venerdì 5 febbraio 2016

Odyssea - Oltre il coraggio del sacrificio

"Jacko la guardava adesso, direttamente negli occhi, direttamente oltre gli occhi, direttamente dentro"

Odyessea - Oltre il coraggio del sacrificio
Amabile Giusti

Trama
Dopo la terribile perdita subita, Odyssea non riesce più a sorridere. Non solo, la vita le chiede di separarsi dalla sua famiglia per andare a studiare alla facoltà di Zooiatria di Wizzieville: un grande passo verso un'ulteriore crescita, ma i tempi sono maturi per un lento distacco.
Eppure, anche tra nuove lezioni e nuovi impegni, Odyssea non smette di guardarsi intorno, di cercare il proprio nemico, certa che sia vicino a lei, pronto a ricordarle nel modo più crudele l’atroce patto che hanno stipulato, il ricatto a cui ha dovuto cedere. "Stai lontana da Jacko. Se ti ostinerai ad amarlo morirà, e con lui tutti quelli che gli sono cari."
Odyssea cercherà di strapparsi l'anima per tenere fede alla promessa, e dovrà mentirgli, proprio ora che Jacko è pronto ad amarla senza catene e senza paura. Attingerà forza da un amico tanto imprevisto quanto strampalato, e scaverà nei segreti dell'università, e nella vita di una ragazzina fantasma che le farà scoprire qualcosa di inaspettato sul suo mortale avversario. Ma, soprattutto, Odyssea capirà che la vita può scegliere vari modi, a volte contorti, per vincere, che l’amore non vuole obbedire a costrizioni e ricatti, che non c’è modo di forzare il destino, e che il sacrificio di uno – il più coraggioso, il più nobile – può bastare per mettere in salvo tutti gli altri.
Il quarto volume della saga dedicata a Odyssea, dopo Odyssea Oltre il varco incantato, Odyssea Oltre le catene dell'orgoglio e Odyssea Oltre i confini del tempo.

***
Ancora una volta Amabile Giusti è riuscita a emozionarmi nel profondo. Ancora una volta Odyssea e la sua storia mi hanno trascinato in un'avventura simile alle montagne russe. Ancora una volta sono rimasta senza parole leggendo la parola fine.  Quella che racconta di Odyssea Bennet, di Jacko, di Wizzeville è una storia travolgente e di grande bellezza.
Partiamo dalla trama di questo quarto volume, Odyssea - oltre il coraggio del sacrificio, che io trovato a tratti più cupa ma anche divertente. E i motivi sono due. Se da un lato la nostra protagonista si ritrova molto sola, distante da casa, dagli affetti, obbligata a distruggere le proprie emozioni, a scarificarle per perseguire un obiettivo più grande, dall'altra al suo fianco troviamo un personaggio che fa la differenza: Tio. Allegro, scanzonato, il giusto contrappeso a tutto quel dolore che Odyssea deve trattenere in fondo al cuore. Lui regala a questa storia le pennellate di ottimismo che servono a rendere il quarto volume, finora, il mio preferito della serie. E questa non è un'affermazione di poco conto dal momento che li ho amati tutti, dal primo all'ultimo. Ritroviamo un'Odyessea cresciuta, distante mille miglia dalla ragazzina di un tempo: ora non hanno più senso per lei le incomprensioni, le piccole difficoltà della giovinezza; vive con coraggio e altruismo tutte le salite che le riserva il cammino. Ma è anche meno propensa a credere agli altri e allora mai come in questo volume il nemico pare nascondersi dietro chiunque. Fino a un finale che strizza il cuore, lo fa battere all'impazzata e lascia senza fiato.

"Anche nella mia vita c'è il suo peso. Mi schiaccia la schiena, ha rubato la mia ingenuità, in modo diverso dal tuo, ma con effetti altrettanto spaventosi. Mio padre è morto e io sono diventata una ragazza che sente l'odore del sangue, che non si fida di nessuno, che non potrà mai avere ciò che vuole. È come se, pur essendo ancora viva, di carne, mi portassi dentro la nebbia. Dentro ho il cuore di uno spettro".

La scrittura è poesia. Come ho già scritto in passato, Amabile Giusti quando scrive non usa semplici parole, ma mette le emozioni su carta. Anche una semplice descrizione è da sottolineare dieci, cento, mille volte. Nulla di stucchevole, attenzione, ma bellezza e armonia. Leggere ciò che scrive è un piacere che va goduto con lentezza.
Non mi resta che consigliarvi caldamente tutti i libri di questa serie, nell'attesa del prossimo volume che come ogni Jackopazza che si rispetti vorrei stringere già tra le mani. E vorrei dire anche grazie ad Amabile per quello che scrive e per come lo scrive.
Buona lettura

3 commenti:

  1. Continuo a leggere commenti positivi sui lavori di Amabile Giusti, dovrò assolutamente leggere qualcosa!

    RispondiElimina
  2. Anche a me è piaciuto tantissimo!!!! *.*

    RispondiElimina
  3. Questa copertina mi piace molto!

    RispondiElimina