martedì 29 settembre 2015

Torna con me

"Non avevo mai saputo fino a che punto il dolore potesse svuotarti. Fino a che punto potesse strapparti ogni emozione, risucchiarla via. Così mi sentivo: vuota, un pozzo senza fondo".

Torna con me
J. Lynn
Editrice Nord

Trama
Dal giorno in cui ha perduto ciò che aveva di più caro al mondo, Roxy Ark ha eretto una barriera tra sé e gli altri, concentrando tutte le sue energie sul lavoro e sul suo sogno di diventare designer. Tra lo studio e i turni al pub di Jax James, proprio non ha tempo per gli uomini, soprattutto non per il detective Reece Anders, l'unico che avesse fatto breccia nel suo cuore, finendo col spezzarlo. Roxy non gli rivolge più la parola, anche se non è mai riuscita a dimenticarlo…
Reece Anders non ha più nulla da dare. Tormentato dai fantasmi di un passato che si rifiuta di lasciarlo libero, ha paura di trascinare nel baratro chiunque gli si avvicini troppo. Perciò ha allontanato la famiglia, gli amici, persino Roxy, la sola donna che lo rendesse felice. Tuttavia, quando Roxy si presenta alla stazione di polizia per aver ricevuto diverse minacce, Reece insiste che gli venga affidato il caso, pronto a tutto pur di proteggerla. Anche ad affrontare i suoi demoni…
***
Che si faccia chiamare Jennifer Armentrout o J. Lynn, non cambia. Anzi una cosa è certa: leggendo un suo libro si va sul sicuro. E così quando ho iniziato "Torna con me" non avevo dubbi che sarebbe stata una lettura piacevole, che avrei incontrato personaggi ben tratteggiati e che forse (ma non tanto forse) mi sarei presa una cotta per il protagonista maschile... È andata così? Esattamente!
Con questo nuovo romanzo torna una delle mie serie preferite: "Ti aspettavo", i libri new adult scritti dalla talentuosa autrice americana. I protagonisti (ebbene sì, voglio un attimo soffermarmi su questo meraviglioso universo maschile) sono bellissimi ragazzi usciti direttamente da un sogno di noi adorante fanciulle! Ve ne cito alcuni? Come dimenticarsi di Cam o di Jax? Bè se qualcuna c'è riuscita mi faccia sapere la tecnica, perché io conservo un pezzettino di loro nel mio cuore di lettrice.
Nel libro uscito il 10 settembre, incontriamo nuovamente due personaggi che avevamo conosciuto in maniera molto poco approfondita nel volume precedente, si tratta di Roxy e di Reece.
Roxy fa la barista, studia per diventare designer e dipinge. È una ragazza all'apparenza molto forte, ma che nasconde fragilità e un grande senso di colpa. Di lei mi è piaciuto che finalmente ha una famiglia vera alle spalle, che si prende cura di lei e che le vuole molto bene. Sono riuscita anche a comprenderne gli errori, perché credo che quando si deve affrontare un grande dolore, le altre cose - seppur piccole  -possano sembrare scogli altissimi.
Di Reece mi basterebbe dirvi che fa il poliziotto, divisa, pistola e tutto il resto. Ma se mi limitassi a questo vi potrei apparire frivola (e in questi casi un po' lo sono, credetemi). Aggiungo che è altruista, affettuoso e molto maturo. Non ha il padre migliore del mondo, ma nulla di trascendentale. Anche lui ha delle ferite nascoste, ma quelle che la vita dà a chi sceglie un percorso lavorativo (nell'esercito prima e nella polizia poi) difficile come il suo.
I due sono amici, ma da quasi un anno non si parlano più,… anzi lei non rivolge più la parola a lui ma il perché lo lascio scoprire a voi lettori.
Mi è piaciuto che alla parte più prettamente romance  l'autrice abbia aggiunto misteri degni di un buon giallo. A tal proposito mi sono ritrovata a fare i conti con uno dei miei incubi peggiori, se lo leggerete capirete a cosa mi riferisco.
Sono tante le tematiche che affronta l'autrice in questo libro, oltre all'amicizia, regalandoci un personaggio che riesce a trasmettere fortissime emozioni, anche quale sia il peso degli errori che si commettono e il valore del perdono.
Consigliato, perché la Armentrout è un'ottima terapia a tutto: una giornata no, un mal di gola, una delusione, ma anche perché scrive bene, il suo stile è fluido, e i suoi personaggi (soprattutto maschili, non me ne vogliate) sono indimenticabili.
Buona lettura

7 commenti:

  1. La Armentrout sforna fidanzati di carta come se non ci fosse un domani... E a noi va benissimo
    così! Mi trovi d'accordissimo su tutto, e anche a me questo non ha assolutamente delusa!
    Baci <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. evviva la Armentrout e i suoi maschietti <3 baci

      Elimina
  2. Devo riuscire a riprendere la serie!! Mi da che sarà il mio regalo di Natale 😁 baci

    RispondiElimina
  3. ne parlano tutti bene, lo metto in WL!!
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
  4. io e Laura abbiamo già allegramente spammato su questo libro :D

    RispondiElimina
  5. Mi sta aspettando nella libreria. *_* La nostra Armentrout! <3 Come fa a non sbagliare un colpo??

    RispondiElimina