lunedì 8 febbraio 2016

Solo una storia d'amore e di troppe paturnie 2

"Giulia, amarti è facile come respirare, ma al tempo stesso è complicato, perché a volte il bisogno di proteggerti ha la priorità su ogni cosa"
Solo una storia d'amore e di troppe paturnie 2
di Momi Gatto

Trama
In Solo una storia d'amore e di troppe paturnie, Giulia e Davide si sono incontrati, sono diventati amici e, ognuno coi propri tempi, hanno scoperto di amarsi. In questo secondo capitolo della “Trilogia delle paturnie”, li vediamo gestire gli inizi del loro rapporto... una gestione che non sempre li trova sulla stessa lunghezza d’onda.
Solo una cosa potrebbe aiutarla nello scontro epico coi suoi timori, ascoltare senza filtri ciò che le dice Davide. Invece Giulia propende per i classici piedi di piombo imbrigliando sentimenti e impulsi, ma farlo con uno come lui si rivela presto impossibile. La schiettezza del pallanuotista, unita alle continue stoccate mirate a farle abbassare la guardia, la convincono ad abbandonare il lato oscuro delle paranoie. Peccato però che, nonostante lui ci si avvicini in modo quasi indecoroso, il ragazzo perfetto non esista. Detto ciò, alzi la mano chi non ha scambi di vedute col proprio innamorato, chi non ci litiga, chi non ha avuto una crisi... autorizzata o meno che fosse. Riuscirà il caratterino caparbio e frizzante della nostra protagonista a sostenerla nel tenere testa a quel turbine senza freni che è il suo fidanzato?

***
È sempre bello ritrovare dei personaggi a cui ti eri affezionato, scoprire come prosegue la loro vita, le scelte che fanno, i pensieri. Quindi sono stata felicissima di poter leggere ancora le disavventure amorose di Giulia e Davide protagonisti del secondo volume di "Solo una storia d'amore e di troppe paturnie" di Momi Gatto. Li ritroviamo subito dopo il loro rientro dalle Olimpiadi di Londra, luogo dove la loro storia ha preso il via ufficialmente. In questo volume non aspettatevi che le paturnie della divertentissima Giulia siano passate, perché mi dispiace dovervi confidare che non è così, anzi. Se possibile sono aumentate. Ma un po' la capiamo, perché quando stai con l'incarnazione dei tuoi sogni, e di quelli di tutto il mondo femminile e non solo, è difficile non avere paura del futuro. Quindi in questo secondo libro troviamo Giulia alle prese con mille paranoie, a volte quasi eccessive, mentre Davide si dimostra sempre più attento, innamorato e iperprotettivo oltre che capace di tenere testa alla sua fidanzata. E credetemi, non è poco. Evviva quel gran pezzo di ragazzo di Davide!
A volte ho trovato le ansie eccessive e anche le reazioni, ma poi ho fatto mente locale, ricordato l'età e mi sono resa conto che anche io ero così. E le ore al telefono con le mie amiche lo possono testimoniare. Grazie amiche per la sopportazione.
Tantissime le scene divertenti che riempiono il libro, soprattutto quelle che vedono i nostri protagonisti cercare di tenersi testa. Il gruppo di amici di contorno è interessante e variegato. Non mi dispiacerebbe scoprire di più su Marco e Stefy...
La scrittura è fluida, i dialoghi divertenti e la lettura non annoia.
Un libro che fa sorridere e che ci fa tornare a un'età bellissima.
QUI trovate la recensione del primo volume.
Buona lettura.

1 commento:

  1. Grazie di cuore Virginia, di nuovo sono felicissima della splendida recensione e di averti strappato qualche sorriso.
    Pur avendolo scritto io, sono d'accordo... La fanciulla si fa troppe paturnie! Un abbraccio fortissimo . Momi

    RispondiElimina