martedì 31 maggio 2016

L'uccello del tuono

"Eravamo io e lui, due corpi, due metà perfette, una sola anima"

L'uccello del tuono III volume della saga “La croce della vita” 
di Valentina Marcone 
Nativi Digitali Edizioni
Urban Fantasy, Paranormal Romance 

Trama
Alcune persone passano tutta la vita a prepararsi al peggio, pensano di essere capaci di affrontare qualsiasi avversità, spendono ore a immaginare scenari disastrosi e realtà terrificanti per essere sempre all'altezza. Anche io pensavo di esserlo, anni di duro allenamento fisico, sudore e dedizione continui, credevo di essere pronta a tutto, con l'appoggio della mia famiglia poi ero convinta di superare qualsiasi avversità. Potere, amore e rispetto ti fanno sentire al sicuro da tutto, sentivo di avere la forza di affrontare tutto quello che mi minacciava, licantropi, vampiri e qualsiasi altra creatura mitica. Ti guardi allo specchio e ti senti invincibile, con un consorte immortale accanto, con i fratelli Sincore a guardarti le spalle. E poi, quando la situazione richiede tutte le tue capacità, quando arriva il momento della verità realizzi... cazzo, quello era lo specchio delle brame.” Dopo "La Croce della Vita" e "La Stella dell'Eire", "L'Uccello del Tuono" ci svela la prosecuzione dell'appassionante storia della Furia Deva. 

***

Esce oggi il terzo attesissimo capitolo della saga La croce della Vita: L'uccello del tuono e io ringrazio di cuore Nativi Digitali per avermi dato l'opportunità di leggerelo in anteprima. Valentina Marcone ci regala un nuovo libro molto intimista e riflessivo
L'azione è delimitata solo a una parte del romanzo, e che azione fatemi dire, mentre nella restante parte accompagnamo Deva nel suo percorso per scoprire di più su stessa e sulla sua natura. Ho adorato anche questo terzo capitolo, mi è piaciuto tantissimo assistere a una crescita del rapporto fra Gabriel e Deva: lei non è più così timorosa, si espone, fa valere le sue ragioni e non teme il confronto con l'affascinante vampiro. Lui sembra conoscerla meglio di quanto lei conosca se stessa e il suo atteggiamento ci piace, ci piace parecchio. 

I personaggi di contorno vengono lasciati un po' da parte, anche se su alcuni, nel corso della lettura, emergono delle perplessità: ho dei dubbi e spero che l'autrice presto mi faccia capire se sono maturati  a torto o ragione.

Tornando all'azione trovo che la bravura dell'autrice si sia espressa in maniera molto evidente in quelle pagine, dove il lettore sente sulla sua pelle tutto l'orrore e il dolore. Suscitare emozioni così forti penso sia un privilegio degli scrittori bravi e Valentina Marcone lo è al cento per cento.

Scrittura fluida, ma riflessiva: il libro si divora e si arriva alla fine con la voglia di averne altrettante pagine.
Aspettiamo con ansia il seguito, nel frattempo godetevi questo terzo volume.
Buona lettura

Nessun commento:

Posta un commento