrice racconta con sottile ironia, romanticismo e un cast di personaggi eccentrici.

Può un segreto sentito per errore in un bagno ribaltare gli ultimi vent'anni di vita di una persona? Chiedetelo a Trudy che si trova, suo malgrado, a scoprire cose della sua vita che non si aspettava, mentre è chiusa nella toilette delle signore. Un brutto colpo, che però sembra essere stato previsto dalla sua vecchia zia. Ed è proprio durante il funerale dell'anziana donna che la vita della nostra protagonista prende una direzione completamente diversa. Non aspettatevi colpi di fulmine improvvisi, corpi in bella mostra o scene languide, perché la Brown riesce dove molte autrici ormai non tentano neppure più: tiene incollato il lettore alle pagine senza usare sesso, six pack o scene bollenti.

Trudy è una donna alla soglia dei quarant'anni, sovrappeso, scontenta, con un lavoro che non la soddisfa, senza una lira, succube del marito e una figlia lontana anni luce. Il suo cambiamento inizia da una casa piena di cianfrusaglie, un vicino in salopette e con fondi di bottiglia al posto degli occhiali e le carte di un divorzio da firmare.

La penna della Brown è leggera, non cerca sensazionalismi, ma stupisce con semplicità, personaggi reali e sentimenti verosimili che germogliano piano piano e le cui radici sono ben salde nei cuori.

Il messaggio è quello che nella vita se si vuole si può cambiare: quasi senza accorgercene un giorno ci risveglieremo più magre, innamorate della vita, con una passione a cui dedicarci e una casa piena di colori e amore. Basta andare oltre le apparenze.

Buona lettura

6 commenti: