martedì 2 febbraio 2016

Segnalazioni Made in Italy

Buongiorno, iniziamo la giornata con una serie di segnalazioni di libri che ho trovato interessanti e con una trama coinvolgente e tutti self.

Fiabe allo specchio
Jessica A.
autopubblicato (StreetLib)
Genere: fantasy fiabesco, critica letteraria, saggistica 
Pagine: 135
Prezzo: 2,99 €
Formato: e-book
Disponibile su: Amazon, IBS, LaFeltrinelli, Kobo e altri store online
Data pubblicazione: 11 luglio 2015
Pagina Facebook: Qui

Trama
Le fiabe hanno alle proprie spalle un passato antichissimo, fatto di numerosi personaggi, storie e riscritture. Ognuno di noi, da bambino, ha letto o ascoltato diverse fiabe e ne porta ancora dentro il ricordo. Ma siamo davvero così sicuri che le fiabe siano fatte solo per i bambini? E, soprattutto, che quella fiaba che ricordiamo sia (in un certo senso) “autentica”?
Percorreremo insieme questo viaggio misterioso, analizzando e confrontando alcune delle fiabe più note, scoprendo che (a volte) non è sempre il principe azzurro a salvare la principessa.

Estratto:
"Il primo racconto de La camera di sangue, dall'omonimo titolo, prende come riferimento la fiaba francese di Perrault, Barbablù. […] Perrault delinea fin dall'inizio la figura di Barbablù, presentandolo come un uomo ricco, ma brutto e spaventoso, difatti: «non c'era donna, ragazza o maritata, che soltanto a vederlo, non fuggisse a gambe dalla paura». Nella riscrittura invece è dato spazio maggiormente alla protagonista che ripercorre il proprio vissuto presente e passato. […] La descrizione che abbiamo di lui è velata, parziale, poiché a separarli c'è una porta:
“Se mi fossi appoggiata sul gomito sarei riuscita a scorgere la forma scura, leonina del suo capo e le narici avrebbero colto un soffio di quel profumo maschio e opulento, di cuoio e di spezie, che regolarmente lo accompagnava […] per quanto fosse un uomo corpulento, si muoveva senza fare rumore, come se le suole delle sue scarpe fossero di velluto, come se, al suo passo, il tappeto si tramutasse in neve.”
Nella versione francese, oltre alla barba, a rendere spaventoso Barbablù è la rivelazione di un altro particolare: «[…] aveva sposato diverse donne e di queste non s'era mai potuto sapere che cosa fosse accaduto»"

Jessica A. è una giovane ragazza di 24 anni, ama i libri, gli animali (soprattutto i gatti!) e ha quasi sempre la "valigia in mano". Fiabe allo specchio è frutto di un suo lavoro universitario (tesi) e della sua passione per le fiabe e i misteri.

***
Il mistero del maniero illuminato
Serie: Le Ali bianche (Vol. 1)
di Manu Luce
Self Publishing
Genere: Fantasy, Young Adult, F/F
Pagine: 438 
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo: 2,99 € ebook, 14,49 € cartaceo

Trama
Ellie ha smesso di credere a tutto ciò che non può vedere né toccare quando ha scoperto che la realtà può essere molto divertente. Spiritosa, bugiarda, sa di essere bella e gioca con i ragazzi spesso e volentieri, ridendo alle loro spalle con la sua migliore amica Charlize. Ben è stato suo ragazzo ai tempi delle medie; per avergli spezzato il cuore, medita vendetta e così accetta, quando la ragazza gli propone una sfida di coraggio al noto 'Castello illuminato' poco fuori città. Disabitato, il castello si illumina da solo ogni notte e nessuno a Creamdale osa avvicinarsi per paura di una qualche ritorsione sovrannaturale. Il piano è semplice: entrare, spaventarlo e trovare un letto comodo per passare la notte. Ellie non crede ai fantasmi e nemmeno di poter avere paura ma, quando vede un'anziana signora passare attraverso una parete, tutto cambia. Il suo mondo di vedere e toccare si scontra a tutta velocità con qualcosa di nuovo, insolito e impossibile, quando varca l'ombra su quel muro e scopre un luogo misterioso dal cielo rosso come il suo non è mai stato. Ma il mondo nascosto è pericoloso. Nella guerra contro uomini dall'aspetto mostruoso al servizio di un principe dispotico, sceglierà di lottare dalla parte degli ultimi angeli dalle ali bianche, la famiglia reale chiusa all'interno del proprio castello, protetti da un patto che tiene lontane le ali nere. Nella sua ascesa a diventare cavaliere, Ellie legherà irrimediabilmente il suo destino con quello della principessa.
Estratto:
Sentì un rumore alla sua sinistra e la porta di una casa cadde con forza, in un tonfo, e un uomo un po’ basso, rozzo e molto brutto, vestito appena con qualche straccio e incredibilmente con una falce in mano, ne uscì, sputando sulle macerie. Ellie spalancò gli occhi e arretrò. Dietro di lui si fece avanti un altro uomo un po’ più alto, ma si somigliavano parecchio.
«Guarda, ce n’è scappata una», disse il primo, con voce roca.
«E cosa aspetti?», lo spinse l’altro.
Non le ci volle molto per capire che doveva proteggersi e in fretta. Case a fuoco, strani uomini armati, si riferivano a lei pensando che fosse sfuggita a una cattura. Doveva correre o trovare un modo per difendersi finché non sarebbe riuscita a tornare da Rose. Afferrò una pietra tra le tante nella stradina con le macerie di alcune case e, senza perder tempo, la lanciò contro il primo, dritto in fronte, facendolo cadere a terra. Non se lo aspettava. Restò notevolmente soddisfatta del colpo, non pensava andasse a centro così facilmente.
Lui accennò dal dolore e l’altro, senza preoccuparsene, proseguì deciso verso di lei. «Non fare la difficile, ti sistemiamo con gli altri».
«Non ti avvicinare», lo intimò, lanciando un’altra pietra. Lui riuscì a deviarla senza problemi, continuando a camminare. Sorrideva sghembo, con due denti storti che gli penzolavano all’esterno delle labbra viola. Ellie era pronta per lanciare una pietra più grande, quando dei passi interruppero la scena.
Manu Luce è finora l'ultimo pseudonimo di Manuela L., a cui piace tanto affibbiarsi altri nomi fin da quando era bambina e si immaginava molto più straordinaria di quello che era, fra poteri magici, extrasensoriali e combattimenti sui banchi di scuola contro nemici mostruosi. La fantasia non le è mai mancata, neppure quando ha capito di essere cresciuta. Le sue prime storie risalgono ai giochi d'infanzia che faceva con suo fratello, ma ha iniziato a scriverle molto più avanti, nell'ormai lontano 2006. La sua prima passione è sempre stata il disegno e non si era mai interessata alla scrittura, finché un giorno non ha semplicemente iniziato e non ha più smesso. Oggi considera la scrittura come l'unica costante della sua vita. INFP nel test di personalità del Myers-Briggs Type Indicator (MBTI); le piacciono i peluche e il cioccolato al latte, che sa di non poter mangiare ma ogni tanto ci ricasca.

A QUESTO link anteprima gratuita  

***
Waiting
di Erika Vanzin
self publishing
Romance
Pagine: 320
Prezzo 2,99 euro eBook/ 10 euro cartaceo
Formato: cartaceo ed eBook sia su Kobo che Amazon
Data pubblicazione: 27 gennaio 2016

Trama
Alex è un cantautore esordiente di ventisei anni con grandi sogni per il futuro e un sacco di problemi. Emily è una diciottenne con un passato difficile e un presente ancora più problematico. Si incontrano in una Londra contemporanea piovosa e poco ospitale che li vedrà lottare con le loro insicurezze e dipendenze. È un incontro a tratti difficile che obbligherà entrambi a crescere e a dare una svolta alla loro vita non prima, però, di aver toccato il fondo. Una discesa che li porta a guardarsi dentro e fare i conti con i propri demoni. “Waiting” è un romanzo dai toni cupi con tematiche difficili, molto diversi dalle commedie romantiche e leggere che eravamo abituati a leggere della stessa autrice, ma non per questo manca la rinascita. Una nuova vita che comincia proprio nel più buio dei giorni.

Erika è nata nel 1979. Dopo una laurea in Statistica ha deciso di lasciare il mondo di numeri e grafici e di dedicarsi a ciò che più l'appassiona: la scrittura. "Cacciatori di segreti – La presa di coscienza" è il suo libro d'esordio, il primo romanzo dopo una serie di racconti brevi. "Cacciatori di segreti – La scelta" è il secondo romanzo della saga urban fantasy dedicata ai ragazzi. "Forse" è invece un romance pensato per un pubblico più adulto come "Cinque giorni per innamorarsi". Sposata da cinque anni, è un'amante dei viaggi e della musica e assieme al marito non perde l'occasione per conoscere posti e persone nuove.

4 commenti: